Don Bianchi contro l’unione del segretario generale della Croce Rossa. I fedeli: ‘Pena di morte, altro che diritti’

Numerose le uscite omofobe del sacerdote, che aizza i suoi fedeli, anch’essi omofobi.

Don Bianchi è un sacerdote di Gatteo Mare e Villamarina di Cesenatico. Vicino a CitizenGo, alle Sentinelle in Piedi, ProVita e altre associazioni solitamente contrarie alla comunità LGBT+, non è nuovo a lanciare critiche nei confronti dell’omosessualità, alle adozioni per le coppie omogenitoriali e ad augurare l’inferno alle persone che praticano sesso anale. I suoi fedeli, poi, non sono da meno. Un insieme di omofobia a livello impressionante, che arriva a predicare la pena di morte. I post che il parrocco pubblica su Twitter hanno infatti il solo scopo di aizzare i fedeli, presi dall’odio incontrollato verso la comunità. Almeno, davanti a uno schermo.

Negli ultimi giorni, Don Bianchi se l’è presa con l’unione civile del segretario generale della Croce Rossa, Flavio Ronzi, con il compagno Matteo. Celebrata dalla senatrice Monica Cirinnà, erano presenti i vertici della CRI, e hanno reso pubblico l’evento per lanciare un messaggio di lotta contro l’omofobia e le disuguaglianze. I due neo-sposi hanno anche voluto fare una donazione al Refuge LGBT, il centro romano dove vengono ospitati i ragazzi senza una casa.

Tutto questo all’uomo di chiesa non importa. Lui è schifato nel vedere due uomini che si baciano, e che potrebbero anche adottare un bambino: “Non giriamoci attorno: chi di voi è favorevole all’affido o adozione di un bambino a queste persone? Io no!” Questo il suo commento, accompagnato dalla foto di Flavio e Matteo, mentre si scambiano un bacio.

Ti suggeriamo anche  Biella, un corso di formazione contro l'omofobia per presidi, docenti e studenti

I commenti omofobi dei fedeli di Don Bianchi

Sotto il post, è un concentrato di omofobia. 

Ma per carità..la famiglia è formata da padre madre e figli..cosa sono queste porcherie.

ha scritto qualcuno. Un altro fedele rispetta la “gente trasgressiva” ma niente figli:

Non sono favorevole per me è un solo gente trasgressiva e la rispetto, ma non possono avere tutto…conosco coppie eterogeneo che si amano stanno fedelmente insieme da molti anni e cui hanno negato diverse domande di adozioni non è corretto che oggi ai gay danno questo diritto.

Poi c’è chi parla di “famiglia normale”:

Assolutamente no. I bimbi hanno diritto a crescere in famiglie normali. E la famiglia normale è costituita da uomo e donna. Se fosse normale essere gay, il genere umano si sarebbe estinto.

E il più estremista:

Gente malata che educa i bambini a diventare gay. Pena di morte altro che diritti.

Gente di chiesa, aperta e solidale!

 

Foto di copertina: profilo di Monica Cirinnà

2 commenti su “Don Bianchi contro l’unione del segretario generale della Croce Rossa. I fedeli: ‘Pena di morte, altro che diritti’

  1. E’ la storia è sempre la stessa, l’alleanza dei fondamentalisti cattolici con la destra che strizza l’occhio ai fascisti. Primo punto dell’agenda dei cattofascisti? I gay. prima gli italiani? gay esclusi!! Ma davvero i gay credenti e/o di destra ancora si fanno trattare da pervertiti dai partiti di destra e/o dalla chiesa? Vi faccio notare che parlano di Bibbiano e i demoni di Bibbiano sono vestiti di arcobaleno! Lo ripeto ancora una volta, il problema dell’omofobia italiana sono i gay cattolici e /o di destra. Vi dovete svegliare!

Lascia un commento