Educazione affettiva nelle scuole, ecco cosa fanno in Scozia

Gruppi di supporto tra giovani LGBTQIA+, formazione specifica per insegnanti e personale scolastico, workshop, laboratori ed eventi: come la scuola scozzese valorizza la diversità e combatte l'isolamento sociale dell* giovani queer.

ascolta:
0:00
-
0:00
scozia-educazione-affettiva
2 min. di lettura

La promozione di un ambiente scolastico inclusivo e rispettoso della diversità dovrebbe rappresentare una pietra miliare nel progresso sociale: dalla scuola inizia infatti il percorso di un individuo in relazione con gli altri, ed è qui che un* bambin* può imparare pregiudizi e stereotipi, oppure realizzare che qualcosa – o qualcuno – di diverso da noi non rappresenta una minaccia.

Se da queste parti ogni tentativo si è concluso con un nulla di fatto, in Scozia la situazione è diametralmente diversa. La LGBT Charter for Education, iniziativa adottata da oltre 200 scuole secondarie e 40 scuole primarie del paese– complessivamente, il 65% degli istituti, con l’obiettivo di raggiungere il 70% quest’anno – incarna infatti proprio questo principio fondamentale.

Attraverso un ricco programma di educazione affettiva, scuole, college e università pubblici e privati che aderiscono diventano “campioni dell’inclusività LGBTQIA+“, adottando politiche specifiche, organizzando laboratori e lezioni che favoriscano l’espressione individuale.

Inoltre, il programma incoraggia la formazione di “gruppi di alleanza per l’orientamento sessuale e di genere, che permettono ai giovani LGBTQIA+ – aderenti su base volontaria – di partecipare attivamente allo sviluppo di politiche scolastiche più inclusive, ma anche di supportarsi a vicenda e fare rete contro eventuali atteggiamenti intolleranti.

Sviluppata da LGBT Youth Scotland, organizzazione fondata nel 1989 e tra i gruppi di attivismo LGBTQIA+ più riconosciuti in Scozia, la Charter mira a creare spazi educativi che accolgono tutti, indipendentemente dall’orientamento sessuale o dall’identità di genere tramite la collaborazione diretta con gli istituti di istruzione di ogni livello.

Nei 18 mesi necessari allo svolgimento del programma, l’ente – guidato da esperti formatori e volontari di LGBT Youth Scotland – adotta un approccio complesso e multidimensionale, focalizzato sulla creazione di ambienti sicuri e accoglienti dove ogni studente può sentirsi valorizzato e libero di esprimere sé stesso.

Il ruolo dell’associazione non si limita alla promozione dei diritti LGBTQIA+; essa interviene attivamente nella struttura educativa, collaborando con le istituzioni per integrare politiche inclusive e organizzare eventi educativi e di sensibilizzazione.

Il programma incoraggia infatti la celebrazione di dieci eventi annuali a tema LGBTQIA+, tra cui la Giornata nazionale del coming out e la Giornata della visibilità transgender, che non solo aumentano la consapevolezza ma anche consolidano l’importanza di queste occasioni come momenti di riflessione e celebrazione.

Con un investimento annuo modesto – tra le 800 e le 2000 sterline – le scuole accedono a formazione specifica, guide online e modelli per l’implementazione del programma. Un sondaggio anonimo tra gli alunni aiuta ulteriormente a valutare l’efficacia delle politiche adottate e a identificare aree di miglioramento, in particolare nella prevenzione del bullismo.

La Scozia si configura così come un baluardo di inclusività, opponendosi alle politiche anti-LGBTQIA+ più restrittive adottate dal governo centrale del Regno Unito, ma anche come esempio da seguire per combattere gli altissimi livelli di isolamento sociale tra l* giovani LGBTQIA+.

“Siamo impegnati a fare tutto il possibile per rendere la Scozia il posto migliore in cui crescere per i giovani LGBTQI+ – ha dichiarato al Telegraph un portavoce del governo scozzese – “Ciò include la collaborazione e i finanziamenti verso la LGBT Youth Scotland, con l’obiettivo realizzare una serie di progetti volti proprio a realizzare questo obiettivo, tra cui il programma LGBT Charter”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

L'artista marziale Bryce Mitchell istruirà suo figlio a casa perché "a scuola diventerebbe gay" (VIDEO) - Bryce Mitchell - Gay.it

L’artista marziale Bryce Mitchell istruirà suo figlio a casa perché “a scuola diventerebbe gay” (VIDEO)

Corpi - Redazione 24.5.24
Tom Daley e Stefano Belotti

Chi è Stefano Belotti, il tuffatore azzurro che augura buon compleanno a Tom Daley

Lifestyle - Mandalina Di Biase 22.5.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri - Specchio Specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri

Culture - Redazione 23.5.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
10 anni fa Xavier Dolan travolgeva e incantava Cannes con Mommy - ecnv mommy - Gay.it

10 anni fa Xavier Dolan travolgeva e incantava Cannes con Mommy

Cinema - Federico Boni 24.5.24
triptorelina-famiglie-incatenate-sede-aifa

Triptorelina, le famiglie si incatenano sotto la sede dell’AIFA per protestare il tavolo tecnico e la sua composizione

News - Francesca Di Feo 24.5.24

Leggere fa bene

teen-star-educazione-affettiva-sessuale

Teen Star, infiltrazioni di integralismo cattolico nella scuola italiana, i genitori ritirano i figli

News - Francesca Di Feo 19.2.24
boy-scouts-of-america-nome-gender-neutral

I “Boy Scout” cambieranno nome per essere gender neutral

News - Francesca Di Feo 9.5.24
Gen Z musica dipendenza

La Gen Z è dipendente dalla musica: “È una terapia per il benessere mentale e fisico”. Ma Spotify aumenta le tariffe

Musica - Emanuele Corbo 4.4.24
anna paola concia gay it

Concia accusa “massimalisti da destra e sinistra” ed è già eliminata dal progetto di educazione alle relazioni

News - Redazione Milano 9.12.23
tweet transfobico casa editrice libertà di parola rowling

J.K. Rowling attacca la nuova legge scozzese contro l’omobitransfobia: “Arrestatemi”. E il premier inglese è con lei

News - Federico Boni 2.4.24
terapie di conversione terapie riparative

Scozia, il governo fa partire la consultazione per vietare ufficialmente le terapie di conversione

News - Redazione 10.1.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
@valelp

L’amore non è solo per pochi eletti, intervista a Vale LP

Musica - Riccardo Conte 15.12.23