Germania: via libera al terzo genere sessuale nei documenti

di

La coalizione della cancelliera Angela Merkel ha aperto al possibilità di registrare come "vario" il sesso dei neonati.

CONDIVIDI
2.2k Condivisioni Facebook 2.2k Twitter Google WhatsApp
3597 0

Il governo tedesco ieri ha approvato il progetto di legge che consente una terza opzione di genere sui certificati di nascita per i bambini intersessuali.

In un provvedimento descritto dal ministro della Giustizia come “atteso da tempo”, la coalizione della cancelliera Angela Merkel ha aperto al possibilità di registrare come “vario” il sesso dei neonati.

Il provvedimento segue una sentenza del Tribunale superiore tedesco dello scorso novembre secondo cui le norme vigenti sullo stato civile sono discriminatorie nei confronti delle persone intersessuali, osservando che l’identità sessuale di un individuo è protetta come diritto fondamentale. Dal 2013 la Germania ha permesso ai bambini nati con caratteristiche di entrambi i sessi di non indicare le opzioni di genere di maschio e femmina.

Tecnicamente la decisione del Consiglio dei ministri ha ancora bisogno dell’approvazione parlamentare prima di poter essere considerata legge a tutti gli effetti. Le buone premesse, però, sembrano esserci.

Il ministro Socialdemocratico Tedesco per la famiglia Franziska Giffey ha definito questa decisione come “un passo importante verso il riconoscimento legale di persone la cui identità di genere non è né maschile né femminile”. Insieme a lei, anche il ministro della Giustizia Katarina Barley, sempre dell’SPD, ha accolto il progetto di legge con entusiasmo sottolineando come i lavori per modernizzare la legge sullo stato personale siano in atto da “ormai lungo tempo” e che nessuno può essere discriminato a causa della sua identità sessuale”.

Il ministro ha inoltre sottolineato che in futuro verranno proposte altre leggi che elimineranno altri regolamenti discriminatori verso gli intersessuali.

Secondo le stime più recenti, le persone che si identificano come intersessuali in Germania vanno dalle 80.000 alle 120.000. Alcune persone intersessuali hanno sia testicoli che ovaie, altre invece non producono gli ormoni che determinano le comuni caratteristiche del genere binario.

Il tribunale di Karlsruhe ha chiesto il parere di 16 associazioni e organizzazioni che hanno esaminato il caso, tra cui l’Istituto tedesco per i diritti umani, la Società tedesca per la ricerca sessuale e la Società tedesca di psicologia, che si sono tutti espressi a favore della terza opzione di genere. Contrari invece il Comitato centrale dei cattolici tedeschi e l’Associazione federale dei cancellieri tedeschi.

Leggi   Pianificava attentato in un locale gay, arrestato 17enne
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...