Giornata contro l’omofobia: alla vigilia un’altra violenza

di

Ragazzo aggredito alla Bocconi mentre tutto il mondo celebra la Giornata Mondiale contro l'Omofobia. Iniziative in tutto il Paese. Fini e Carfagna con le associazioni. E la Toscana...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
3566 0

L’ultimo, brutto, episodio di violenza omofoba risale allo scorso week end quando un ragazzo è stato aggredito e minacciato all’Università Bocconi di Milano mentre tentava di evitare che venissero strappati i suoi manifesti, quelli di un’associoazione studentesca di cui fa parte anche lui e che ha come scopo la difesa della diversità di genere di orientamento sessuale. L’associazione in questione si chiama Best – Bocconi Equal Student."Omosessuale, frocio e ricchione" sono stati gli insulti rivolti a Roberto davanti all’indifferenza degli altri studenti che passavano da lì. Roberto, però, ha invitato tutte le vittime di simili comportamenti a non arrendersi. "Pensavo di trovarmi al sicuro, dentro l’università – ha scritto Roberto in una lettera a Repubblica.it -. Sono protagonista e non vittima di questo episodio perché sono e continuo ad essere forte della consapevolezza di avere alle spalle una famiglia, tanti cari amici e l’associazione, assieme alla quale ho subito potuto denunciare l’accaduto all’università".

Poi Roberto rivolge il suo appello alla classe politica: "È giusto e importante che gli studenti e i cittadini si sentano liberi di denunciare gli atti di violenza omofobica con la sicurezza di avere il supporto e l’appoggio delle istituzioni – scrive lo studente -. "Mi auguro che l’aggravante per i reati di stampo omofobico, programmata alla Camera per il 23, venga approvata, per aiutare tutte le persone che ancora oggi non hanno la forza di denunciare episodi di questo tipo. Spero che queste mie poche righe possano essere una voce tra le altre che ci permetta di vivere meglio nella nostra società".

Un invito importante, alla vigilia della giornata Internazionale contro l’Omofobia che si celebra domani e in occasione della quale si svolgono già da giorni numerose iniziative in tutta Italia.

Molti gli appuntamenti previsti domani dai circoli Arcigay: ad agrigento si svolgerà un corteo, mentre a Palermo si duscuterà, nell’ambito degli eventi preparatori del Palermo Pride di omofobia e di come combatterla. A Soliera si proietta "Improvvisamente l’inverno scorso", mentre incontri e dibattiti sono previsti anche a Livorno, Arezzo, Mantova, Catania e Chieti, Savigliano. A Perugia è prevista una provocatoria e dissacrante distribuzione di piante di finocchio, un flash mob invierà alla riflessione i napoletani, mentre Ravenna vedrà snodarsi una performance itinerante e a Ragusa le strade saranno illuminate da una fiaccolata contro l’omofobia.

Arcigay, che a livello nazionale ha lanciato la campagna "L’Italia unita contro l’omofobia" coinvolgendo 14 associazioni e affigendo manifesti in 50 città, poi, sarà rappresentata dal suo presidente nell’incontro voluto dal Presidente della Camera Gianfranco Fini insieme al ministro per le Pari Opportunità Mara Carfagna proprio alla Camera dei deputati. Alle ore 10, presso la Sala del Mappamondo di Palazzo Montecitorio si terrà, infatti la celebrazione della Giornata mondiale contro l’omofobia. Aprirà l’iniziativa il Presidente della Camera ed oltre a Mara Carfagna parteciperanno anche Anna Paola Concia (Pd), Paolo Patané (Arcigay) ed Enrico Oliari (GayLib). L’appuntamento sarà trasmesso in diretta sulla webtv di Montecitorio.

"C’è grande bisogno di una legge contro l’omofobia e mi auguro che la prossima settimana, quando se ne discuterà alla Camera dei Deputati, si riesca finalmente ad approvarla" ha dichiarato la ministra Carfagna che a proposito della legge che sarà discussa alla Camera ha aggiunto: "Non introduce il reato di opinione, ma stabilisce un principio sacrosanto, quello di prevedere un’aggravante per chi commette atti di violenza ai danni di una persona soltanto perchè omosessuale. Credo sia giusto marcare in questo modo il disvalore sociale di questi atti, che purtroppo vengono commessi ancora con grande frequenza".

Leggi   Il governatore Fedriga all'attacco: difenderà solo la famiglia tradizionale

Sempre in campo istituzionale, in una conferenza stampa che si terrà domani alle ore 11,30, a Firenze, presso lo spazio della biblioteca della Mediateca Regionale di via S. Gallo 25 la conferenza stampa di lancio del progetto "Toscana gay Friendly" e del suo spot video. La Toscana, prima regione d’Italia a dotarsi di una sezione dedicata al Turismo Gay sul proprio sito ufficiale del turismo, presenta domani il video realizzato da Simone Marchi, montatore del video "E’ stato morto un ragazzo" sulla morte di Federico Aldrovandi e vincitore del David di Donatello 2011. Il progetto è promosso dalla Regione e gestito da Fondazione Sistema Toscana con il supporto di Gay.it ed è stato appena presentato in Florida, in occasione della conferenza mondiale della International Gay Lesbian Travel Association.

Naturalmente, non sono solo i circoli Arcigay ad organizzare iniziative contro l’omofobia. A Roma, dalle 18 di questa sera, l’associazione Certi Diritti presenta l’ultimo libro di Franco Buffoni "Laico Afabeto in salsa gay piccante" e la proiezione del documentario Fuori!. A seguire, dibattito con le associazioni lgbt e altri esponenti politici.

Mercoledì 18, Saverio Aversa e il "Forum Queer" di Sinistra Ecologia Libertà presentano "Con Orgoglio contro l’Omofobia!"

Presentazione dell’EuroPride Roma 2011, con Gemma Azuni e il Comitato Europride Roma 2011.

Molti, poi, gliappuntamenti previsti anche per i giorni a seguire. Si può trovare un elenco completo delle attività previste dai circoli Arcigay nei prossimi giorni consultando il calendario dell’associazione. Ad esempio, il prossimo 27 maggio, il circolo Arcigay Nuovi Colori di Verbania conclude le iniziative con una cena intitolata "A cena contro l’omofobia"

A Napoli, inoltre, domani verrà apposta una targa con un triangolo rosa, simbolo dell’Omocausto, e un’arcobaleno, simbolo invece della comunità lgbt. La targa, voluta dall’associazione I-Ken e dalla Cgil regionale e cittadina, sarà apposta sulla facciata principale della sede della Cgil Campania, in via Torino 16, con una cerimonia che inizierà alle 10. Alla cerimonia parteciperanno il presidente dei I-Ken Carlo Cremona, i Segretari Generali di Napoli Peppe Errico e della Campania Gravano e la Segreataria Confederale Vera Iamonica.

Intanto, buone notizie da alcune istituzioni. Il Comitato Provinciale Arcigay di Ragusa ha fatto sapere di avere ottenuto la ratifica della Mozione dontro l’Omofobia presso la Provincia Regionale di Ragusa. A Catania, invece, il presidente della Provincia regionale di Catania, Giuseppe Castiglione e il presidente di Arcigay Catania, Sandro Mangano, hanno firmato un protocollo d’intesa che prevede la realizzazione di un Osservatorio provinciale contro tutte le discriminazioni.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...