Il coming out di Tiziano Ferro: “Fate tutti come lui”

Un coro di appelli ai personaggi pubblici che vivono l’omosessualità nell’ombra: queste le reazioni alla rivelazione del cantante di Latina. Associazioni e politici sperano sia d’aiuto per i giovani.

Come era inevitabile, l’attesissimo coming out di Tiziano Ferro ha scatenato una ridda di reazioni. Per una volta, niente polemiche, ma oslo congratulazioni, ringraziamenti e inviti a seguire l’esempio del cantante di Latina.

"Bravo Tiziano! Sono sicura che all’artista non mancheranno attestati di affetto da parte dei suoi famigliari e dei suoi fans – ha dichiarato Vladimir Luxuria -, la gente continuerà ad amare la sua musica e ad andare ai suoi concerti perché l’amore che lui canta è un sentimento democratico e universale". "Il suo coming out – aggiunge Luxuria – è un evento storico, per la prima volta un cantante italiano famoso anche all’estero dichiara quello che è come hanno fatto Ricky Martin, George Michael ed Elton John che ha riscosso un enorme successo nei suoi ultimi concerti in Italia. Una ciliegia tira l’altra e sono sicura che dal suo esempio verranno fuori altri atti di sincerità da parte di personaggi della politica, dello spettacolo e dello sport".

"Il coming out di Tiziano Ferro è una cosa bella e importante, della quale lo voglio ringraziare – ha commentato l’onorevole del Pd Paola Concia -. È importante perché viene da un artista molto amato, soprattutto dai giovani, i quali spero potranno vedere in lui un esempio e uno stimolo a liberarsi delle loro paure e dei loro pesi, e accettarsi per quello che sono".

Ti suggeriamo anche  Grande Fratello, Cristian Imparato fa coming out: 'sono gay e voglio un figlio'

"Voglio ringraziare anche la famiglia di Tiziano Ferro –  ha aggiunto Concia -, che lo ha saputo capire, sostenere e aiutare. Mi auguro sia di esempio ai tanti genitori di omosessuali; accettare i propri figli per quello che sono è l’unico modo per aiutarli a dispiegare la propria personalità e le proprie potenzialità e, in ultima analisi, per consentirgli di vivere una vita serena".

Per Franco Grillini dell’IdV e presidente di GayNet, quello di Tiziano Ferro è "un coming out importante come sono importanti tutti i coming out anche delle persone non famose". "Sono moltissimi gli artisti come Tiziano Ferro che sono omo o bisessuali – dice Grillini – ma non lo dicono per timore di danni alla propria carriera. Almeno Ferro ci ha risparmiato la fidanzata di copertura, tipica soprattutto degli sportivi famosi in campo calcistico o delle corse automobilistiche". Il cantante di Latina è, per Grillini, "un esempio da seguire e l’appello è a quegli artisti anche molto noti che continuano a nascondersi: ditelo, uscite dall’armadio! E’ un bene per chi non dovrà più mentire ed è un bene per la comunità lgbt, perché ogni coming out rappresenta un avanzamento nella vita sociale di milioni di persone verso quella ‘visibilità’ negata dagli omofobi e dagli integralisti di ogni risma".

E anche le associazioni si uniscono al coro di dichiarazioni lusinghiere e di appelli ai tanti gay e alle tante lesbiche dello showbiz, della politica e del mondo dello sport che non hanno il coraggio di rivelarsi per quello che sono.

Ti suggeriamo anche  Jorgie Makes, coming out in musica ad American Idol - video

"Dopo il coming out di Tiziano Ferro, tanti giovani omosessuali assillati dalla terribile domanda ‘non sarai un frocio?’ possono rispondere che sì e che uno come loro ha milioni di fans – si legge in una nota di Arcilesbica -. Le persone pubbliche hanno una responsabilità verso la società e possono contribuire a migliorare la vita degli altri. Aspettiamo che anche le tante artiste lesbiche, e tutte le persone pubbliche omosessuali nascoste, dicano il loro modo di amare e diano così il loro apporto per archiviare quel relitto del maschilismo che è l’omofobia".

"Il coming out di Tiziano Ferro è molto importante perché rappresenta una ventata di novità nell’ipocrisia che porta moltissimi omosessuali a nascondersi e a praticare la doppia vita – dichiara il presidente di Arcigay Paolo Patané -. Il percorso sofferto di accettazione che il cantante ha anticipato con alcune dichiarazioni, è testimonianza di quando omofobia e pregiudizio possano generare inutili e assurde sofferenze. Si vociferava molto dell’omosessualità del cantante, eppure, il suo coming out di uomo dello spettacolo, sorprende perché viene da un mondo nel quale in tanti si mimetizzano per paura di avere la carriera rovinata. L’uscita pubblica di Tiziano Ferro insieme a quella di decine di cantanti stranieri e ai coming out di illustri italiani, in tempi molto più difficili, come quello di Ivan Cattaneo, Umberto Bindi, Dario Gay e altri sono la prova che non è più così. Ora Tiziano sente di avere di fronte ‘una vita piena di opportunità’ e siamo convinti che grazie alla visibilità conquistata potrà realizzarle pienamente. E’ quello che accade a migliaia di omosessuali che, vincendo la paura, escono allo scoperto e intraprendono un percorso di vita fatto di sentimenti, affetti e relazioni reali".