Londra: protesta anti omofobia di fronte ambasciata polacca

Il 17 giugno, Giornata internazionale contro l’omofobia, manifestazione degli attivisti GLBT britannici di fronte all’ambasciata della Polonia.

LONDRA – Giovedì di protesta anti-omofobia di fronte all’ambasciata polacca di Londra. Il Parlamento Europeo ha recentemente stabilito che il 17 maggio di ogni anno sarà la Giornata Internazionale contro l’omofobia e per l’occasione i giovani del British Youth Council (BYC), col pieno appoggio del movimento Glbt facente capo a OutRage!, hanno annunciato che a mezzogiorno di giovedì 17 terranno un sit-in di protesta proprio di fronte all’ambasciata polacca di Portland Place. La decisione di prendere di mira proprio la Polonia è nata dal fatto che negli ultimi anni un certo integralismo religioso si è alleato con le forze politiche conservatrici del paese, il che ha portato un peggioramento complessivo di atteggiamento verso le persone non eterosessuali.

Recentemente nel paese dal mondo politico sono venute proposte a dir poco allarmanti. David Allison, membro di OutRage!, ha invitato a partecipare alla protesta: «Condanniamo la crescente omofobia in Polonia» ha detto, spiegando che ad esempio «la nuova legge sull’educazione contiene clausole che metteranno al bando ogni menzione oggettiva, fattuale e comprensiva dell’omosessualità nelle scuole. Gli insegnanti gay potrebbero anche rischiare il licenziamento.» In precedenza Miroslaw Orzechowski, del ministero della pubblica istruzione, aveva detto che con il nuovo progetto di legge si vuole «punire chiunque promuova l’omosessualità o ogni altra devianza sessuale di natura sessuale in ambiente educativo.»