Omofobia a Milano, i giovani del PD lanciano un presidio di solidarietà

La manifestazione è stata convocata in risposta all’aggressione denunciata ieri.

Il sit in organizzato dai giovani del PD si terrà nello stesso luogo e ora dell’aggressione: “Invitiamo tutti a indossare qualcosa di rosa”.

È stata una brutta sorpresa per Milano, l’episodio di omofobia denunciato ieri che incrina l’immagine di città dei diritti e all’avanguardia rispetto al Paese nell’inclusione delle persone LGBTI. In risposta all’aggressione con sputi, insulti e calci di cui è rimasto vittima un attivista di Arcigay, i giovani del PD hanno lanciato un presidio di solidarietà.

Il circolo “Mistero Buffo” dei Giovani Democratici del municipio 7, in cui ricade proprio il luogo dell’aggressione, hanno convocato un sit-in per oggi nello stesso posto e alla stessa ora del pestaggio subito dalla vittima omosessuale. L’appuntamento, a cui aderisce il Partito Democratico, è per le 19 a piazzale Segesta, nella zona ovest della città.

“Questa aggressione prova che anche nella Milano dei diritti c’è ancora molto lavoro da fare, nonostante tutto – ha spiegato il responsabile diritti del PD Milano Metropolitana, Michele AlbianiÈ ormai indispensabile agire nella lotta alle discriminazioni in maniera radicale, non solo aspettando una legge contro l’omotransfobia, ma lavorando sul tessuto sociale della nostra città”.


“Chiediamo al Comune di Milano di coinvolgere le associazioni del territorio, come ad esempio quella di cui l’attivista aggredito fa parte, che ogni giorno si impegnano nella vita reale – prosegue Albiani – nelle scuole, sul posto di lavoro, per le strade, per cambiare le cose. Un augurio di riprendersi presto e completamente al giovane attivista, cui va tutta la nostra vicinanza”.

Ti suggeriamo anche  Roma, tenera proposta di matrimonio gay al Pincio diventa virale