USA: Dimostranti gay arrestati

Un arresto alla conferenza annuale dei vescovi a Washington

WASHINGTON (D.C.) – Il reverendo Mel White e altre tre dimostranti dell’organizzazione Soulforce sono stati arrestati martedì alla conferenza annuale dei vescovi a Washington. I responsabili della sicurezza dell’Hyatt Regency Hotel hanno intimato White, Ken Einhaus di Arlington (Virginia), Kara Speltz di Oakland (California) e Mike Perez di Seattle di andarsene dopo che questi si erano inginocchiati e hanno aperto le loro mani come per ricevere la comunione mentre i vescovi lasciavano l’hotel dopo un incontro tenutosi al mattino. Ma i quattro si sono rifiutati e la polizia li ha arrestati. La protesta è nata dal fatto che a Einhaus, Speltz e Perez sia stata negata la notte prima l’Eucaristia per il fatto di essere gay. La Soulforce aveva dimostrato da domenica per attirare l’attenzione sulla questione dei preti gay e sulle politiche anti-gay cattoliche. Durante la conferenza i vescovi hanno discusso delle violenze sessuali all’interno della Chiesa e della possibile guerra in Irak.

Soulforce è un’organizzazione non governativa che attacca l’omofobia in varie religioni.

Ti suggeriamo anche  Bailey Reeves è la 17esima donna transgender uccisa nel 2019 negli Stati Uniti
Cinema gay

Paris is Burning, compie 30 anni il fantastico documentario sulla ball culture LGBT di New York

Lo strepitoso documentario di Jennie Livingston ha ispirato Ryan Murphy nella realizzazione di Pose.

di Federico Boni