BARROSO: NO ALLA DISCRIMINAZIONE

Il presidente designato oggi all'Europarlamento che domani voterà la fiducia alla sua Commissione: "Nessun rimpasto, ma garantisco i diritti di tutti". Voto contrario dalla GAD.

BARROSO: NO ALLA DISCRIMINAZIONE - durao barroso2 - Gay.it
3 min. di lettura

STRASBURGO – Nessun rimpasto nella composizione della Commissione, ma anche una promessa solenne di impegnarsi nella lotta senza esclusione di colpi alla discriminazione. Queste, in sostanza, le posizioni espresse da Jose Manuel Durao Barroso, presidente designato della Commissione Europea, che in mattinata ha ‘arringato’ il Parlamento di Strasburgo, a ventiquattr’ore dal voto dell’Eurocamera.
“Lotteremo contro ogni discriminazione”
A proposito di Buttiglione, Barroso si è detto convinto che “creda nella Carta dei diritti e nei Trattati Ue”, sottolineando che “non accetterebbe mai nella sua Commissione persone non compatibili con i Trattati dell’Unione europea”. “Lo sfortunato incidente” creatosi intorno a Buttiglione in seguito alle dichiarazioni su donne ed omosessuali alla Commissione per le libertà pubbliche “ha sottolineato – ha notato Barroso – come sia importante per noi un’azione decisiva per la non discriminazione”. Barroso ha aggiunto che “non si può nutrire alcun dubbio sul fatto che le politiche sulla non discriminazione siano per noi fondamentali”. Il presidente in pectore dell’Esecutivo Ue spende diversi minuti sul tema, e annuncia che intende costituire e presiedere un Gruppo di Commissari ad hoc, mettere a punto una direttiva quadro e lanciare un piano d’azione contro antisemitismo, razzismo e xenofobia. “Tutte queste iniziative – ha affermato – verranno preparate sotto la mia autorità, e sono pronto a presentarvele personalmente quando sarà tempo. Fatemi essere molto chiaro: garantirò personalmente il pieno controllo delle nostre azioni nella lotta alla discriminazione e nella promozione dei diritti fondamentali”.

BARROSO: NO ALLA DISCRIMINAZIONE - barroso buttiglione01 - Gay.it

Un equilibrio delicato
Barroso ha poi messo in guardia gli eurodeputati contro il rischio di una crisi in caso di rifiuto della sua squadra. “Sono qui per lavorare con voi in uno spirito di compromesso, chiedo da parte vostra lo stesso spirito per il bene dell’Europa – ha insistito Barroso – Penso che la migliore soluzione è quella che vi ho proposto”, ha aggiunto giustificando il suo rifiuto ad assegnare a Buttiglione altro incarico con la necessità di trovare una “posizione di equilibrio”. “L’Unione Europea è un equilibrio difficile. Anche i governi hanno il diritto di rappresentare gli stati e la Commissione, una volta investita, deve rappresentare l’interesse generale europeo”.
Commissione a rischio bocciatura?
Nonostante le garanzie presentate dal Presidente designato, questa Commissione rischierebbe una bocciatura domani nel voto dell’Europarlamento. Se ne dice convinto, ad esempio, Francis Wurtz, capogruppo del Gue (Comunisti europei), che durante una conferenza stampa ha affermato: “Esiste la seria possibilità che l’investitura delal Commissione europea venga rifiutata”. Parlando delle dichiarazioni di Buttiglione, il leader del Gue le ha definito “inadeguate, inaccettabili e anacronistiche”. L’eurodeputato Giusto Catania, intervenendo in conferenza stampa con Wurtz a Strasburgo ha detto che “qualora la Commissione venisse sconfitta non si aprirebbe alcuna crisi istituzionale”. Catania ha anche spiegato che per quanto riguarda il caso Buttiglione dire che “si è agitata una campagna anticattolica è una bugia”. Buttiglione “dovrebbe essere – ha aggiunto Catania – il potere istituzionale che garantisce i diritti fondamentali. Le cose dette dal commissario designato sono in antitesi con questi diritti”.
Europarlamentari italiani: GAD per il no, Polo per il sì
Comincia così la conta dei voti. Ad oggi, sembra che gli eurodeputati italiani del centrosinistra negheranno domani la fiducia alla Commissione europea di Josè Manuel Durao Barroso. In luglio l’Ulivo si era diviso in occasione del voto su Barroso, questa volta la GAD si presenta compatta. Sul fronte opposto, popolari e destre mantengono intatto il loro sostegno all’ex premier portoghese e alla sua squadra.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Kylie Minogue, Bebe Rexha e Tove Lo

Kylie Minogue: il singolo ‘My Oh My’ con Bebe Rexha e Tove Lo è un “usato sicuro”, ma funziona – AUDIO

Musica - Emanuele Corbo 11.7.24
Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024 - queer lion story - Gay.it

Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024

Cinema - Federico Boni 12.7.24
Titti De Simone - Legge contro l'omobitransfobia in Puglia

Legge contro l’omobitransfobia in Puglia, una battaglia durata 8 anni – Intervista a Titti De Simone

News - Francesca Di Feo 12.7.24
Lorenzo Zurzolo Prisma La Storia

Lorenzo Zurzolo tra James Franco ne “Gli Squali”, e Martin Scorsese nel film di Julian Schnabel “La mano di Dante”

Cinema - Mandalina Di Biase 12.7.24
Intervista a Laika, autrice del gigantesco murale dedicato a Michela Murgia: "Per guardare al futuro insieme a lei" - Laika e Michela Murgia - Gay.it

Intervista a Laika, autrice del gigantesco murale dedicato a Michela Murgia: “Per guardare al futuro insieme a lei”

Culture - Federico Boni 11.7.24
Gabriel Attal Jordan Bardella Gay.it TikTok

È virale la storia d’amore tra Jordan Bardella e Gabriel Attal inventata su TikTok durante le elezioni in Francia

Culture - Mandalina Di Biase 12.7.24

Continua a leggere

Insulti a Carolina Morace dopo l'annuncio della candidatura alle europee: "Pedofila devi stare in carcere" - Carolina Morace - Gay.it

Insulti a Carolina Morace dopo l’annuncio della candidatura alle europee: “Pedofila devi stare in carcere”

News - Redazione 2.5.24
Polonia matrimonio egualitario Gay.it

Polonia, la legge sulle unioni civili entra nell’agenda di governo

News - Redazione 10.7.24
Bruxelles Pride il 18 maggio: tutti i motivi per cui dovresti andarci! - bruxelles pride 2024 44 - Gay.it

Bruxelles Pride il 18 maggio: tutti i motivi per cui dovresti andarci!

Culture - Francesca Di Feo 11.4.24
meloni orban

Italia al 25° posto su 27 in Europa sui diritti. Peggio di noi solo Ungheria e Polonia. Il report sui singoli voti all’Europarlamento

News - Federico Boni 15.4.24
free willy, locali gay amsterdam

“Free Willy”, il nuovo locale queer ad Amsterdam dedicato agli amanti del nudismo

News - Redazione 19.4.24
irlanda-gestazione-per-altri

Irlanda: il governo di centrodestra depenalizza e regola la gestazione per altri. Il DDL Varchi sempre più inapplicabile a livello europeo

News - Francesca Di Feo 4.7.24
Svezia transizione 16 anni transgender

Svolta storica anche in Svezia, l’età per la transizione si abbassa a 16 anni, approvata la legge sull’autodeterminazione

News - Francesca Di Feo 18.4.24
Alessandro Zan, è boom preferenze. Quasi 180.000 voti, eletto all'Europarlamento - Alessandro Zan - Gay.it

Alessandro Zan, è boom preferenze. Quasi 180.000 voti, eletto all’Europarlamento

News - Redazione 10.6.24