Foto

Bruxelles Pride il 18 maggio: tutti i motivi per cui dovresti andarci!

Le ragioni per visitare Bruxelles sono infinite, e la scoppiettante parata Pride potrebbe proprio essere l'occasione giusta!

ascolta:
0:00
-
0:00
Bruxelles Pride il 18 maggio: tutti i motivi per cui dovresti andarci! - bruxelles pride 2024 44 - Gay.it
xr:d:DAF0t_RcubQ:188,j:4927818804918051,t:24040811
7 min. di lettura

La capitale europea si tinge di arcobaleno ed anticipa la stagione Pride con un evento che promette scintille: appuntamento sabato 18 maggio a Bruxelles, per la tradizionale parata rainbow del Bruxelles Pride!

Non soltanto un appuntamento imperdibile per la comunità LGBTQIA+ e lǝ suǝ allies, ma anche un’occasione unica per chiunque desideri scoprire la città in un momento di particolare effervescenza culturale e sociale.

Bruxelles si offre infatti come una meta di grande fascino, ricca di storia, arte, gastronomia e vitalità urbana tutte da scoprire!

18 maggio, Bruxelles Pride: “Al sicuro, ogni giorno, ovunque

Il comitato organizzatore del Bruxelles Pride stima anche quest’anno una partecipazione di non meno di 250.000 persone, che scenderanno nelle strade della suggestiva città belga per mostrarsi senza paura, e lottare contro la repressione delle identità LGBTQIA+ in Europa e nel mondo.

Il tema di quest’anno è infatti più rilevante che mai: “Al sicuro, ogni giorno, ovunque”, un potente appello non solo alla comunità LGBTQIA+, ma anche alla società civile, per combattere ogni forma di violenza, discriminazione e odio verso le identità non conformi.

Bruxelles Pride il 18 maggio: tutti i motivi per cui dovresti andarci! - bruxelles pride 2024 32 - Gay.it

Un coinvolgimento a 360°: mentre il cuore di Bruxelles si animerà con la Pride March, il Pride Village diffuso diventerà crocevia culturale, ospitando un’ampia varietà di associazioni LGBTQIA+ e artisti che si esibiranno sui palcoscenici dislocati nel nucleo vitale della capitale.

La giornata vedrà la collaborazione di circa un centinaio di partner, associazioni e artisti, tutti uniti dallo scopo comune di rendere l’evento un contenitore che faccia brillare tutte le sfaccettature del movimento LGBTQIA+.

Parallelamente, il Rainbow Village, con i suoi locali queer nel quartiere Saint-Jacques, vibrerà di vita e di colori, contribuendo a vivacizzare l’atmosfera cittadina per l’intero fine settimana.

L’evento sarà gratuito ed aperto a tutti, con un occhio di riguardo alla salute e alla sicurezza dell* partecipanti. Per garantire che l’evento possa essere vissuto in serenità da chiunque, verranno infatti predisposte, in punti nevralgici, le aree denominate Safe Place e Safe Santé.

Il Safe Place sarà un rifugio dove prendersi un momento di pausa lontano dalla folla, mentre il Safe Santé fornirà assistenza medica, e sarà inoltre un punto di riferimento per segnalare comportamenti che possano risultare inappropriati, offensivi o lesivi nei confronti dell’identità e del genere di una persona.

La Pride Week di Bruxelles

Tra monumenti ed edifici illuminati a festa, l’arcobaleno di Bruxelles arriverà in anticipo: già dal 8 maggio, la città si animerà con l’avvio della Bruxelles Pride Week, evento di arte e di attivismo che troverà il proprio palcoscenico naturale lungo le pittoresche rive del ponte Suzan Daniel.

Artisti e progetti che abbracciano la causa LGBTQIA+ troveranno spazio e voce in un intreccio di espressioni artistiche volto ad arricchire il tessuto culturale di Bruxelles e ad amplificare il messaggio di uguaglianza e accettazione mandato dalla capitale europea all’Europa a al mondo.

Bruxelles Pride il 18 maggio: tutti i motivi per cui dovresti andarci! - bruxelles pride 2024 38 - Gay.it

L’intenso caleidoscopio di eventi vedrò la partecipazione della RainbowHouse, nucleo centrale delle associazioni LGBTQIA+ di Bruxelles, che insieme ad altri collettivi, offrirà un’ampia gamma di attività dislocate in vari punti della città, in particolare al Grands Carmes.

Il 16 maggio, il Mini-Pride anticiperà la parata vera e propria percorrendo le vie del quartiere di Saint-Jacques. Oltre a a rappresentare un gesto simbolico di visibilità, il corteo saluterà il simbolo della città, il celebre Manneken-Pis, che per l’occasione vestirà un costume unico.

Cosa fare a Bruxelles aspettando il Pride

Arrivi per il Pride, rimani per la meraviglia: visitare Bruxelles significa immergersi in un contesto urbano ricco di storia, arte e cultura, con un occhio di riguardo anche alla gastronomia e al divertimento.

La capitale del Belgio e dell’Unione Europea offre un mix unico di attrazioni turistiche, monumenti storici, musei d’avanguardia e quartieri scoppiettanti dove passare indimenticabili serate respirando un’atmosfera che fonde perfettamente antico e moderno, austero e vivace.

>> Qui, il sito ufficiale di Visit Brusselles!

2024: l’anno del surrealismo a Bruxelles

Se ti trovi quindi a Bruxelles in occasione del Pride, preparati a un’esperienza… surreale! Nel 2024, Bruxelles diventa infatti il palcoscenico di una celebrazione straordinaria dedicata al Surrealismo, uno dei movimenti artistici più influenti del XX secolo.

Quest’anno, la città onora due importanti anniversari che segnano profondamente il legame tra Bruxelles e il Surrealismo: il centenario della pubblicazione del Manifesto Surrealista, avvenuta nel 1924, e il 75esimo anniversario della morte di James Ensor, che con i suoi lavori visionari e precursori, è riconosciuto come una delle figure chiave che hanno preparato il terreno al Surrealismo.

Per celebrare questi momenti storici, un’ambiziosa serie di eventi è stata organizzata proprio nella capitale europea, frutto della collaborazione tra prestigiose istituzioni culturali quali i Musei Reali delle Belle Arti del Belgio, il BOZAR (Centro delle Belle Arti di Bruxelles), la Biblioteca Reale del Belgio (KBR) e il Museo Magritte.

La rassegna è concepita per coinvolgere e stimolare un pubblico vasto e trasversale. Non solo appassionati d’arte e studiosi, ma anche famiglie e visitatori occasionali saranno invitati a immergersi nel mondo onirico e anticonformista del Surrealismo.

Ursula Jone Gandini, direttrice italiana dell’Ufficio del Turismo di Bruxelles, sottolinea l’affinità intrinseca tra la città e il movimento Surrealista, entrambi caratterizzati da uno spirito eclettico e anticonvenzionale.

Le esposizioni principali saranno accompagnate da una serie di eventi speciali disseminati in tutta la città, progettati per celebrare il Surrealismo in tutte le sue forme: qui il programma completo.

Attrazioni imperdibili

Una passeggiata per le vie di Bruxelles non può prescindere una visita all’Atomium, imponente struttura che ricorda la forma di un atomo ingrandito 165 miliardi di volte, e che si erge come simbolo indiscusso dello spirito anticonvenzionale di Bruxelles.

Costruito per l’Expo del 1958, non solo cattura lo sguardo con la sua peculiare architettura esterna, ma invita anche i visitatori a esplorare le esposizioni al suo interno e a godere di una vista panoramica sulla città dalla sfera situata nella parte superiore.

Al centro della vita cittadina si trova poi la Grand Place (Grote Markt), il cuore pulsante di Bruxelles, adornata da opulenti edifici del XVII secolo, come l’imponente Municipio e la Casa del Re, che rendono la piazza un luogo incantevole in ogni momento del giorno e affascinante di notte, grazie a un’illuminazione spettacolare.

A breve distanza, la statua di Manneken Pis, raffigurante l’amato puttino irriverente simbolo della città, attrae visitatori da tutto il mondo, e viene spesso abbigliata con costumi vari per celebrare eventi speciali – tra cui proprio il Pride di Bruxelles!

Arte e cultura

Imperdibile una visita al complesso dei Musei reali delle Belle Arti del Belgio, dove i visitatori hanno l’opportunità di immergersi in una collezione che abbraccia secoli di arte, dall’antichità al moderno.

Tra le sale espositive, si possono anche ammirare le opere di maestri come Rubens e Bruegel, ttestimoni eterne dell’evoluzione artistica europea.

Poco distante, il Centro Belga del Fumetto accoglie gli appassionati in un viaggio attraverso la storia del fumetto, sia belga che internazionale. Al suo interno, in uno splendido edificio Art Nouveau, si possono scoprire i mondi di Tintin e i Puffi, tra gli altri, offrendo una prospettiva unica sull’arte sequenziale che accompagna generazioni.

Gastronomia

Stiamo guardando voi, golosonǝ e affini, e sappiamo anche che aspettavate questa sezione con ansia! Bruxelles è infatti anche il paradiso dei Willy Wonka più accaniti, con la sua celebre tradizione cioccolatiera. 

Neuhaus, Godiva e Leonidas, le cioccolaterie più antiche e rinomate della città, offrono l’opportunità unica di assaggiare e acquistare pregiate, piccole opere d’arte gastronomiche da gustare on the go mentre visitate le meraviglie a ogni angolo della città.

Allo stesso modo, la tradizione brassicola del Belgio, riconosciuta a livello mondiale, rende la visita a locali tradizionali o birrerie un’esperienza imperdibile per degustare alcune delle migliori birre artigianali.

E per i foodie più avventurosi, imperdibile il peculiare moules-frites, classico piatto belga di cozze accompagnate da patatine fritte, disponibile in numerosi ristoranti della città.

Spazi verdi e relax

La frenesia della vita cittadina vi spinge a desiderare un’oasi di relax per staccare un po’ da visite guidate e mercatini vintage? è il momento di sdraiarsi un po’ al sole al Parco del Cinquantenario, grande polmone verde nel cuore di Bruxelles, destinazione perfetta per chi desidera immergersi in una passeggiata tranquilla o godersi un picnic all’aperto.

E per gli avventurieri seriali, la Foresta di Soignes, alle porte della città, è un’estesa area boschiva pronta ad accogliere hikers e amatori, offrendo una varietà di sentieri escursionistici per un momento di pace e connessione con la natura.

Locali queer

Bruxelles, città cosmopolita e aperta, è rinomata per la sua vivace scena queer, che si estende in varie aree e si esprime attraverso numerosi locali.

Il cuore pulsante della scena si trova principalmente nel quartiere di Saint-Jacques, situato nel centro storico vicino alla Grand Place, dove l’atmosfera accogliente e festosa attrae una folla diversificata, in una vasta gamma di bar, caffè, club e negozi che si rivolgono alla comunità queer.

Tuttavia, l’offerta non si limita a un’unica zona. Diversi locali sparsi per la città, inclusi alcuni nei quartieri più moderni e nelle zone residenziali, offrono spazi sicuri e inclusivi per una meritatissima serata di svago e… incontri! Ne citiamo alcuni:

  • Chez Maman: famoso per i suoi spettacoli di drag queen, questo bar è una vera istituzione nella scena LGBTQIA+ di Bruxelles.
  • La Demence: una delle serate di clubbing gay più famose in Europa, che si svolge principalmente al Fuse Club. Attrae un pubblico internazionale con DJ di fama mondiale e serate a tema.
  • Le Belgica: locale storico della comunità LGBTQIA+ di Bruxelles, noto per la sua atmosfera rilassata, ottima musica e serate affollate.
  • Le Fontainas: bar caffè che attira una folla mista grazie alla sua atmosfera bohémien, ottimo per chi cerca un ambiente più tranquillo per bere e chiacchierare.
  • Le Detour: popolare tra gli studenti e i giovani professionisti per le sue serate karaoke e i quiz.
  • Rainbow House (Maison Arc-en-Ciel): più che un locale, è il cuore della comunità LGBTQIA+ di Bruxelles. Ospita serate e momenti di svago, ma anche momenti culturali e di attivismo per chi non riesce proprio a staccare!

Per più info in tempo reale sulla movimentata scena queer di Bruxelles, consigliamo di visitare Ket Brusselles! 

Mobilità

Per quanto riguarda la mobilità, la città si avvale di un sistema di trasporto pubblico altamente efficiente, che comprende metro, tram e autobus.

Per ottimizzare ulteriormente l’esperienza turistica, è consigliabile valutare l’acquisto della Brussels Card, che offre numerosi vantaggi, tra cui l’accesso gratuito o a tariffe ridotte in molteplici attrazioni, nonché la possibilità di usufruire senza limiti dei mezzi di trasporto pubblico.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
iraq-donne-trans (2)

Iraq, la strage silenziosa delle donne trans, uccise dai loro familiari per “onore”

Corpi - Francesca Di Feo 20.5.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
Billie Eilish, è uscito il nuovo album "Hit Me Hard and Soft"

Billie Eilish ritrova se stessa e plasma di nuovo il pop alla sua (gigante) maniera

Musica - Emanuele Corbo 21.5.24
Queer Planet, il trailer del doc sugli animali LGBTI+ scatena i conservatori d'America (VIDEO) - Queer Planet Official Trailer - Gay.it

Queer Planet, il trailer del doc sugli animali LGBTI+ scatena i conservatori d’America (VIDEO)

News - Redazione 21.5.24

Leggere fa bene

torino pride

Torino Pride 2024: il 15 giugno

News - Redazione 11.4.24
parma pride 2024 intervista

Intervista a Parma Pride 2024: “Nutriamo l’amore! Le unioni civili sono un ripiego”

News - Gio Arcuri 14.5.24
Abruzzo Pride 2024: sabato 6 luglio a Pescara - abruzzopride pescara - Gay.it

Abruzzo Pride 2024: sabato 6 luglio a Pescara

News - Redazione 8.4.24
priot pride 2024

PRIOT: sabato 1° giugno torna il “Pride Romano Indecoroso Oltre Tutto”

News - Redazione 21.5.24
modena pride 2024, sabato 25 maggio

Modena Pride 2024: sabato 25 maggio

News - Redazione 17.3.24
pavia pride 2024, sabato 1 giugno

Pavia Pride 2024: sabato 1° giugno

News - Redazione 4.4.24
Tel Avviv Pride 2024 cancellato

Tel Aviv cancella la Pride Parade 2024. Motivazioni di lutto o semplicemente politiche?

News - Lorenzo Ottanelli 10.5.24
salento pride 2024 a Lecce

Salento Pride 2024: il 6 luglio a Lecce

News - Redazione 26.2.24