Che cosa è il porno etico?

Cosa significa? Dove guardarlo? Perché parlarne?

ascolta:
0:00
-
0:00
pleasure (2021)
pleasure (2021)
3 min. di lettura

Abbiamo parlato giorni fa del porno etico e di quanto poco piaccia ai conservatori.

Ogni volta che trattiamo argomenti come pornografia o lavoro sessuale si aprono mille fazioni che finiscono sempre per polarizzarsi a destra o sinistra dove il porno mainstream è considerato spesso il male sceso in Terra, e chi preferisce guardarsi i video gratis su Pornhub è un cattivone.

Nei fatti, su Pornhub c’è davvero un po’ di tutto, dai revenge porn ai video consensuali selezionati dagli stessi performer, e non andrebbe fatta la croce a nessun* per quale piattaforma utilizza.

Risparmiandoci la gara a chi è più bravo dell’altro,  possiamo sempre maturare o contemplare delle alternative più sicure e controllate rispetto allo stampo del porno anni ’80 che spesso non tutela nessuna delle persone coinvolte (ma ci torneremo).

Che cosa si intende per porno etico?

Il porno etico è una piattaforma dove i contenuti sono creati legalmente, rispettando i diritti e le esigenze di ogni sex worker, non solo sul piano retributivo ma anche per quanto riguarda un set sicuro, empatico, e aperto all’ascolto di ogni singola parte coinvolta. Prima,  durante (grazie anche all’utilizzo di safe word), e dopo la scena.

È un porno più inclusivo: non mette al centro solo un certo tipo di corpi e ruoli, ma celebra una varietà di fisici e identità anche non conformi allo standard canonico a cui siamo stat* abituat*.

È un porno che si discosta dallo sguardo a senso unico di un uomo etero eterosessuale e cisgender, ma accoglie anche il punto di vista di registe donne, persone LGBTQIA+, disabili e altre categorie marginalizzate rispetto quella più privilegiata.

Nel porno etico le protagoniste non sono oggetto ma soggetto della scena, ribaltando quei ruoli di genere e stereotipi che tendiamo a  dare per scontati in ogni ambito della società, non solo quello audiovisivo.

Con il porno etico possiamo provare piacere con fantasie, desideri, o molto semplicemente alternative non circoscritte al punto di vista oggettificante e fallocentrico (chiarendo che nella vita ci sono anche persone a cui piace essere oggettificate o prestarsi ad uno sguardo voyuerista, e non dobbiamo farcene una colpa).

Quali sono le piattaforme dove guardare porno etico?

La ben nota Only Fans richiede un rigido processo di verifica dell’età di ogni performer, permettendo loro di stabilire condizioni e prezzi, e creando uno spazio sicuro per ogni etnia, orientamento sessuale, identità di genere disabilità o corpo.

Ma anche la piattaforma di Erika Lust – regista, produttrice cinematografica e scrittrice svedese ben nota per il suo porno femminista e intersezionale – Uniporn TV, Rosario Gallardo, Lustery, Four Chambers, Make Love Not Porn, Sssh.com, e Afterglow.

Perché è importante parlare di etica nel porno? Perché oltre ad offrire una visione più inclusiva e trasversale a quella precostruita, si supporta e nutre un ciclo lavorativo che tiene conto dei diritti, ancor prima dei doveri, di ogni parte coinvolta – in primis la base di ogni rapporto interpersonale e sessuale: il consenso.

Ma quando parliamo di porno etico è bene ricordare che l’assenza di ‘eticità’ non riguarda esclusivamente la pornografia, ma coinvolge un po’ il mondo del lavoro in generale (e il lavoro sessuale è sempre lavoro, bello o brutto). La tutela è un diritto essenziale per ogni persona che lavora, ma prima di dividere il mondo tra buoni e cattivi, sarebbe saggio ascoltare le storie delle sex worker senza scegliere al posto loro cosa è etico e cosa non lo  è.

Come spiega Sara Brown, performer e adult industry specialist: “Discriminare tra “porno mainstream” e “porno etico” implica innanzitutto che il “mainstream” non sia etico. Questa affermazione non solo è falsa, ma fomenta quella che nell’industria chiamiamo “guerra al porno”, ossia la narrazione gradita a media e governi che il porno di per sé è dannoso, quindi c’è bisogno di alternative più “sane”. Qualunque distinzione tra “porno buono” e “porno cattivo” finisce col rafforzare lo stigma su sex workers i cui corpi rappresentano questa industria, e che sono già abbondantemente perseguitati“.

Come spiega Brown, qualunque porno – mainstream o (più correttamente) indipendente – può essere etico. Il movimento #MeToo ha incoraggiato sex performer a esigere cambiamenti, istituendo protocolli di produzione che includono conversazioni pre-riprese sul consenso e rendendole oggi una pratica etica standard tanto nel porno indie come in quello mainstream.

Da consumatorə possiamo scegliere il porno che meglio rispecchia le nostre fantasie (e disponibilità economiche) tra le alternative esistenti. Il porno non è educazione sessuale ma intrattenimento. Un’educazione sessuale completa (questa sconosciuta) dovrebbe fornirci gli strumenti per riconoscere dove finisce la fantasia e dove inizia la realtà, formandoci come fruitorə consapevolə di porno. Senza giudicarci per le nostre fantasie né considerare umani di serie B le persone che lavorano nel porno“.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

La nuova Forza Italia "liberal" voluta dai Berlusconi vuole dividere la comunità LGB da quella T?

Forza Italia vuole dividere la comunità LGBIAQ dalla comunità T, ma noi “Insieme siamo partite, insieme torneremo”

News - Giuliano Federico 22.7.24
Claudia Pandolfi Giffoni

Claudia Pandolfi in lacrime a Giffoni per “Il ragazzo dai pantaloni rosa”: “Sento la responsabilità di questo film”

Cinema - Emanuele Corbo 23.7.24
spiagge gay italiane spiagge queer lgbtqia

Speciale Spiagge 2024: 100 spiagge gay in Italia da non perdere

Viaggi - Redazione 1.7.24
Kamala Harris Brat

Perché Kamala Harris è una brat, cosa significa e quali star l’hanno già acclamata

News - Mandalina Di Biase 23.7.24
Deadpool & Wolverine, trionfo queer tra risate, allusioni sessuali, celebrazione mutante e un'iconica Madonna - TDW 14349 R - Gay.it

Deadpool & Wolverine, trionfo queer tra risate, allusioni sessuali, celebrazione mutante e un’iconica Madonna

Cinema - Federico Boni 24.7.24
Pestaggio Roma Coppia Gay - La difesa dei 4 presunti aggressori smentisce l'omofobia "Non sapevamo fossero gay"

Pestaggio coppia gay a Roma, gli aggressori “Non abbiamo usato insulti omofobi”

News - Redazione 22.7.24

I nostri contenuti
sono diversi

Fedez annuncia apertura canale OnlyFans

Fedez cede a OnlyFans e apre il suo canale: “Mi consigliano di ripulirmi l’immagine e faccio il contrario”

News - Emanuele Corbo 21.6.24
Gianluca Conte, Cedrik Lorenzen e Manny Hp

Sexy Chef a luci rosse: tutto sul nuovo trend che sta conquistando il web

Corpi - Luca Diana 16.7.24
Revenge porn, la legge italiana è un disastro, ecco perché - revengeporn - Gay.it

Revenge porn, la legge italiana è un disastro, ecco perché

News - Francesca Di Feo 7.2.24
Consumo di contenuti p0rn0 con persone trans nel mondo - dati forniti da Pornhub

L’Italia è la nazione che guarda più p0rn0 con persone trans*

News - Redazione Milano 20.4.24
John Cena è su Only Fans?

Ma John Cena è davvero su Only Fans?

Culture - Riccardo Conte 23.2.24
Fedez ha aperto il suo profilo OnlyFans: "Petto peloso da far sognare, addominali per grattugiare il grana" - Fedez ha aperto il suo profilo OnlyFans - Gay.it

Fedez ha aperto il suo profilo OnlyFans: “Petto peloso da far sognare, addominali per grattugiare il grana”

Musica - Redazione 25.6.24
Steven Miles, il pornodivo bisessuale, Proud Boy e trumpiano, condannato a 24 mesi di carcere per l'assalto a Capitol Hill - Steven Miles - Gay.it

Steven Miles, il pornodivo bisessuale, Proud Boy e trumpiano, condannato a 24 mesi di carcere per l’assalto a Capitol Hill

News - Redazione 20.2.24