Storia LGBT: gli Anni 2000 con i DICO e le prime applicazioni

di

Dal 2000 in poi, anche la politica italiana inizia a fare i primi timidi passi a favore dei diritti degli omosessuali.

storia lgbt
CONDIVIDI
116 Condivisioni Facebook 116 Twitter Google WhatsApp
827 0

Gli inizi del nuovo millennio per la storia LGBT sono stati molto significativi, sia per i balzi avvenuti negli altri Paesi europei sia per le prime proposte dalla politica in Italia.

Tra leggi anti-discriminazione e il tentativo di approvare una prima legge a favore delle coppie gay, ci sono cinque date importanti dal 2000 al 2009 da tenere a mente.

2000

Il Parlamento approva una direttiva riguardante la non discriminazione sul posto di lavoro in base all’orientamento sessuale. Ma con il decreto legislativo n. 216 del 9 luglio 2003, il testo subisce delle modifiche. Alcune clausole limitano l’accesso delle persone omosessuali all’interno delle Forze Armate, Polizia di Stato e Vigili del Fuoco. In questo caso, l’orientamento sessuale assume rilevanza nel procedimento di selezione. Autorizza quindi il ministero della Difesa ad acquisire i dati riguardanti la vita sessuale del candidato. I ministeri di Giustizia, Economia e Finanze e Interno potranno accedere ai dati solo nel caso vi sia stato un cambiamento di genere. 

2001

I Paesi Bassi sono il primo Paese al mondo a legalizzare il matrimonio egualitario. Nello stesso anno è legalizzata anche la possibilità di adottare un bambino. Per le coppie lesbiche è autorizzata la fecondazione in vitro, prima riservata solo a coppie eterosessuali. Anche per questo primato, i Paesi Bassi vengono considerati una delle nazioni più gay-friendly al mondo. Amsterdam, ad esempio, ha anche un monumento in ricordo della storia LGBT ai tempi del nazismo.

2006

Alle elezioni italiane che hanno aperto la XV legislatura con il secondo governo di Romano Prodi, viene eletta nel collegio di Lazio 1 Vladimir Luxuria, a quel tempo candidata con Rifondazione Comunista. Wladimiro Guadagno (all’anagrafe) è la prima persona transessuale a entrare in uno dei due rami del Parlamento. Il suo arrivo alla Camera è stato al centro di polemiche per il bagno che doveva utilizzare in quanto transgender.

2007

Sempre nel corso del governo Prodi II, si discute la legge sui DICO. L’8 febbraio inizia la discussione in Parlamento, dopo l’approvazione del CDM. I “Diritti e doveri delle persone stabilmente Conviventi” riguardano le famiglie omosessuali, con firma di Bindy e Pollastrini. Una prima modifica porta a rivedere il nome, che diventa CUS (Contratto di Unione Solidale). Lo scarso sostegno da parte dei parlamentari sia di destra che di sinistra fece naufragare il testo, decaduto poi assieme al governo. Il tema dell’omosessualità, dopo 7 anni, torna tra i banchi della politica, anche se con un nulla di fatto. 

2009

Nascono le prime applicazioni per incontri che utilizzano il GPS. E’ stata una vera rivoluzione per conoscere ragazzi o ragazze in rete, avendo accesso anche alla distanza. La più famosa applicazione per incontri omosessuali è Grindr, che dal 2009 spopola tra la maggior parte della comunità LGBT.

Leggi   Storia LGBT: gli Anni '90 delle conquiste
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...

Commenta l'articolo...