Glitter sul volto dei modelli per dimostrare che la mascolinità degli uomini non è tutto.

I glitter come modo per uscire dagli stereotipi, per non dare nessuna etichetta, nessun identità e nessun genere sessuale. Con questa idea, il fotografo Quil Lemons ha voluto creare Glitterboy. Ma non sono solamente foto divertenti, o semplici uomini di colore, dal fisico muscoloso. Ma con dei glitter sparsi su tutto il volto.

Glitterboy ha un senso molto più profondo, che punta a combattere la mascolinità stereotipata dell’uomo. Per questo motivo, Quil Lemons ha voluto fotografare alcuni suoi amici, che per il progetto sono diventati dei veri e propri modelli. Per alcuni di loro, era la prima volta che si mettevano del trucco. Ma non si è fermato qui. Volutamente, ha scelto solo uomini di colore, perché sono loro, differenza dei bianchi, a non mostrare una sessualità e una fluidità che non sia quella del maschio tutto d’un pezzo: “Questi (l’uso del glitter, ndr)sono gli unici modi in cui puoi brillare, come un uomo di colore” ha spiegato Quil Lemons. 

Immagini: Allure

Il progetto Glitterboy contro la mascolinità 1/6 Il progetto Glitterboy contro la mascolinità
Il progetto Glitterboy contro la mascolinità 2/6 Il progetto Glitterboy contro la mascolinità
Il progetto Glitterboy contro la mascolinità 3/6 Il progetto Glitterboy contro la mascolinità
Il progetto Glitterboy contro la mascolinità 4/6 Il progetto Glitterboy contro la mascolinità
Il progetto Glitterboy contro la mascolinità 5/6 Il progetto Glitterboy contro la mascolinità
Il progetto Glitterboy contro la mascolinità 6/6 Il progetto Glitterboy contro la mascolinità