Day Hospital per la disforia di genere, Titti de Simone chiede l’intervento della Regione Puglia

La Consigliera, Titti de Simone, raccoglie le richieste di numerose associazioni lgbtqia+ pugliesi. "Andiamo nel concreto oltre i bla bla bla: da un po’ di tempo occorre un intervento regionale per stabilizzare il Day Hospital per la disforia di genere del Policlinico".

transgender
2 min. di lettura

Da Titti de Simoneattuale Consigliera al Presidente della Regione Puglia, arriva una lettera aperta rivolta al Direttore dell’Azienda ospedaliero-universitaria Policlinico di Bari e a chi in Regione tutela la Sanità. La richiesta è di porre l’accento sul Day Hospital per i Disturbi dell’identità di genere” , servizio che in Puglia esiste da molti anni, ma che presenta gravi disfunzioni.

Titti de Simone
Titti de Simone, Consigliera del Presidente della Regione Puglia per l’attuazione del programma di governo.

 

“Il diritto alla salute è un diritto universale.
La Puglia sa e deve distinguersi dal panorama nazionale, offrendo accoglienza, inclusione per le persone lgbtq+. […] Ho scritto ai vertici della Sanità pugliese per farmi carico di quello che tantissime associazioni chiedono da tempo: porre attenzione e cura ad un servizio necessario che va migliorato, ad un diritto da garantire”

 

Titti de Simone, giornalista e attivista lgbtqia+, raccoglie le richieste di numerose associazioni sul territorio pugliese e chiede di migliorare un servizio diventato riferimento non solo in Regione ma in tutto il Mezzogiorno. Il Day Hospital, tra i pochi nel nostro Paese, prendere in carico persone che lamentano disagio legato all’identità di genere e si occupa della ricerca su questo tema.

Sono essenzialmente due le questioni su cui verte l’analisi e la richiesta di de Simone. Il servizio attualmente presenta una notevole “instabilità” e discontinuità, dovute allo scadere dei contratti a tempo determinato – come quelli degli psicologi – e alla non disponibilità di una equipe clinica stabile. Come specificato nella lettera, questa disfunzione

“reca un notevole disagio ai numerosi utenti già seguiti, alle loro famiglie, obbliga talvolta a rivolgersi a centri di altre regioni italiane, con aggravio peraltro anche dei costi a carico della sanità regionale”.

Altra questione cruciale è il linguaggio. La Consigliera chiede che sia riformulata la dicitura “Day Hospital per i Disturbi dell’identità di genere” con “Day Hospital per la disforia di genere“, come correttamente viene denominato in moltissime altre regioni.

“Generare culture non violente, non discriminatorie e inclusive, significa anche utilizzare un linguaggio libero da stigmatizzazioni e pregiudizi”.

Queste richieste sono sostenute anche in una proposta di legge depositata pochi giorni fa e sottoscritta da 25 Consiglieri regionali, “Disposizioni per garantire il principio di pari opportunità e parità di trattamento in riferimento all’orientamento sessuale, all’identità di genere e alle variazioni nelle caratteristiche di sesso“.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Antoine Dupont, il capitano francese di rugby "pronto ad interrompere una partita” per insulti omofobi - Antoine Dupont - Gay.it

Antoine Dupont, il capitano francese di rugby “pronto ad interrompere una partita” per insulti omofobi

Corpi - Redazione 20.6.24
Stonewall Inn, oltre 150 bandiere arcobaleno vandalizzate: "Non riuscirete ad intimidirci" - Stonewall Inn oltre 150 bandiere arcobaleno vandalizzate - Gay.it

Stonewall Inn, oltre 150 bandiere arcobaleno vandalizzate: “Non riuscirete ad intimidirci”

News - Redazione 19.6.24
Ariete sorprende i fan

Ariete offre la colazione ai fan che la aspettano da 24 ore: “Per voi ci sarò sempre”

Musica - Emanuele Corbo 20.6.24
X Factor 2024

X Factor 2024 è una bomba, abbiamo visto le audition: le nostre prime impressioni

Culture - Luca Diana 19.6.24
Carmine Alfano, le frasi choc del candidato sindaco di Torre Annunziata: "I ricchi*ni nel forno crematorio" - Carmine Alfano - Gay.it

Carmine Alfano, le frasi choc del candidato sindaco di Torre Annunziata: “I ricchi*ni nel forno crematorio”

News - Redazione 18.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24

Continua a leggere

Veganuary - Di Pazza e la cucina vegetale

Di Pazza: cos’è il Veganuary e l’insostenibile leggerezza del vegetale

Culture - Emanuele Cellini 11.1.24
@spartaco._

Il mondo gamer raccontato da Jessica G. Senesi: tra autoironia e inclusività

News - Riccardo Conte 1.2.24
bari pride 2024, sabato 29 giugno

Bari Pride 2024: sabato 29 giugno

News - Redazione 9.5.24
HUNTER SCHAFER

Hunter Schafer è stata arrestata per una protesta pro-Palestina

News - Redazione Milano 28.2.24
meloni orban

Italia al 25° posto su 27 in Europa sui diritti. Peggio di noi solo Ungheria e Polonia. Il report sui singoli voti all’Europarlamento

News - Federico Boni 15.4.24
locali gay in salento e queer friendly

Salento LGBTIQ+: guida 2024 ai locali e saune gay, serate queer friendly, festival e molto altro

News - Redazione 18.3.24
pro-vita-manifesti-como-brescia

Pro Vita e Famiglia, nuovi manifesti “anti-gender” a Como e Brescia: la risposta di Arcigay

News - Francesca Di Feo 6.1.24
cgil-tesseramento-alias

Anche CGIL apre al tesseramento alias: “L’accoglienza delle tante diversità non è un qualcosa di facoltativo, ma necessario”

News - Francesca Di Feo 21.1.24