Disabilità e sessualità, quali stereotipi sfatare?

I corpi disabili continuano a venire infantilzzati. Come iniziare ad evolvere la conversazione?

ascolta:
0:00
-
0:00
Copyright: David Poller 2013 LaPresse
June 26, 2013 - San Diego, California, U.S - Members of San Diego's LGBT community and supporters celebrated two decisions by the US Supreme Court seen as victories for gay marriage rights on Wednesday, with the overturning of the Defense of Marriage Act (DOMA) and a decision that sweeps away California's Proposition 8, a law that banned same-sex marriages in the state. A couple hugs on the other side of a huge Pride flag that was being held before it was carried through the streets of the Hillcrest neighborhood. LaPresseOnly Italy
2 min. di lettura

Foto in evidenza: Copyright: David Poller 2013 LaPresse

Sessualità e disabilità sembrano due termini che non possono partecipare allo stesso dibattito. Se succede, ci si muove su due poli estremi dove la sessualità è completamente assente (come se le persone disabili non avessero desideri o impulsi sessuali) o talmente eccessiva e impulsiva da non contenersi.

Ma quando a prendere parola sono le persone interne alla comunità, il dibattito si evolve e potremmo accorgerci che buona parte delle nostre credenze sono cliché a senso unico.

Sono quei pregiudizi che, come spiega il dr. Lelio Bizzarri, psicologo, psicoterapeuta, professional counselor a Roma, non solo confinano le persone disabili in un eterno stato d’infantilizzazione, ma limita anche l’accesso o la possibilità di avere un’educazione sessuale:

Viene visto come uno stimolo ad andare verso comportamenti ipersessualizzati oppure informazioni inutili per persone che tanto non potranno mai avere una propria vita sessuale“.

Quali step per sfatare questi retaggi e muoverci verso una lotta che sia davvero inclusiva? Superare quelle barriere e conoscere davvero le persone coinvolte. Permettendoci non solo di approfondire il loro vissuto, passando il microfono e lasciando il controllo della narrazione a chi lo vive sulla propria pelle, con tutte le varianti e contraddizioni del caso.

Può aiutare cercare di non eccedere con i comportamenti protettivi e sentirsi troppo responsabilizzati” spiega Bizzarri “A volte capita che le persone – coetanei e pari – abbiano difficoltà a socializzare perché trasferiscono questo atteggiamento iper-protettivo, confondendolo (come anche nei rapporti di coppia) con un rapporto di cura e caregiver”.

Tra Pride sempre non abbastanza accessibili e poche voci in dibattito, la conversazione riguarda anche la comunità LGBTQIA+: ospite il 12 Maggio presso l’Happy Hour online delle Mammematte, lo psicoterapeuta nota che la nostra cultura ancora fatica a immaginare che l’omosessualità vada di pari passo con la disabilità, come se le persone disabili non possano sviluppare un orientamento sessuale proprio. La conseguenza è una de-umanizzazione che non permette a tutte le soggettività coinvolte il privilegio dell’individualità, e con essa la possibilità di autodeterminazione.

A volte purtroppo, soprattutto per la disabilità cognitiva, si pensa che i comportamenti omosessuali siano legati alla mancanza di educazione sessuale o vengono di nuovo patologizzati” continua lo psicoterapeuta: “In realtà, sappiamo che sono due realtà che si muovono indipendentemente l’una dall’altra e vanno in qualche modo integrate nell’identità della persona“.

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura - Sessp 38 - Gay.it

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura

Culture - Federico Colombo 20.2.24
Marco Mengoni e Mahmood una canzone insieme

Marco Mengoni e Mahmood, una canzone insieme

Musica - Mandalina Di Biase 23.2.24
Amici 23, tutti gli allievi al Serale

Amici 23, da Dustin a Holden: tutti gli allievi al Serale

Culture - Luca Diana 25.2.24
Paolo Camilli

Paolo Camilli: “La mia omosessualità? L’ho negata fino alla morte con me stesso” – intervista

Culture - Luca Diana 23.2.24
Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote - Angelina Mango - Gay.it

Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote

News - Redazione 23.2.24
glaad-gaming-report

Il 17% dellǝ appassionatǝ di videogames è queer, ma l’industria ci rappresenta? Il rapporto di GLAAD

Culture - Francesca Di Feo 14.2.24

Hai già letto
queste storie?

palline anali vibranti, soraya beads reviews, stimolatore anale

Esplorando nuove profondità del piacere: una recensione dettagliata dello stimolatore anale Soraya Beads™ di LELO

Corpi - Giorgio Romano Arcuri 17.10.23
eyes wide shut

Durante le feste si fa più sesso?

Lifestyle - Riccardo Conte 18.12.23
dieta-vegana-livelli-di-libido

I vegani lo fanno meglio: uno studio rivela che una dieta plant-based incrementa i livelli di libido

Corpi - Francesca Di Feo 12.1.24
questo libro non parla di sesso

La pericolosa censura italiana al libro che spiega la sessualità agli adolescenti

Culture - Federico Colombo 16.10.23
amore

Gli uomini gay e bisessuali over 70 hanno una vita sessuale attiva con più partner

Corpi - Redazione 15.9.23
Emma, la commovente lettera di Ilenia Colanero: l’Apnea mi ha salvato la vita - Sessp 31 - Gay.it

Emma, la commovente lettera di Ilenia Colanero: l’Apnea mi ha salvato la vita

Musica - Federico Colombo 8.2.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Giorgio Romano Arcuri 29.1.24
I fantastici 5

I fantastici 5, la nuova serie tv con Raoul Bova che parla di sport e diversità

Serie Tv - Luca Diana 17.1.24