Foto

Edoardo Santonocito: l’influencer del fitness si racconta a Gay.it

Ecco a voi Edoardo, il tennis coach più seguito sui social!

edoardo santonicito
3 min. di lettura

Edoardo Santonocito è un influencer, un tennis coach, un modello alla Fashion Week di Milano e personal trainer. A 26 anni, conta un milione di follower su Instagram, il suo regno!

Gli abbiamo chiesto di raccontarci qualcosa su di lui. Dalla sua attività social alla sua opinione sulla comunità LGBT italiana. 

Edoardo Santonocito si racconta a Gay.it

  • Vediamo influencer di ogni tipo: cosa deve avere una persona qualsiasi per diventare famoso sui social? 
    Non c’è una formula magica per diventare “Influencer”. Letteralmente è un influencer chi ha la capacità di influenzare le scelte delle persone. E riesce a guidarle in diversi settori secondo il proprio gusto personale e le proprie abitudini di vita. Molte persone sono convinte che basti avere qualche follower. Postare qualsiasi tipo di contenuto con qualche caption filosofica. Taggare qualsiasi tipo di brand, e molti si sentono i nuovi Fashion Blogger del momento! A me piace fare soprattutto ironia su questo tema ormai molto trattato ma purtroppo, ad oggi, é così. Un “Influencer” deve essere anche un tramite tra il brand ed il consumatore e deve quindi essere una figura positiva in grado di poter far uscire in maniera corretta la propria immagine sia da sola che associata ad un prodotto da sponsorizzare. Il consiglio che posso dare ad un ragazzo/a che vuole provare a lavorare tramite i social network come influencer, è quello di trovare una propria identità senza copiare lo stile di qualcun altro. L’obiettivo è quello di usare le nostre passioni e le nostre caratteristiche distintive e preponderanti per comunicare un messaggio inserendo nei contenuti che postiamo il nostro marchio di fabbrica, ciò che ci distingue dagli altri. Bisogna essere unici e credibili.

 

  • Tua mamma ti ha fatto conoscere il tennis. Ma cosa ti ha fatto innamorare di questo sport?
    Ci sono moltissimi aspetti che mi affascinano e che me ne hanno fatto innamorare. Ma forse quello che mi piace di più del tennis è il modo in cui forgi il carattere e la personalità di un atleta. Il tennis è uno sport unico, ti mette completamente a nudo e fa emergere ogni tua debolezza, insicurezza, paura. Quando sei in campo sei solo e nessuno può aiutarti. In una partita di tennis sai quando entri in campo ma non quando uscirai ed una partita può durare da poco meno di un’ora a 3,4,5 ore o più; è una lotta fisica e mentale contro il tuo avversario e per tutte queste caratteristiche che vi ho spiegato, il tennis è uno sport decisamente complesso e forma il carattere di un giocatore – già in tenera età – in maniera molto rigida.

 

  • Cosa si prova ad essere il tennis coach più seguito a soli 26 anni?
    Quello é soltanto un “epiteto” che mi é stato assegnato, io penso più che altro a fare il mio lavoro nel miglior modo possibile. Comunque sono molto contento di quello che ho raggiunto e sto piano piano raggiungendo, continuando a pormi obiettivi sempre più alti. A 26 anni se mi guardo indietro vedo qualcosa di buono costruito mattoncino dopo mattoncino, ma la strada é ancora molto lunga. Non bisogna mai accontentarsi e bisogna dare sempre il massimo per migliorarsi giorno dopo giorno.

 

  • Su Instagram sei seguito anche da molti utenti LGBT. Cosa ne pensi della comunità LGBT italiana e dei gay pride, che inizieranno a partire da metà maggio?
    Non ho nessun tipo di giudizio nei confronti della comunità LGBT perché per quanto mi riguarda ognuno è libero di esprimere la propria sessualità senza dover essere giudicato e senza dover renderne conto a nessuno. Per quanto riguarda il gay pride, non vi ho mai participato, ma sembra una bella manifestazione creata ad hoc per la comunità LGBT, dove si celebra con fierezza la propria sessualità festeggiando senza timore di essere giudicati.

 

  • Sei mai stato in un locale gay, come ospite di una serata o come semplice frequentatore? Cos’hai pensato una volta uscito?
    L’unica volta che sono stato in un locale gay (così me lo hanno descritto), é stato a Mykonos diversi anni fa, al Jakie’o. L’ho trovato un locale come tanti altri, ovviamente con una elevata partecipazione maschile, ma nulla di diverso da un normale club. Credo purtroppo che ci siano troppi pregiudizi e che ci si soffermi troppo a criticare chi sembra “diverso” dal collettivo solamente perché si apprezzano persone anche dello stesso sesso. Dovrebbero essere tutti un po’ più “open mind” e pensare di più alle proprie vite anziché criticare quelle altrui.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Marco Mengoni e Angelina Mango, arriva il duetto

Marco Mengoni duetta con Angelina Mango nell’album “poké melodrama”: svelati tutti gli ospiti

Musica - Emanuele Corbo 27.5.24
triptorelina-famiglie-incatenate-sede-aifa

Triptorelina, le famiglie si incatenano sotto la sede dell’AIFA per protestare il tavolo tecnico e la sua composizione

News - Francesca Di Feo 24.5.24
Marco Mengoni e Angelina Mango, arriva il duetto

Marco Mengoni duetta con Angelina Mango nell’album “poké melodrama”: svelati tutti gli ospiti

Musica - Emanuele Corbo 27.5.24
teramo-estorsione-uomini-gay-grindr

Reggio Calabria, uomo gay adescato tramite app picchiato, insultato e derubato da tre ragazzi

News - Redazione 28.5.24
Papa Francesco Dignitas Infinita - Chiesa Cattolica - Vaticano

Papa Francesco e l’attacco ai seminaristi gay, le reazioni della comunità LGBTQIA+ italiana

News - Redazione 28.5.24
Chi è Karla Sofía Gascón, prima attrice trans a trionfare a Cannes e presto in un film con Vladimir Luxuria - Karla Sofia Gascon 1 - Gay.it

Chi è Karla Sofía Gascón, prima attrice trans a trionfare a Cannes e presto in un film con Vladimir Luxuria

Cinema - Redazione 27.5.24

Continua a leggere

Remo "Rey" Sciutto, il divulgatore storico e attivista LGBTQIA+ ha vinto la prima edizione di The Floor - VIDEO - Remo 22Roy22 Sciutto il divulgatore storico e artistico ha vinto la prima edizione di The Floor 2 - Gay.it

Remo “Rey” Sciutto, il divulgatore storico e attivista LGBTQIA+ ha vinto la prima edizione di The Floor – VIDEO

Culture - Redazione 31.1.24
Shane Dawson, il celebre youtuber e l'amato Ryland sono diventati genitori - Shane Dawson - Gay.it

Shane Dawson, il celebre youtuber e l’amato Ryland sono diventati genitori

Culture - Redazione 12.12.23
"Specchio specchio delle mie brame…”, la 6° sexy gallery social di selfie vip - Specchio 5 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame…”, la 6° sexy gallery social di selfie vip

Corpi - Redazione 2.2.24
Rey Sciutto, trionfatore di The Floor: "Cerco di promulgare una società più inclusiva, abbattendo stereotipi". L'intervista - Rey Sciutto cover - Gay.it

Rey Sciutto, trionfatore di The Floor: “Cerco di promulgare una società più inclusiva, abbattendo stereotipi”. L’intervista

Culture - Federico Boni 5.2.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri - Specchio specchio delle mie brame la sexy gallery social vip - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri

Culture - Redazione 16.4.24