Ferrara, lettera con minaccie omofobe: “fr*cio di mer*a, ti sei rotto un piede e se continui avrai rotto anche l’altro”

Sarebbe questa la "libertà di opinione" rivendicata da Meloni, Salvini, Pillon, Adinolfi e dal popolo del Family Day?

Ferrara, lettera con minaccie omofobe: "fr*cio di mer*a, ti sei rotto un piede e se continui avrai rotto anche l'altro" - Giacomo Gelmi - Gay.it
3 min. di lettura

Giacomo Gelmi è un membro del Cda del Teatro Comunale di Ferrara che ha ricevuto una lettera anonima minatoria, e a tinte omofobe. “Bene che ti sei rotto un piede così per un po’ la smetterai di intrometterti, uscire sui giornali e rompere le palle con le tue opinioni. Se continuerai fr*cio di mer*a la prossima volta avrai anche l’altro rotto”.

Immediata la solidarietà da Arcigay, con Giacomo, costretto sulla sedia a rotelle causa gesso alla gamba sinistra, che ha così replicato.

Un po’ inizialmente ci sono rimasto. Ma alcune cose le vorrei dire. Se pensate così di intimidirmi ed azzittirmi (per cosa poi non so) non mi conoscete per nulla. Con questa lettera mi date ancora più voglia di esprimere democraticamente le mie idee. Evidentemente quello che scrivo o dico vi dà fastidio perché forse a volte ci azzecco. Inutile anche sottolineare la nullità che siete sia come uomini (biologici) che come persone. Mi spiace viviate così male la vostra vita. Spero che qualcuna o qualcuno (spesso queste persone sono gay repress) vi doni pace e serenità. Il mio pensiero però va a tutti quei ragazzi e quelle ragazze che non hanno modo di reagire come faccio io, per i più svariati motivi. Sicuramente si chiuderebbero in se stessi e vivrebbero nel terrore perché ancora certi “focolai” di società arretrata non li permettono di fregarsene e/o reagire. Spero con il cuore, visto quello che leggo su certe pagine nazionali, che questa non venga presa come opinione personale. Infatti si parla spesso delle legge contro l’omofobia come liberticida. Pazzesco! Per finire ribadisco a questi esseri che avete scatenato la “belva” che è in me quindi mi sentirete ancora più spesso ed anche se ho un piede rotto esco comunque. Ovviamente ho già fatto denuncia.

Arcigay Ferrara ha fermamente condannato “il vile attacco: l’omofobia non può e non potrà mai essere un’opinione che può trovare spazio e legittimazione nella nostra società, a dispetto di quanto alcuni esponenti politici di Fratelli d’Italia e Lega hanno recentemente espresso”. “Per far sì che questo male non si ripeta è importantissimo denunciare gli aggressori. Purtroppo però non tutte e tutti ne hanno la possibilità, le forze e i mezzi: ancora troppe sono le storie di violenze taciute, tante sono le vittime impossibilitate ad esporsi, prive del sostegno psicologico e morale per farlo, alle quali è così di fatto ostacolato l’ottenimento della giustizia”.

Manuela Macario, della segreteria nazionale Arcigay, si è invece detta ‘sconcertata e preoccupata’.

Se già il fatto di ricevere una lettera anonima è di per sé grave, per di più con sottointese minacce, l’aggravante di questo episodio è l’esplicito riferimento omofobico. Un aggravante che allo stato attuale, senza una legge contro l’omotransfobia, non può essere tenuto in considerazione.
Se è questa la libertà di opinione rivendicata da una parte politica, che definisce liberticida e bavaglio la legge, mi preoccupa assai.
Che libertà c’è nel dare del “frocio di merda” ( e tutte le sue declinazioni possibili) a qualcuno?
E ancora, se non vi è chiaro quanto sia aggravante quella banale affermazione, quanto sia lesiva dell’identità di una persona, si vede che non avete mai ricevuto un insulto o ancor peggio una minaccia per qualcosa che fa parte del vostro essere: sono certa che se tutti i biondi o quelli alti o bassi o con gli occhi azzurri etc etc, venissero vessati per la loro caratteristica che è parte della propria identità, forse sarebbe più facile capire. Se alle vessazioni seguissero minacce e in alcuni casi violenze, davvero affermeteste che una legge contro l”omotransfobia non sia necessaria?
Quello di cui è stato oggetto Giacomo è un atto violento a sfondo omofobico. Perché è evidente che il suo orientamento sessuale sia un elemento di grande disturbo per la persona che nel vigliacco anonimato, ha mandato questa lettera.
So che Giacomo ha le spalle forti e non si farà certo intimidire da un gesto del genere.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

transgender allattamento seno

Le mamme transgender e i genitori AMAB possono allattare: lo dice la scienza

Corpi - Francesca Di Feo 22.2.24
La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura - Sessp 38 - Gay.it

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura

Culture - Federico Colombo 20.2.24
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
Berlino 2024, tutti i film queer in corsa per il Teddy Award 2024 - Teddy Award 2024 film - Gay.it

Berlino 2024, tutti i film queer in corsa per il Teddy Award 2024

Cinema - Federico Boni 22.2.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24
glaad-gaming-report

Il 17% dellǝ appassionatǝ di videogames è queer, ma l’industria ci rappresenta? Il rapporto di GLAAD

Culture - Francesca Di Feo 14.2.24

I nostri contenuti
sono diversi

Gardaland, licenziato il manager che chiamava "principessa" il dipendente gay - Gardaland - Gay.it

Gardaland, licenziato il manager che chiamava “principessa” il dipendente gay

News - Redazione 5.10.23
studenti musulmani LGBTIQ

200 studenti musulmani lasciano la scuola per protesta contro personaggi LGBTQI+ sui libri

News - Francesca Di Feo 17.10.23
Perugia, in otto a processo per insulti omofobi sui social: “Odiare costa!” - Perugia Pride 2019 - Gay.it

Perugia, in otto a processo per insulti omofobi sui social: “Odiare costa!”

News - Redazione 26.1.24
africa-burundi-lapidare-omosessuali

Africa, il presidente del Burundi invita la popolazione a lapidare gli omosessuali

News - Francesca Di Feo 2.1.24
gabriele suicidio 13 anni palloncini bianchi

Addio Gabriele, ucciso a 13 anni dal bullismo di Stato

News - Redazione Milano 14.11.23
pavia aggressione trans

Pavia, donna trans aggredita in stazione. Presa a pugni al grido “fr**io ti ammazzo”

News - Redazione 26.9.23
USA, i crimini d’odio contro le persone trans e di genere non conforme sono aumentati del 33% nel 2022 - La transfobia istituzionale dilaga negli USA - Gay.it

USA, i crimini d’odio contro le persone trans e di genere non conforme sono aumentati del 33% nel 2022

News - Federico Boni 19.10.23
"I gay sono dei perveriti", e la Corte bulgara dà ragione alla cantante Milena Slavova - Milena Slavova - Gay.it

“I gay sono dei perveriti”, e la Corte bulgara dà ragione alla cantante Milena Slavova

News - Redazione 13.10.23