Filippo Timi: “I miei genitori erano omofobi e razzisti, senza farlo apposta. L’omosessualità resta un tabù”

“Quando mi chiamavano fr…era strano, era una parola che mi veniva sputata addosso con una colpa e un’accusa. Mi ha dato forza identitaria, anche se è stato difficile e doloroso”.

ascolta:
0:00
-
0:00
Filippo Timi: “I miei genitori erano omofobi e razzisti, senza farlo apposta. L’omosessualità resta un tabù” - Filippo Timi 1 - Gay.it
Filippo Timi
3 min. di lettura

50 anni tra poco più di un mese, Filippo Timi, due volte candidato ai David e nel 2022 Nastro d’Argento come miglior attore in una commedia con Il filo Invisibile, è tornato in tv grazie all’undicesima stagione di I delitti del BarLume, serie Sky in cui da 11 anni interpreta Massimo Viviani, barista chiamato a risolvere un caso in ogni puntata. Una sorta di Jessica Fletcher toscana per Filippo, intervistato dal Corriere della Sera tra carriera e privato.

Timi, che ha il morbo di Stargardt che gli fa vedere solo i contorni e la balbuzie, non ha mai nascosto la propria bisessualità, sposando l’artista e scrittore Sebastiano Mauri a New York nel 2016, per poi girarci assieme Favola e successivamente divorziare.

Essere un adolescente queer a Perugia, per Filippo, non è stato semplice.

“Io a 21 anni lasciai la provincia. Il mondo gay è importante per dare la possibilità di una scelta, creare la libertà. L’omosessualità resta un tabù. È una parola che fagocita il resto, per quel sessuale che trascina tutto verso la camera da letto. Io ho voglia di tenerla chiusa, anche quella della mi’ mamma. Prima, non si vedevano due uomini baciarsi, si raccontava ciò che poteva esserci ma solo di nascosto. Già identificarsi con qualcosa che doveva essere segreto mi spaventava. Quando mi chiamavano fr…era strano, era una parola che mi veniva sputata addosso con una colpa e un’accusa. Mi ha dato forza identitaria, anche se è stato difficile e doloroso”.

Anche in casa, per Timi, è stato complicato. “Non mi sono sentito protetto dai miei genitori, che sono stupendi. Non si sentivano in diritto di potermi difendere. Non ce l’hanno fatta. A tavola c’era un silenzio di noi tre sull’argomento. Erano omofobi e razzisti, senza farlo apposta. Mio padre faceva la battutina su Renato Zero, poi aggiungeva comunque è bravo. In quel “comunque” c’è tanto. Sai quando ti regalano il giocattolo ma senza le pile? Io non avevo le pile”.

Poi è arrivata la recitazione. Il teatro nei primi anni ’90, il cinema e la tv nei primi anni ‘2000. Il successo, al cospetto di simile talento, è stato inevitabile e consequenziale.

“È più semplice, non so spiegarlo. Non è cambiato nulla interiormente. Succede lo stesso in famiglie di Milano con possibilità massime, conosco persone che hanno dovuto abbandonare la propria casa.. Coltivo l’idea di superare il confine. L’ho fatto io e l’ha fatto anche mia madre, nata in campagna in un posto che non ha nemmeno un nome, diventare infermiera è l’Everest che ha scalato. Certi sguardi derisori addosso li ho sentiti anche pochi giorni fa in una macelleria. Inconsciamente, non hai voglia di vederli certi sorrisetti. Mi capita da quando, ragazzino, facevo pattinaggio artistico. Mia cugina ha la scatola cranica sigillata: mi ha fatto avere meno paura del diverso”, ha precisato Filippo, che a breve sarà ancora una volta su Sky con una delle serie più attese del 2024. Dostoevskij dei Fratelli d’Innocenzo, attesa alla Berlinale.

“Sono stati sei mesi di un balletto di emozioni. Io sono un brillante detective dal passato doloroso che indaga su un omicida seriale soprannominato Dostoevskij per le lettere piene di dettagli macabri che lascia sulle scene del crimine. E’ diretta dai fratelli D’innocenzo, l’hanno scritta con grande invenzione poetica, c’è una didascalia che dice: in cielo un temporale feroce come un litigio tra fratelli. Una frase di una forza straordinaria”.

Filippo Timi: “I miei genitori erano omofobi e razzisti, senza farlo apposta. L’omosessualità resta un tabù” - Filippo Timi - Gay.it
Filippo Timi

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Rosso, bianco e sangue blu 2? Taylor Zakhar Perez alimenta le speranze di un sequel - Rosso bianco e sangue blu - Gay.it

Rosso, bianco e sangue blu 2? Taylor Zakhar Perez alimenta le speranze di un sequel

Cinema - Redazione 26.2.24
Ricky Martin: "Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo" - Ricky Martin per GQ - Gay.it

Ricky Martin: “Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo”

Culture - Redazione 23.2.24
Sentenza Bari due mamme Gay.it

Tribunale di Roma, sì alla trascrizione del certificato estero con due mamme

News - Redazione 26.2.24
Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote - Angelina Mango - Gay.it

Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote

News - Redazione 23.2.24
Amici 23, tutti gli allievi al Serale

Amici 23, da Dustin a Holden: tutti gli allievi al Serale

Culture - Luca Diana 25.2.24
@giorgiominisini_

Giorgio Minisini contro gli stereotipi: perché essere maschio alfa, quando puoi stare bene? – L’intervista

Corpi - Riccardo Conte 21.2.24

Continua a leggere

saltburn gay it jacob elordi barry keoghan

Saltburn arriva in streaming, è quasi bacio tra Jacob Elordi e Barry Keoghan a L.A. – VIDEO

Cinema - Redazione Milano 15.11.23
J. August Richards di Angel ha sposato l’amato Josh Gbor e ha dedicato le nozze alle vittime di omofobia in Africa - J. August Richards di Angel ha sposato lamato Josh Gbor - Gay.it

J. August Richards di Angel ha sposato l’amato Josh Gbor e ha dedicato le nozze alle vittime di omofobia in Africa

Culture - Redazione 12.9.23
Tiziano Ferro si unisce civilmente con il fidanzato Victor Allen

Tiziano Ferro: “Io e Victor stiamo divorziando, non posso venire in Italia con i miei figli”

Culture - Redazione 19.9.23
nuovo olimpo alvise rigo elenoire ferruzzi

Nuovo Olimpo, Alvise Rigo accusato da Elenoire Ferruzzi di aver ottenuto il ruolo in un certo modo

Cinema - Redazione Milano 6.11.23
Taylor Zakhar Perez e il dubbio se depilarsi il sedere, il racconto del regista di Rosso, bianco e sangue blu - Taylor Zakhar Perez - Gay.it

Taylor Zakhar Perez e il dubbio se depilarsi il sedere, il racconto del regista di Rosso, bianco e sangue blu

Cinema - Redazione 5.9.23
Estranei - All of Us Strangers, recensione. Andrew Scott e Paul Mescal nel nuovo meraviglioso film di Andrew Haigh - 003 001 S 02013 - Gay.it

Estranei – All of Us Strangers, recensione. Andrew Scott e Paul Mescal nel nuovo meraviglioso film di Andrew Haigh

Cinema - Federico Boni 30.10.23
Ripley, Andrew Scott è il celebre Tom Ripley nella nuova serie Netflix - Ripley BW 2.4.1 v4 - Gay.it

Ripley, Andrew Scott è il celebre Tom Ripley nella nuova serie Netflix

Serie Tv - Redazione 14.12.23
Paul Mescal per Sunday Times UK (PHOTOGRAPH BY PIP)

Paul Mescal dice sì agli attori etero in ruoli gay (ad una condizione)

Culture - Redazione Milano 16.1.24