Fuga dei cervelli o fuga di piselli?

Come gli scienziati emigrano all'estero in cerca di maggior fortuna, anche gli attori hard gay italiani scappano dal nostro paese bigotto per poi raccogliere successo altrove nel mondo. Ecco chi sono

Fuga dei cervelli o fuga di piselli? - fugapiselliBASE - Gay.it
3 min. di lettura

Ormai è risaputo che in diversi ambiti l’Italia non offre più molte opportunità: dalla ricerca scientifica agli spazi culturali, dal sostegno ai giovani alla promozione della meritocrazia. La scarsa considerazione per la comunità GLBT, in fondo, si inserisce in un quadro ben più ampio e sconfortante. Non stupisce che gli italiani in carriera nel mondo dell’hard gay siano più conosciuti all’estero che da noi. Chiariamo una cosa: italiani che hanno partecipato a video hard gay stranieri ci sono sempre stati, ma fino alla fine degli anni 90 la loro massima aspirazione era quella di divertirsi e non di puntare a una carriera di alto profilo.

Le cose sono cambiate solo di recente, probabilmente quando – anche grazie al web – gli aspiranti  performer gay sono riusciti a inquadrare meglio le potenzialità di una carriera internazionale: spettacoli nei locali di tutto il mondo, contratti remunerativi e la possibilità di guadagni supplementari da siti internet personali e merchandising di vario tipo. In questo senso il precursore è stato Filippo Romano, che dal 2002 al 2005 ha partecipato a una ventina di produzioni, per poi ritirarsi e diventare un apprezzato DJ. Ma oggi i tre moschettieri che tengono alta la nostra bandiera all’estero sono Alex Baresi, Carlo Masi e Francesco D’Macho, tutti con contratti in esclusiva per grandi studios statunitensi (rispettivamente Titan Media, Colt e Hot House).

Fuga dei cervelli o fuga di piselli? - fugapiselliF1 - Gay.it

In Italia sono relativamente popolari fra gli appassionati di hard e fra chi segue i media gay, ma in diverse parti del mondo sono diventati dei veri e propri personaggi cult, più o meno come Rocco Siffredi da noi. Partiamo da Alex, che è amatissimo soprattutto in Germania: da Monaco a Colonia tutti i maggiori locali gay si contendono una sua partecipazione, anche in veste di presentatore di eventi. In Germania Alex ha vinto anche un premio locale (il Pornstar Award) come Miglior Attore Porno Internazionale 2007, ma non è solo nei paesi di lingua tedesca che Alex miete successi. Infatti la Titan Media lo ha inviato in Australia come suo testimonial all’Adultex (la fiera dell’erotismo australiana) e lì è stato persino contattato dal famoso pittore Ross Watson, che lo ha voluto come modello per una delle sue opere.

Fuga dei cervelli o fuga di piselli? - fugapiselliF2 - Gay.it

Carlo Masi non è da meno, anche se a quanto sembra è diventato una celebrità soprattutto in Messico. Nel paese dei sombreros e del peperoncino Carlo ha da poco concluso la sua ennesima tournèe con il suo collega/boyfriend Adam Champ, e come sempre è stato accompagnato da manifesti dalle dimensioni imbarazzanti e da numerose apparizioni radiofoniche e televisive (anche in trasmissioni per famiglie e rotocalchi generalisti!), e come se tutto ciò non bastasse la coppia è comparsa più volte sulle riviste locali che si occupano di spettacolo in senso lato (come la nostra DiPiùTV per intenderci). Da notare che il Messico è la seconda nazione cattolica al mondo (dopo il Brasile), mentre l’unica volta che Carlo Masi è comparso nella TV generalista italiana è stato in una cupa trasmissione di Gard Lerner, in cui peraltro aveva anche suscitato la "compassione" di Alda D’Eusanio.

Fuga dei cervelli o fuga di piselli? - fugapiselliF3 - Gay.it

Sempre a proposito di televisione italiana è da notare che da noi nessun media ha annunciato il trionfo di Francesco D’Macho nella seconda edizione degli European Gay Porn Awards, che si è tenuta a Berlino quest’anno e che lo ha visto vincitore assoluto nella categoria miglior attore. In un certo senso Francesco è un uomo simbolo dell’hard gay e sicuramente non è un caso se è stato scelto come testimonial della campagna realizzata nel 2007 dall’UNAIDS che, per chi non lo sapesse, è il progetto di lotta all’AIDS gestito direttamente dalle Nazioni Unite. Da notare che, nonostante nello spot UNAIDS Francesco parli italiano (con sottotitoli in inglese), il video non sia mai stato trasmesso dalle TV del Belpaese. Si dice che nessuno è profeta in patria, ma forse una situazione come questa indica qualcosa di diverso, e di certo non incoraggiante.

Il video di Francesco su Youtube

di Valeriano Elfodiluce

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Alex Wyse in concerto

Alex Wyse contro i pregiudizi: “Siate liberi di essere ciò che siete. Nessuno può porci confini”

Musica - Emanuele Corbo 13.6.24
Niente Olimpiadi di Parigi 2024 per Lia Thomas, la decisione del CAS contro la nuotatrice trans - Lia Thomas - Gay.it

Niente Olimpiadi di Parigi 2024 per Lia Thomas, la decisione del CAS contro la nuotatrice trans

Corpi - Redazione 14.6.24
Prisma 2 Andrea Daniele scena sesso Lorenzo Zurzolo Mattia Carrano 01

Prisma 2, spoiler: la scena di sesso tra Andrea e Daniele non è gay, Bessegato: “Non sono una coppia gay”

Serie Tv - Mandalina Di Biase 11.6.24
Bridgerton 3 conferma la prima storia d'amore queer con il bacio tanto atteso, ecco chi coinvolge (SPOILER) - BRIDGERTON 305 Unit 03509R - Gay.it

Bridgerton 3 conferma la prima storia d’amore queer con il bacio tanto atteso, ecco chi coinvolge (SPOILER)

Serie Tv - Redazione 14.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
Roma Pride, treno arcobaleno sotto attacco: "È rainbow washing", ma è davvero così? Abbiamo indagato - Roma ecco il primo treno metro rainbow con i colori della Pride Progress VIDEO 2 - Gay.it

Roma Pride, treno arcobaleno sotto attacco: “È rainbow washing”, ma è davvero così? Abbiamo indagato

News - Francesca Di Feo 14.6.24

I nostri contenuti
sono diversi

"How to have sex", l’esordio di Molly Manning Walker: il mondo ci vuole espertə come adulti e inconsapevoli come bambini - Matteo B Bianchi 1 - Gay.it

“How to have sex”, l’esordio di Molly Manning Walker: il mondo ci vuole espertə come adulti e inconsapevoli come bambini

Cinema - Federico Colombo 17.4.24
Steven Miles, il pornodivo bisessuale, Proud Boy e trumpiano, condannato a 24 mesi di carcere per l'assalto a Capitol Hill - Steven Miles - Gay.it

Steven Miles, il pornodivo bisessuale, Proud Boy e trumpiano, condannato a 24 mesi di carcere per l’assalto a Capitol Hill

News - Redazione 20.2.24
Le relazioni e il sesso come territorio ambiguo: "Di me non sai", intervista a Raffaele Cataldo - Sessp 41 - Gay.it

Le relazioni e il sesso come territorio ambiguo: “Di me non sai”, intervista a Raffaele Cataldo

Culture - Federico Colombo 19.3.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
dieta-vegana-livelli-di-libido

I vegani lo fanno meglio: uno studio rivela che una dieta plant-based incrementa i livelli di libido

Corpi - Francesca Di Feo 12.1.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
Olimpiadi Parigi 2024, 300.000 preservativi per tutti gli atleti in gara - Olimpiadi profilattici - Gay.it

Olimpiadi Parigi 2024, 300.000 preservativi per tutti gli atleti in gara

Corpi - Redazione 20.3.24
Revenge porn, la legge italiana è un disastro, ecco perché - revengeporn - Gay.it

Revenge porn, la legge italiana è un disastro, ecco perché

News - Francesca Di Feo 7.2.24