GAY E EBRAISMO

2. Religione e omosessualità: parla lo storico Franco Cardini. "Due ragazzi per mano nel quartiere ortodosso di Gerusalemme probabilmente verrebbero menati".

GAY E EBRAISMO - ebrei01 - Gay.it
3 min. di lettura

Continua l’intervista di gay.it a Franco Cardini, ordinario di Storia Medievale presso la l’Università di Firenze, sulle origini e i rapporti fra le tre massime religioni monoteiste e l’identità omosessuale. Nella terza parte esaminiamo la posizione dell’Ebraismo.

Partiamo, ancora una volta, dalle origini.

GAY E EBRAISMO - cardini - Gay.it

"L’Ebraismo si è dovuto affermare sul mondo egizio e sugli Assiro – Babilonesi, società dove non vi erano tabù sessuali, tanto che esistevano anche riti di accoppiamento con animali. Per darsi una forte identità l’ebraismo ha dovuto porre norme molto rigide. Stiamo parlando del secondo millennio avanti Cristo e di una realtà con forti popolazioni pagane".

In seguito alla diaspora, però, l’Ebraismo ha consolidato la sua identità.

"Da una parte ha subito un processo di assimilazione nei confronti del pensiero occidentale. Lo stesso stato di Israele è uno stato occidentale. Ma dall’altro lato esiste un sempre crescente movimento ebraico a carattere tradizionalista che si oppone a certi costumi, anche sessuali. Una parte degli ebrei non ha mai accettato il laicismo".

Israele, però, ammette l’ingresso degli omosessuali nell’esercito.

"In Israele anche i gay prestano servizio militare. Fino a qualche anno fa era scontato, ma adesso i movimenti con più forte impronta religiosa, mettono in discussione questo diritto – dovere dei cittadini omosessuali, condannando con sempre maggiore forza l’omosessualità. Se due ragazzi andassero per mano nel quartiere ortodosso di Gerusalemme, probabilmente verrebbero menati. La differenza è che anni fa quelli che si fossero azzardati a menarli, sarebbero finiti sotto processo. Adesso non so se subirebbero la stessa sorte. Anche nel mondo ebraico, per fattori contingenti, sta prendendo sempre più forza la parte cosiddetta integralista. Naturalmente bisogna operare una netta separazione con gli ebrei della diaspora, che si sono adeguati agli usi dei paesi in cui risiedono e per i quali il peccato non è più reato. Ma in Israele, dove comunque gli Ebrei non sono più di cinque milioni, si sta svolgendo un dibattito acceso e l’identità omosessuale, anche se non massicciamente rappresentata, non gode di buona pubblicità".

Si tratta di atteggiamenti di gruppi conservatori o di precetti religiosi?

GAY E EBRAISMO - ebrei02 - Gay.it

"Principalmente di atteggiamenti contemporanei. Che invertono la rotta rispetto ad atteggiamenti passati, più liberali e tolleranti, almeno nella pratica. Ma anche qui, bisogna comunque considerare le tradizioni: per gli ebrei, come per gli arabi, non è gradita l’ostentazione dell’identità sessuale del singolo".

Qual è il grado di tolleranza dell’Ebraismo nei confronti degli omosessuali?

"L’Ebraismo ha dato il là con l’aperta ostilità verso comportamenti sessuali non procreativi. Mentre per le comunità nomadi diventa pericoloso non procreare a sufficienza, per le popolazioni ebraiche il punto è la necessità di distinguersi dai pagani. I Cristiani e i musulmani, invece, dovevano convertire, integrare i pagani. Tutte le scritture ebraiche, antico testamento incluso, hanno fortissimo contenuto giuridico. L’ebraismo è molto più duro, ma anche molto più circoscritto. Non si capisce la chiusura di questa religione se non si tiene presente che il popolo ebraico si considera il popolo eletto, puro rispetto agli infedeli. Cristianesimo ed Islam sono religioni universalistiche. L’ebraismo è la religione del popolo eletto. Poi vi possono entrare anche non ebrei, ma è difficilissimo che la comunità accetti conversioni esterne ad essa. La stesa rigidità nel condannare gli usi sessuali si riporta negli usi alimentari".

di Paola Faggioli

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Yan Couto fa sparire i capelli rosa che hanno scosso il Brasile. "Mi hanno detto che sono stravaganti" - Yan Couto - Gay.it

Yan Couto fa sparire i capelli rosa che hanno scosso il Brasile. “Mi hanno detto che sono stravaganti”

Corpi - Redazione 24.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
Luca Guadagnino parla di Queer: "È il mio film più personale, ci sono scandalose scene di sesso" - luca guadagnino pesarofilmfest 60 22giu2024 ph luigi angelucci 010 - Gay.it

Luca Guadagnino parla di Queer: “È il mio film più personale, ci sono scandalose scene di sesso”

Cinema - Redazione 24.6.24
@milanopride

Perché il Milano Pride non ha madrine e padrini? Le comunità ebraiche queer ci saranno? Intervista

Lifestyle - Riccardo Conte 24.6.24
Libri LGBTQIA+, le novità: di euforia, di santi, diavoli, altricorpi e femminielli - Matteo B Bianchi3 - Gay.it

Libri LGBTQIA+, le novità: di euforia, di santi, diavoli, altricorpi e femminielli

Culture - Federico Colombo 22.6.24
Lolita intervista

Lolita e la libertà di andare oltre gli stereotipi: “Chiunque di noi può essere tutto ciò che vuole”

Musica - Emanuele Corbo 24.6.24

Hai già letto
queste storie?

Dawah Man Israele Palestina Gayy

‘La Palestina non vincerà per colpa dei gay’, la tesi del predicatore islamico Dawah Man

News - Redazione Milano 25.3.24
And Just Like That 3, Sara Ramirez licenziata perché ha criticato Israele ed espresso sostegno ai palestinesi? - and just like that - Gay.it

And Just Like That 3, Sara Ramirez licenziata perché ha criticato Israele ed espresso sostegno ai palestinesi?

Serie Tv - Redazione 19.1.24
Tel Avviv Pride 2024 cancellato

Tel Aviv cancella la Pride Parade 2024. Motivazioni di lutto o semplicemente politiche?

News - Lorenzo Ottanelli 10.5.24
Eurovision 2024 Eden Golan October Rain

Boicottare Eurovision 2024 e la partecipazione di Israele? “October rain” di Eden Golan va esclusa?

Musica - Redazione Milano 27.2.24
andrea-saltini-gratia-plena-aggredito

L’artista Andrea Saltini aggredito da un integralista cattolico: le sue opere erano state definite “blasfeme”

News - Francesca Di Feo 29.3.24
striscia di gaza

Governo Netanyahu e Hamas sono entrambi estremisti: cessate il fuoco sulla Striscia di Gaza

News - Lorenzo Ottanelli 11.3.24
Bandiere LGBT ebraiche al Pride

Pride spaccato dalla polarizzazione: le comunità ebraiche non partecipano alle parate di Roma, Torino e Bergamo perché “c’è una caccia al carro di Israele”

News - Giuliano Federico 15.6.24
comunita-lgbtq-nazismo-israele

330 artisti LGBTQIA+ non si esibiranno in Israele fino al cessate il fuoco a Gaza

News - Federico Boni 27.12.23