La notte degli incontri bisex

Al Depot uomini bisex, gay, donne, travestiti, trans in un party dove la trasgressione è d’obbligo, niente è scontato e obbligatorio. Per provare nuove esperienze o soltanto guardare

Milano – Si apre la frontiera del cruising, non più soltanto uomini al noto locale gay Depot, civico 19 di via Valtorta. Il lunedì sera, ormai già da qualche anno, si svolge la bisex night e le porte sono aperte quindi anche a donne, uomini bisex, etero curiosi, travestiti, transessuali e, ovviamente, omosessuali. L’iniziativa sta riscuotendo un discreto successo, tenendo presente che si svolge in una serata in cui, reduci dal weekend, sono pochi coloro che hanno voglia di uscire nuovamente di casa. Per soddisfare la richiesta i gestori del club replicano questo tipo di party anche un sabato al mese. “L’idea di aprire anche alle donne – ci racconta Christian, uno dei proprietari (in foto) – ci è venuta perché alcune nostre amiche ci avevano espresso il desiderio di poter entrare nel nostro locale, dedicato esclusivamente a una clientela gay maschile. Mediamente le donne sono un 20%, poi vengono alcuni trans, alcune coppie. Ovviamente noi siamo e restiamo un locale gay, anche in quest’occasione vengono i nostri abituali clienti. Quindi tutti gli uomini che arrivano, magari in coppia con una donna, sanno bene dove stanno entrando e sono almeno bisex”.

Uomini e donne certamente non comuni, che vogliono o vorrebbero provare esperienze alternative, magari semplicemente guardare o curiosare. Gli uomini possono portare il reggicalze e le donne farli strisciare a terra, a loro piacimento, tutto sempre nel rispetto degli altri. È vero che è una serata dove nessuno giudica, ma ci sono delle regole precise da rispettare, pena l’esclusione dal club. Depot è un locale underground, arredato in modo molto spartano, rigorosamente nero, proprio come se fosse un vecchio magazzino, mura grezze, alcune sbarre, molto metallo. Al pianoterra c’è il bar e alcuni camerini, nel sotterraneo grande dark room, labirinto, sala sling e sala attrezzata sado maso. Abitualmente ai clienti è imposto un dress code: leather, latex, jeans e maglia nera, nudity, military. L’ingresso (con tessera Arci) è omaggio per le donne entro mezzanotte, l’orario di apertura dalle 22 fino alle 3. La musica a cura dell’eclettico dj Alex Danzi, lo squilibrato del ritmo. Il Depot è aperto ormai da otto anni: “Ci siamo guardati intorno – racconta ancora Christian – e ci siamo resi conto che allora mancava un locale così a Milano. Noi siamo stati il primo cruising ad aprire, dopo il Canyon che però ha una formula completamente diversa. Noi siamo più club, abbiamo un bar, organizziamo dei party”.

Ti suggeriamo anche  "Il chemsex fa parte della cultura gay": è polemica