Gay cacciati di casa dalle famiglie, il più giovane aggredito e minacciato per strada

La denuncia arriva da Arcigay Napoli, che insieme al Comune sta lavorando per trovar loro una sistemazione adeguata.

Facebook Twitter Messenger Whatsapp

Francesco e Giuseppe, rispettivamente di 18 e 20 anni, sono i due ragazzi balzati recentemente agli onori delle cronache dopo essere stati cacciati di casa dalle famiglie perché gay.

Ma non è finita qui: Arcigay Napoli, che assieme al Comune sta seguendo da vicino la vicenda per trovare una sistemazione adeguata ai due, riporta di un episodio che ha visto protagonista Francesco nelle ultime ore. Mentre camminava per Casoria, in provincia di Napoli, il ragazzo sarebbe stato lievemente colpito da una macchina e, dopo aver chiesto spiegazioni al conducente, sarebbe stato spintonato, minacciato e insultato.

Dopo qualche ora l’uomo avrebbe nuovamente incrociato Francesco in un bar di Casoria: ancora insulti, ancora minacce.

L’episodio è stato denunciato da Francesco ai carabinieri, che adesso indagano.

Napoli: cacciata dalle famiglie, coppia dorme in strada. L’appello di Arcigay

Ti suggeriamo anche  Napoli, flash-mob in piazza contro l'omotransfobia il 27 giugno
Gossip

Roberto Bolle e Daniel Lee, baci e tenerezze in vacanza – le foto di Chi

Una romantica vacanza in Costiera Amalfitana per l'étoile e il direttore creativo di Bottega Veneta.

di Federico Boni