Quando il glande è sensibile

Scopri ora le cause principali del glande sensibile e come fare per desensibilizzarlo.

glande sensibile al tatto, dolore al glande
Pixabay
3 min. di lettura

Il glande (o balano) è una parte del pene già di per sé molto sensibile, in quanto ricca di nervi e di vasi sanguigni. Può però capitare che il glande sia ipersensibile, tanto da provocare forte dolore o fastidio appena lo si tocca.

Avere il glande sensibile al tatto è una condizione tipica durante l’adolescenza, che tende poi a scemare col tempo. Ci sono casi, invece, in cui la sensibilità del balano è da ricondurre ad alcune condizioni di salute particolari e a determinate condizioni anatomiche.

Chiaramente i risvolti negativi da un punto di vista della relazione di coppia sono tanti. Ma il glande sensibile oltre la normalità può avere un forte impatto anche su attività non strettamente collegate al sesso.

Prosegui nella lettura di questo articolo per scoprire le cause ed i rimedi per il glande sensibile, un problema che colpisce un numero piuttosto elevato di persone.

glande troppo sensibile, dolore al glande
Pixabay

Quali sono le cause del glande troppo sensibile?

Oltre alla possibile giovane età e al coincidente inizio dell’attività sessuale da parte di chi è soggetto al glande sensibile, ci sono altre cause riconducibili più che altro a determinate condizioni di salute ed anatomiche. Vediamo quali sono.

Fimosi

A differenza di ciò che si può pensare, la fimosi non è una malattia. Si tratta di una particolare morfologia anatomica del genitale maschile caratterizzata da un restringimento del prepuzio: il prepuzio è troppo stretto da impedire il totale scoperchiamento del glande.

La fimosi si verifica generalmente in uomini non circoncisi.

Tra i sintomi ci possono essere i seguenti:

  • bruciore e prurito sulla cute prepuziale e sul glande
  • dolore durante i rapporti
  • difficoltà nella minzione

La soluzione più adottata per “guarire” dalla fimosi è la circoncisione.

Ad ogni modo, se si ha questo restringimento del prepuzio, è importante utilizzare il preservativo il più possibile. I condom infatti aiutano a proteggere dalla “retrazione forzata” del prepuzio durante la penetrazione.

Infezione del tratto urinario (IVU)

Gran parte delle infezioni del tratto urinario sono uretriti o prostatiti. Spesso sono provocate da scarsa igiene, ma anche da alimentazione non adeguata, stipsi, stress e malattie sessualmente trasmissibili.

Queste infezioni possono causare, oltre a fastidio durante la minzione e l’eiaculazione, anche dolore all’estremità del pene.

L’uretrite, in particolare quella provocata da Clamidia, può portare a balanopostite, un’infezione del glande e del prepuzio (o poste). Da ciò può derivare la sensazione di avere dolore al prepuzio ed il glande sensibile. Se ad essere colpito dall’infezione è soltanto il glande, si parla di balanite: il glande presenta rossore particolarmente evidente e tra i sintomi c’è il prurito.

Si tratta comunque di condizioni pressoché temporanee che possono essere curate con antibiotici. Rivolgersi ad uno specialista alla comparsa dei primi sintomi è fondamentale: egli saprà effettuare una corretta diagnosi, che è di certo il trattamento risolutore di questo problema.

Trauma al pene

Tra le cause del glande sensibile, ci possono essere anche quelle lesioni al pene provocate da un sesso particolarmente violento, da una masturbazione troppo energica, ma anche da sport di contatto, da cadute ed altri infortuni.

I segnali evidenti di un eventuale trauma al pene sono ad esempio la presenza di rossore al glande o da altre anomalie di colorazione del pene.

Glande sensibile e circoncisione

All’interno della comunità scientifica c’è ancora un lungo dibattito a riguardo di quanto la circoncisione possa influire sulla sensibilità al glande.

Il prepuzio è particolarmente sensibile e per questo si pensa che gli uomini non circoncisi possano provare un maggior fastidio al glande rispetto a chi è circonciso. Ci sono state tuttavia ricerche che non hanno dimostrato che la circoncisione possa influire sulla sensibilità del glande.

Ad ogni modo, se non sei circonciso ed hai il glande troppo sensibile, parlane con il tuo medico e prova a capire se questa operazione, particolarmente dolorosa, sia la soluzione ideale.

La circoncisione, seppur possa portare ad una ipersensibilità transitoria post-operazione, tende solitamente alla desensibilizzazione in maniera spontanea del glande. Il glande definitivamente esposto riesce ad adattarsi ispessendosi.

Ci sono anche i contro della circoncisione. Per questo motivo è bene che tu ti rivolga ad uno specialista per riuscire a capirne meglio a riguardo.

Glande sensibile ed eiaculazione precoce

Il glande sensibile figura tra le cause principali dell’eiaculazione precoce, la disfunzione sessuale più diffusa che colpisce circa il 30% degli uomini.

La difficoltà nel controllo del proprio riflesso eiaculatorio ed il raggiungimento dell’orgasmo con poche e brevissime stimolazioni possono essere conseguenza di un disagio di tipo psicologico (ansia da prestazione, problemi di coppia, stress eccessivo).

Ci sono vari rimedi naturali per gestire gli stati ansiosi. Esistono inoltre delle creme, degli spray e dei gel che, grazie alla loro funzione anestetizzante, riducono la sensibilità del glande e ritardano l’eiaculazione.

Se però il glande sensibile provoca dolore soltanto al tocco, si può intervenire per via chirurgica, attraverso un intervento di circoncisione a cui solitamente si aggiunge il taglio di alcuni nervi che causano dolore al glande.

Per poter individuare il trattamento migliore ricordiamo sempre l’importanza di rivolgersi ad uno specialista, che saprà darti le migliori indicazioni.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Tutti i coming out "vip" del 2024 - Coming Out 2024 - Gay.it

Tutti i coming out “vip” del 2024

News - Federico Boni 19.7.24
Roma Pestaggio Coppia Gay Siti In

“Guarda sti fr*c*” non è omofobia? Sit-in mercoledì 24 e polemiche sul pestaggio alla coppia gay di Roma, dopo che gli indagati respingono l’accusa

News - Redazione 22.7.24
Kamala Harris presidente, l'endorsement di Human Rights Campaign: "Campionessa per l'uguaglianza LGBT" - Kamala Harris - Gay.it

Kamala Harris presidente, l’endorsement di Human Rights Campaign: “Campionessa per l’uguaglianza LGBT”

News - Federico Boni 22.7.24
Giancarlo Commare e il presunto coming out alla domanda del tiktoker: "Quanto sei gay? Sono gay" (VIDEO) - Giancarlo Commare ha fatto coming out - Gay.it

Giancarlo Commare e il presunto coming out alla domanda del tiktoker: “Quanto sei gay? Sono gay” (VIDEO)

Culture - Redazione 22.7.24
spiagge gay italiane spiagge queer lgbtqia

Speciale Spiagge 2024: 100 spiagge gay in Italia da non perdere

Viaggi - Redazione 1.7.24
Parigi 2024, ecco gli atleti dichiaratamente LGBTQIA+ che si sono qualificati alle Olimpiadi - olimpiadi parigi atleti queer - Gay.it

Parigi 2024, ecco gli atleti dichiaratamente LGBTQIA+ che si sono qualificati alle Olimpiadi

Corpi - Federico Boni 23.7.24

I nostri contenuti
sono diversi

transgender allattamento seno

Le mamme transgender e i genitori AMAB possono allattare: lo dice la scienza

Corpi - Francesca Di Feo 22.2.24
uomini-transgender-gravidanza

Uomini transgender e gravidanza, perché parlare di rischi? Parola al dottor Converti, presidente di Amigay

News - Francesca Di Feo 24.1.24
Transgender triptorelina

Cos’è la triptorelina e come viene utilizzata nelle terapie di affermazione di genere per l* adolescenti

Corpi - Francesca Di Feo 14.3.24
Transgender triptorelina

Giovani trans* e gender diverse: la scienza difende l’impiego di triptorelina: “Basta disinformazione”

Corpi - Francesca Di Feo 31.1.24
vaiolo-delle-scimmie-firenze

Firenze, 11 casi confermati di vaiolo delle scimmie, ma nessun allarmismo: la situazione è sotto controllo

Corpi - Francesca Di Feo 2.2.24
stati-uniti-carolina-del-sud-terapie-affermative-minori

Triptorelina, prima di accedervi bisognerà sottoporsi a una terapia riparativa?

Corpi - Francesca Di Feo 17.4.24
Emma Marrone, controlli medici superati

Emma e la visita di controllo dopo la malattia: “Piango di gioia. Non trascurate la vostra salute”

Corpi - Emanuele Corbo 26.6.24
aborto-antiabortisti-nei-consultori

L’interruzione di gravidanza torna ad essere oggetto di discussione in parlamento: dovevamo svegliarci prima?

Corpi - Francesca Di Feo 19.4.24