Giovani trans* e gender diverse: la scienza difende l’impiego di triptorelina: “Basta disinformazione”

Dopo l'attacco al Careggi di Firenze, 12 gruppi di espertǝ tra pediatri, endocrinologǝ, andrologǝ, diabetologǝ e neuropsichiatri infantili sfatano miti e ideologie.

ascolta:
0:00
-
0:00
Transgender triptorelina
Transgender triptorelina
3 min. di lettura

Il governo Meloni è recentemente tornato alla carica contro la comunità LGBTQIA+, scagliandosi su quella che è forse la sua parte più vulnerabile: lǝ bambinǝ e adolescenti transgender e gender non conforming.

A seguito di un’interrogazione parlamentare presentata dal capogruppo di Forza Italia al Senato, Maurizio Gasparri, questa volta è stato l’ospedale di Careggi – fra i più importanti centri di riferimento per l’affermazione di genere – a finire nel mirino.

Esperti e ispettori del ministero della Salute hanno visitato l’ospedale per discutere con i medici riguardo al trattamento dei bambini in percorsi di affermazione di genere e sull’impiego della triptorelina, farmaco che, secondo Gasparri, “sarebbe somministrato a bambini di 11 anni senza il supporto di terapie psicoterapeutiche e psichiatriche“.

Al di là dell’approccio sensazionalistico e patologizzante che questo governo sceglie di adottare sempre più frequentemente nello strumentalizzare le esperienze di quellǝ bambinǝ che spergiura di voler proteggere, la realtà dei fatti è molto diversa.

Almeno secondo quanto dichiarato in una nota congiunta firmata da 12 gruppi di esperti tra pediatri, endocrinologǝ, andrologǝ, diabetologǝ e neuropsichiatri infantili.

“La prescrizione del GnRHa, triptorelina – si legge nel comunicato – avviene secondo quanto già previsto dalla Determina AIFA n. 21756/2019 del 25 febbraio 2019 (dopo parere favorevole del Comitato Nazionale di Bioetica in data 13 luglio 2018) che prevede che la prescrizione avvenga solo dopo attenta valutazione multiprofessionale, con il contributo di una équipe multidisciplinare e specialistica, composta da neuropsichiatri dell’infanzia e dell’adolescenza, psicologi dell’età evolutiva, bioeticisti ed endocrinologici. L’assenso fornito dall’adolescente e il consenso informato fornito dai genitori o da altri tutori secondo le normative attuali inerenti ai soggetti minorenni (art. 3 della legge n. 219/2017) è richiesto dalla Determina AIFA, pertanto i genitori sono sempre parte attiva del processo decisionale relativamente alla terapia”.

transgender foto da truhout

Cos’è la triptorelina e perché viene utilizzata?

Al di là delle procedure burocratiche e degli stringenti protocolli sanitari, di cui il Senatore Gasparri sembra non essere informato, in sostanza qual è la differenza tra le terapie di affermazione di genere negli adulti e quelle applicate invece su bambini e adolescenti?

“La triptorelina è un bloccante transitorio e reversibile della pubertà, è un farmaco salva-vita nei giovanissimi transgender e gender diverse, prescritto solo dopo attenta valutazione multiprofessionale, il cui scopo non è né castrare chimicamente e definitivamente, né modificare orientamento e identità sessuale, ma dare tempo ai giovani sofferenti e alle famiglie di fare scelte ponderate e mature, impedendo stigma sociale, autolesionismi e suicidi”.

Sì, perché il profondo disagio nel vedere il proprio corpo svilupparsi in un modo che non rispecchia la propria identità di genere può favorire l’insorgenza di problematiche come ansia e depressione, abbandono scolastico, isolamento sociale e difficoltà nel costruire relazioni con i coetanei.

In alcuni casi, questa vulnerabilità può portare a comportamenti autolesionistici e persino al suicidio: secondo la letteratura scientifica, il 40% dellǝ giovani transgender ha tentato almeno una volta di togliersi la vita. La terapia con con triptorelina riduce del 70% questa possibilità.

“Purtroppo, in questi ultimi mesi stiamo assistendo alla diffusione di informazioni errate dal punto di vista scientifico e fuorvianti su tale importantissima e serissima problematica, con l’utilizzo di un linguaggio inappropriato che nulla ha a che vedere con la reale funzione di questo tipo di terapia che non ha certo lo scopo di far cambiare sesso ai bambini ma ha il serissimo scopo di evitare conseguenze negative sul benessere psicologico e fisico sia a breve che a lungo termine di una popolazione particolarmente fragile e vulnerabile”.

Perché quindi complicare il percorso che porta ogni giorno migliaia di bambinǝ e adolescenti a sentirsi a proprio agio con il proprio corpo permettendogli di autodeterminarsi, e limitare l’accesso a un farmaco che è oggettivamente un salvavita, visti gli alti tassi di ideazioni suicidarie all’interno della comunità T? Visto e considerato anche che quasi la totalità della comunità scientifica, approva l’uso di GnRHa per le persone adolescenti TGD negli standard di cura?

La risposta starebbe ancora una nella presa in carico di tematiche delicate come queste da parte di figure non sufficientemente informate sulla questione e mosse da ideologie che hanno poco fondamento nella realtà:

“A supporto di tutti i professionisti dedicati a questa delicata realtà, che meriterebbe toni moderati e competenti, sottolineiamo qui la necessità di diffondere una cultura sulla salute nelle persone TGD basata su evidenze scientifiche e non su pregiudizi e posizioni ideologiche che potrebbero mettere a rischio la salute delle persone adolescenti TGD e rendere ancora più difficile il loro percorso di affermazione di genere aumentando per loro le già presenti difficoltà di accesso ai servizi sanitari”.

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote - Angelina Mango - Gay.it

Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote

News - Redazione 23.2.24
glaad-gaming-report

Il 17% dellǝ appassionatǝ di videogames è queer, ma l’industria ci rappresenta? Il rapporto di GLAAD

Culture - Francesca Di Feo 14.2.24
Sentenza Bari due mamme Gay.it

Tribunale di Roma, sì alla trascrizione del certificato estero con due mamme

News - Redazione 26.2.24
Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out - Lux Pascal e Pedro - Gay.it

Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out

News - Redazione 23.2.24
Paolo Camilli

Paolo Camilli: “La mia omosessualità? L’ho negata fino alla morte con me stesso” – intervista

Culture - Luca Diana 23.2.24
La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura - Sessp 38 - Gay.it

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura

Culture - Federico Colombo 20.2.24

Leggere fa bene

alice-cooper-transizione-di-genere-minori

Secondo Alice Cooper la transizione di genere per i minori è “una moda passeggera”

News - Francesca Di Feo 30.8.23
giovani-transgender-careggi-genitori-lettera-europa

La disperata lettera all’Europa di 259 genitori di adolescenti transgender per fermare l’attacco del Governo Meloni al Careggi di Firenze

News - Francesca Di Feo 9.2.24
thomas-insulti-social

Aggredito dal branco un anno fa, Thomas ora è vittima dell’omobitransfobia social

News - Francesca Di Feo 8.2.24
Drusilla Foer

Che personaggio mai sarà la Matilde di Drusilla in “Tutto chiede salvezza 2” di Netflix?

Serie Tv - Redazione Milano 29.8.23
transgender allattamento seno

Le mamme transgender e i genitori AMAB possono allattare: lo dice la scienza

Corpi - Francesca Di Feo 22.2.24
prepcamp viiv healthcare

PrEP oltre gli stereotipi, ecco “come mi ha migliorato la vita”: le storie vere di Claudia, Marcello, Carlotta e Lorenzo – VIDEO

Corpi - Daniele Calzavara 20.11.23
transgender Harli Marten su Unsplash

Pazienti trans e gender diverse: le 10 Raccomandazioni Assisi per un’oncologia più inclusiva

Corpi - Francesca Di Feo 21.10.23
tdor-2023-torino

TDOR Torino 2023: “Marciamo per noi stessə, per chi non può farlo e per chi non c’è più”

News - Francesca Di Feo 13.11.23