Guzzanti: “I gay del Gay Pride si vergognino”

Dal palco di Piazza Navona se ne sono sentite di tutti i colori, soprattuto dalla comica Sabina Guzzanti che ha tirato in ballo anche l'organizzazione del recente Gay Pride di Bologna.

Guzzanti: "I gay del Gay Pride si vergognino" - BASEGuzzanti - Gay.it
3 min. di lettura

Dal palco di Piazza Navona se ne sono sentite di tutti i colori. La manifestazione "No Cav Day", infatti, era stata indetta contro i provvedimenti del premier sulla Giustizia ma si è poi trasformta in una manifestazione contro un bel po’ di cose: dal Papa al Presidente della Repubblica, da Berlusconi ai membri del suo governo.

Guzzanti: "I gay del Gay Pride si vergognino" - F2Guzzanti - Gay.it

Vera mattatrice del "No Cav Day" è stata la comica Sabina Guzzanti che ha iniziato il suo discorso prendendosela con la ministra Carfagna (che l’ha querelata) intonando una filastrocca: "Osteria delle ministre, le ministre son maestre e se a letto son portento figuriamoci in parlamento, dammela a me Carfagna paraponziponzipà." E poi: "io non sono moralista ma tu non puoi mettere alle Pari Opportunità una solo perché ti ha succhiato l’uccello" e così via.

Guzzanti: "I gay del Gay Pride si vergognino" - F1italo - Gay.it

Per l’affondo al Papa, la Guzzanti – ancora lei – parte da lontano, dall’inaugurazione dell’Università La Sapienza negatagli. Ma i risvolti, poi, sono decisamente gay. "Tra 20 anni Ratzinger sarà morto e sarà tormentato da diavoloni, frocioni, attivissimi e non passivissimi." È la prima volta che la comica tira in ballo gay e lesbiche. Ce ne sarà una seconda in cui l’attacco sarà rivolto direttamente "ai gay del Gay Pride che hanno accettato di spostare il corteo da Roma a Bologna perché in piazza San Giovanni c’erano i cori in chiesa.". Secondo la comica "non lo hanno fatto nemmeno in centro città perché Cofferati non voleva. E sulle bandierine del palco c’erano tanti personaggi tra cui un ragazzo con la svastica sulla cintura che diceva: ‘Odio i froci ma amo il mio camerata.’ e questo perché l’Arci – secondo la Guzzanti – non voleva prendere posizioni antifasciste".
La Guzzanti ha poi concluso: "Ci sono un sacco di gay che vengono pestati ogni giorno senza che se ne venga a sapere nulla e questo solo perché c’è Ratzinger che sta diffondendo valori abberranti per la nostra Repubblica fondata sulla Resistenza."

Guzzanti: "I gay del Gay Pride si vergognino" - F3Guzzanti - Gay.it

Ma il comitato del Bologna Pride non ci sta e con un comunicato stampa ha rispedito al mittente tutte le accuse: "Non è vero che, visto che era stata negata Piazza San Giovanni a Roma, e che per questo si è deciso di spostare il Pride a Bologna." Il Pride di Roma "ha riempito Piazza Navona dopo che Piazza San Giovanni era stata negata dalla nuova giunta di destra, un fatto grave e antidemocratico. Gli organizzatori del Pride di Roma hanno però condotto una trattativa serrata –  dice bene Guzzanti –  a quel diniego si risponde con durezza e i nostri compagni romani lo hanno fatto. A nulla è valso, ma il pride di Piazza Navona è stato un successo." "In tutto ciò nulla c’entra il Pride di Bologna – continuano gli organizzatori -, manifestazione nazionale la cui locazione è stata annunciata un anno e mezzo fa, e che il 28 giugno sotto le torri ha portato 200.000 persone." 

E a proposito di Italo dicono: "Sorprendono anche le critiche su ‘Italo’ uno dei tanti personaggi della campagna BolognaPride proprio perché provengono da una comica, che dovrebbe dunque conoscere molto bene i meccanismi di ridicolizzazione che passano attraverso il ribaltamento dello stereotipo. Italo per noi è il gay di estrema destra che non riesce a risolvere la contraddizione di militare in un’area politica che i gay li massacra e di essere allo stesso tempo innamorato di un suo camerata; Italo dunque picchia i ‘froci’ proprio perché ‘frocio’. ‘Italo’ è un affondo a quell’ideologia machista che animerebbe le tante balde ‘teste rasate’, una presa in giro pesante perché ribalta lo stereotipi del ‘virilissimo’ fascista."  "Ci saremmo aspettati un po’ più di attenzione – conclude il comitato – prima di fare affermazioni di questa portata, sarebbe bastato che Sabina Guzzanti si fosse informata un po’ meglio. La credibilità per chi fa satira è la cosa più importante di tutte: il pubblico deve sapere che quello che sente è fondato su notizie vere, avvallate, controllate, ricontrollate, super-controllate. Proprio per tale ragione la satira è la forma di comicità più difficile, se la verità delle affermazioni  nascoste dalla maschera viene meno l’intero castello si scioglie come sabbia sotto un’onda. "

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Roberto Vannacci Paola Egonu Matteo Salvini

Vannacci sospeso dall’Esercito Italiano, Egonu lo querela, Salvini lo difende

News - Giuliano Federico 28.2.24
Eurovision 2024 Eden Golan October Rain

Boicottare Eurovision 2024 e la partecipazione di Israele? “October rain” di Eden Golan va esclusa?

Musica - Redazione Milano 27.2.24
Hiv sentenza Bari su U uguale U Gay.it

U = U, sentenza storica, assolto un uomo accusato di aver trasmesso l’Hiv: se non è rilevabile non si può trasmettere

Corpi - Daniele Calzavara 28.2.24
Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il percorso di Federico Massaro dopo l’uscita di Vittorio Menozzi

Culture - Luca Diana 27.2.24
Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24
The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati - The History of Sound di Oliver Hermanus - Gay.it

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati

Cinema - Redazione 29.2.24

I nostri contenuti
sono diversi

Io Canto

Io Canto Generation, tutto quello che sappiamo sulla nuova edizione: concorrenti, conduttore, giuria e primi spot

News - Luca Diana 15.9.23
Vannacci è ovunque e continua nei suoi deliri: "Omosessuali ultraprotetti, si sentono intoccabili" - 6D3046CB E0AC 431B 8685 F78A3416FE24 - Gay.it

Vannacci è ovunque e continua nei suoi deliri: “Omosessuali ultraprotetti, si sentono intoccabili”

News - Redazione 25.9.23
papa-francesco-persone-trans

Papa Francesco apre alla benedizione per le coppie gay

News - Redazione 4.10.23
Milano, affitto negato perché gay: "La proprietaria preferisce una persona "tradizionale"" (VIDEO) - Andrea Papazzoni - Gay.it

Milano, affitto negato perché gay: “La proprietaria preferisce una persona “tradizionale”” (VIDEO)

News - Redazione 16.2.24
bandiera progress pride

Come Gay.it condanniamo senza esitazione i vergognosi atti violenti contro Pro Vita

News - Gay.it 28.11.23
reparto-endocrinologia-messina-persone-trans

Arcigay Messina denuncia: inadeguatezze nel servizio per persone trans al Reparto Endocrinologia del Policlinico

News - Francesca Di Feo 18.9.23
libano-diritti-lgbtqia

Libano: il deterioramento dei diritti LGBQIA+ come specchio di una crisi multidimensionale

News - Francesca Di Feo 14.9.23
adescatore pedofilo

Ecco come adescava minorenni su TikTok e Instagram per ricattarli a fini sessuali: arrestato

News - Redazione Milano 29.8.23