HARD GAY MADE IN USA, FACILI GUADAGNI O VOCAZIONE?

Alcuni casi di cronaca nera che hanno visto attori porno gay come protagonisti sono spesso la spia di situazioni di disagio.

HARD GAY MADE IN USA, FACILI GUADAGNI O VOCAZIONE? - Attori pornoBASE - Gay.it
3 min. di lettura
HARD GAY MADE IN USA, FACILI GUADAGNI O VOCAZIONE? - attori pornoF1 - Gay.it

Il mondo dell’hard gay non è tutto rose e fiori, nemmeno negli Stati Uniti, dove pure si è affermato da decenni a livelli che in Italia sono difficili da immaginare. Anche se al giorno d’oggi chi lavora in questo settore lo fa comunque con una buona dose di predisposizione (se non di vocazione), ci sono anche performers che si avvicinano a questo ambiente alla ricerca di facili guadagni, magari avendo un orientamento eterosessuale (in inglese vengono chiamati "gay-for-pay"), o provenendo da contesti poco raccomandabili. In questi casi, come spesso accade quando si fa un lavoro per cui non si è portati, le frustrazioni e gli stress emotivi tendono ad aumentare e se non trovano uno sfogo portano a situazioni decisamente sgradevoli. Ne sanno qualcosa quei performers che si sono ritrovati protagonisti di episodi di cronaca nera che li hanno mandati dietro le sbarre. Per fortuna sono pochissimi, considerando le migliaia di professionisti incensurati che operano nel settore, ma costituiscono un campione su cui vale la pena riflettere.

HARD GAY MADE IN USA, FACILI GUADAGNI O VOCAZIONE? - attori pornoF5 - Gay.it

Senza andare troppo indietro nel tempo, basta spulciare nelle cronache (e nelle foto segnaletiche) degli ultimi anni per scovare diversi casi di questo tipo. I giovani performers Harlow Quarda e Joseph Kerekes sono stati arrestati il 15 maggio 2007 per aver ucciso a coltellate il regista Bryan Kocis (fondatore della Cobra Video, una piccola casa di produzione per cui i due avevano lavorato). A parziale discolpa dei due c’è da dire che Bryan Kocis non era esattamente uno stinco di santo e che su di lui e sul suo studio pendevano da anni accuse molto pesanti.

HARD GAY MADE IN USA, FACILI GUADAGNI O VOCAZIONE? - attori pornoF3 - Gay.it

Diverso il discorso per Timothy Boan (in arte Marcus Allen), arrestato il 16 novembre 2006 per l’assassinio (in una vasca da bagno) di Jonh Paul Kelso, presidente di un associazione benefica che – ufficialmente – si era presa l’impegno di fargli cambiare vita offrendogli nuove prospettive lavorative. Stando alla versione di Timothy, però, il presidente aveva ben altre intenzioni e l’attore era esasperato non tanto dai rapporti sessuali che si vedeva costretto a concedergli, quanto dalle sue continue richieste di "coccole".

HARD GAY MADE IN USA, FACILI GUADAGNI O VOCAZIONE? - attori pornoF2 - Gay.it

Anche una stella di primo piano come Jeremy James Son, in arte Mark Dalton, ha avuto guai con la giustizia ed è finito dietro le sbarre per ben due volte. La prima, nel 2004, per aver picchiato la sua ragazza (con una pena di 5 anni di carcere commutati in un anno "sulla parola"), la seconda – per rissa – nel giugno 2007 (anche se è uscito subito pagando 7500$ di cauzione). Il caso di Mark Dalton, però, è sintomatico dei disagi di un’intera generazione e non ha origine nell’ambiente dell’hard.

HARD GAY MADE IN USA, FACILI GUADAGNI O VOCAZIONE? - attori pornoF4 - Gay.it

Grazie alla sua bellezza Mark, già nel 2001, era uno dei performers più ammirati: una popolarità difficile da gestire a 21 anni, soprattutto se si hanno le idee confuse sul proprio orientamento. Purtroppo è difficile crescere e maturare in una società come quella di oggi, in cui l’edonismo e l’immagine sono i parametri più diffusi per giudicare il prossimo e sé stessi. Per chi vive in questo modo superficiale, senza affrontare alla radice i propri malesseri, è più facile perdere il controllo, compiendo gesti di cui è facile pentirsi.

di Valeriano Elfodiluce

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Non lasciarti sfuggire, intervista a Dimitri Cocciuti: "Il mio romanzo orgogliosamente inclusivo e queer" - Dimitri Cocciuti - Gay.it

Non lasciarti sfuggire, intervista a Dimitri Cocciuti: “Il mio romanzo orgogliosamente inclusivo e queer”

Culture - Federico Boni 19.6.24
kyiv-pride-2024

Ucraina, perché il primo Kiev Pride dall’inizio dell’invasione russa è durato solo 30 minuti

News - Francesca Di Feo 18.6.24
Carmine Alfano, le frasi choc del candidato sindaco di Torre Annunziata: "I ricchi*ni nel forno crematorio" - Carmine Alfano - Gay.it

Carmine Alfano, le frasi choc del candidato sindaco di Torre Annunziata: “I ricchi*ni nel forno crematorio”

News - Redazione 18.6.24
Peter Gallagher di Grey's Anatomy e il meraviglioso messaggio a sua figlia Kathryn dopo il coming out (VIDEO) - Peter Gallagher di Greys Anatomy e il meraviglioso messaggio a sua figlia Kathryn - Gay.it

Peter Gallagher di Grey’s Anatomy e il meraviglioso messaggio a sua figlia Kathryn dopo il coming out (VIDEO)

Culture - Redazione 19.6.24
11 sportivi lgbt

Sport e comunità LGBTIQ+: 14 storie che devi conoscere

News - Gio Arcuri 18.6.24
Stonewall Inn, oltre 150 bandiere arcobaleno vandalizzate: "Non riuscirete ad intimidirci" - Stonewall Inn oltre 150 bandiere arcobaleno vandalizzate - Gay.it

Stonewall Inn, oltre 150 bandiere arcobaleno vandalizzate: “Non riuscirete ad intimidirci”

News - Redazione 19.6.24

Continua a leggere

arezzo-whynot-chiuso

Arezzo, chiusa la serata queer WhyNot per troppi episodi di violenza verbale omobitransfobica

News - Francesca Di Feo 21.3.24
Deputata ugandese chiede la castrazione per i gay, gli USA le negano il visto per recarsi all'ONU - Sarah Achieng Opendi - Gay.it

Deputata ugandese chiede la castrazione per i gay, gli USA le negano il visto per recarsi all’ONU

News - Redazione 7.3.24
Nex Benedict

USA, Nex Benedict, sedicenne non binariǝ, muore dopo un’aggressione transfobica a scuola

News - Francesca Di Feo 21.2.24
Giocattoli gender neutral

Finalmente arriva la sezione per giocattoli gender neutral

News - Redazione Milano 4.1.24
boy-scouts-of-america-nome-gender-neutral

I “Boy Scout” cambieranno nome per essere gender neutral

News - Francesca Di Feo 9.5.24
Castel Volturno: gruppo di donne trans schiavizzava e sfruttava altre ragazze trans

Un gruppo di donne trans schiavizzava altre ragazze trans: 11 arresti

News - Francesca Di Feo 28.3.24
Modifica legge federale Stati Uniti Gay.it

2023, l’anno nero per i diritti LGBTQIA+ negli Stati Uniti d’America

News - Redazione 27.12.23
Joe Biden, Taylor Swift, Donald Trump

Sarà Taylor Swift a ‘salvare’ Joe Biden e sconfiggere i repubblicani?

Musica - Redazione Milano 1.2.24