Livorno: celebrati i funerali di Piero Ungheretti

Il noto scultore e restauratore livornese, tra i fondatori del Fuori!, era stato ucciso ai primi di maggio in Tunisia. A luglio una mostra per ricordarlo.

Livorno: celebrati i funerali di Piero Ungheretti - Piero Ungheretti - Gay.it
2 min. di lettura

LIVORNO – Si sono svolti ieri i funerali di Piero Ungheretti, il cui corpo era stato rinvenuto il primo maggio scorso a Biserta, in Tunisia, luogo nel quale si recava spesso per trascorrere periodi di vacanza. Visto che dall’appartamento erano stati asportati del denaro e un telefono cellulare le indagini si erano in un primo momento orientate verso la rapina; successivamente un 26enne è stato arrestato per l’omicidio e ha confessato di averlo ucciso per vendicarsi della promessa, sino ad allora non mantenuta, di aiutarlo ad emigrare in Italia.

Ungheretti, che era nato a Livorno il 25 febbraio 1947, sin dai primi anni ’70 era stato attivamente coinvolto nelle battaglie per i diritti civili promosse dal movimento radicale, prima ancora che diventasse partito politico, e fu tra i promotori del Fuori!, l’avanguardia del movimento omosessuale italiano. Si era laureato nel 1975 all’Università di Pisa e come ingegnere chimico aveva insegnato Chimica in varie scuole. Si era tuttavia progressivamente interessato sempre più alla conservazione e al restauro di opere d’arte, collaborando con molte soprintendenze per il patrimonio storico e artistico italiane, lavorando sia in Toscana che in altre regioni. La sue conoscenze di chimica lo avevano aiutato nello sviluppare soluzioni innovative nel campo delle tecniche di conservazione e restauro.

Arte restituita. In ricordo di Piero Ungheretti” è il titolo della mostra che sarà inaugurata il prossimo 1° luglio ai Granai di Villa Mimbelli e che rimarrà aperta fino al 12 agosto. Si potrà vedere una selezione del patrimonio artistico di proprietà del Comune di Livorno che Piero Ungheretti in tanti anni d’attività aveva restaurato e conservato con grande professionalità e specializzazione. Opere d’arte su tela, tavola, carta e legno che testimoniano la grande capacità artistica ma anche la perizia tecnico scientifica del restauratore livornese, “pioniere” di singolari procedimenti di restauro che hanno consentito di ottenere risultati non raggiungibili con le tecniche tradizionali. Nell’esposizione, divisa in più sezioni, saranno messi in mostra disegni ed incisioni di Giovanni Fattori, Enrico Pollastrini, Plinio Nomellini, Luigi Ademollo e Leonetto Cappiello. Poi stampe della Raccolta Minutelli, la più importante per qualità e rarità, e per le opere su legno quattro icone della iconostasi della chiesa greco ortodossa della SS.Trinità. La mostra sarà ad ingresso gratuito.

Un ricordo di Piero Ungheretti, a lui direttamente rivolto, è stato espresso il giorno del funerale da Mila Banchi, dell’Agedo (Associazione dei Genitori di Omosessuali) di Livorno: “Ciao Piero, Livorno ti da l’ultimo saluto; sarà strano per me e penso anche per te vedere certi volti addolorati. Sono sicura però che sarai felice di vedere tutti, perché in questa strana, cara, città la gente è così e tu lo avevi capito da tanto. Tu il coraggio lo hai sempre avuto e lo hai insegnato anche. Ti dico grazie per aver mostrato che anche nei tempi difficili che è sempre giusto alzare la testa, perché hai mostrato la strada della sincerità a chi è venuto dopo di te. Sono contenta di averti conosciuto e ti penserò sempre con noi, con i tuoi occhi intelligenti ma anche un pò tristi, nei nostri momenti di cammino, grazie per la strada che ci hai aperto.”   (Roberto Taddeucci)

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

aggressione-foggia-intervista

Foggia, parla Alessandro, vittima dell’aggressione: “Trasformiamo la violenza in sogno” – intervista

News - Francesca Di Feo 21.6.24
Calciatori Gay Coming Out - Rosario Coco di Out Sport spiega perché non bisogna forzare

Calciatori gay in Nazionale, calciatori gay ovunque: perché non bisogna forzare

Lifestyle - Giuliano Federico 20.6.24
Libri LGBTQIA+, le novità: di euforia, di santi, diavoli, altricorpi e femminielli - Matteo B Bianchi3 - Gay.it

Libri LGBTQIA+, le novità: di euforia, di santi, diavoli, altricorpi e femminielli

Culture - Federico Colombo 22.6.24
Fedez annuncia apertura canale OnlyFans

Fedez cede a OnlyFans e apre il suo canale: “Mi consigliano di ripulirmi l’immagine e faccio il contrario”

News - Emanuele Corbo 21.6.24
Ivan Codrian per @theshamelessfund

Jonathan Bailey lancia l’associazione di beneficenza LGBTQ+ “The Shameless Fund”

Culture - Luca Diana 21.6.24
Fabio Marida Damato Chiara Ferragni Diletta Leotti Elodie

Chiara Ferragni e Fabio Maria Damato insieme al matrimonio tra Diletta Leotta e Loris Karius

Lifestyle - Mandalina Di Biase 23.6.24

Hai già letto
queste storie?

meglio-a-colori-terapie-riparative (3)

“Meglio a Colori”, la campagna per un disegno di legge contro le terapie riparative

News - Francesca Di Feo 17.5.24
Castel Volturno: gruppo di donne trans schiavizzava e sfruttava altre ragazze trans

Un gruppo di donne trans schiavizzava altre ragazze trans: 11 arresti

News - Francesca Di Feo 28.3.24
nigeria-kito-app-dating

Nigeria, l’orrenda pratica del “kito”: bande omofobe attirano uomini gay sulle app di dating per “punirli” e ricattarli

News - Francesca Di Feo 3.5.24
Arte e queerness: intervista a Elisabetta Roncati - Sessp 10 - Gay.it

Arte e queerness: intervista a Elisabetta Roncati

Culture - Federico Colombo 29.12.23
Michele Bravi ritratto da Mauro Balletti per 'Tu cosa vedi quando chiudi gli occhi?'

L’atlante di Michele Bravi, tra poesie e pornostar – l’intervista

Musica - Riccardo Conte 9.4.24
omofobia ragazzo giovane gay

Pontedera, 18enne cacciato di casa dopo il coming out: “Niente figli gay, vattene”

News - Francesca Di Feo 27.3.24
Biennale Arte Venezia 2024 - Foreign Everywhere by Adriano Pedrosa

Siamo ovunque: cosa aspettarci dalla Biennale queer e decolonizzata di Adriano Pedrosa

Culture - Redazione Milano 2.2.24
Foto di Jamie Mccartney

Il Museo della Vagina include anche le persone trans*

Culture - Redazione Milano 18.1.24