Lodo Guenzi ringrazia Fedez: “Questo Paese è ancora in larga parte omofobo e razzista, è vergognoso”

Il cantante ha replicato anche a Pio e Amedeo: "Non è vero che siamo tutti uguali. Questa è la cosa difficile da dire, l'unica scorretta agli occhi di chi ci governa".

Lodo Guenzi ringrazia Fedez: "Questo Paese è ancora in larga parte omofobo e razzista, è vergognoso" - Lodo Guenzi 21 - Gay.it
2 min. di lettura

Lodo Guenzi de Lo Stato Sociale, che in passato ha condotto il Primo Maggio al fianco di Ambra Angiolini, ha voluto esprimere la propria vicinanza a Fedez, per quanto detto ieri sera dal palco dell’Auditorium, a favore del DDL Zan e contro l’omofoba Lega di Salvini, Pillon e Ostellari. Guenzi ha esteso il suo ragionamento a quanto visto la sera precedente su Canale 5, con Pio e Amedeo resisi protagonisti di un’agghiacciante monologo sulle ‘parole che non si possono più dire’, sdoganando di fatto l’utilizzo di termini come “fr*cio” e “ne*ro”, a cui a loro dire tutti noi dovremmo replicare con un sorriso.

Quando Alessandra Mussolini dice in tv “meglio fascista che “fro*io” e uno al Pride scrive un cartello “meglio fr*cio che fascista” sta rispondendo a un’omofoba, ribaltando le sue parole e usando una parola discriminatoria contro sè stessa“, ha scritto Guenzi su Instagram. “Quando in tv si motteggia sulla parola fr*cio dicendo che il Pride non ha senso perché siamo tutti uguali, che è come se io dicessi viva la figa, mentre nel Paese gli omosessuali vengono picchiati e offesi come a me non è mai successo in quanto etero, e sono due anni che viene rimandata una legge contro l’omotransfobia, ecco, no. Questo è un esempio di intenzioni con cui si usano le parole“.

Ed è qui che Lodo si è complimentato con il collega rapper.

Sono fiero di quello che ha detto Federico su un palco che per me è casa e che ha senso di esistere per rasmettere dei messaggi. Ieri si è parlato di politicamente corretto, ed è vero che la discriminazione non è solo nelle parole ma anche nelle intenzioni. Ma non è vero che siamo tutti uguali. Questo Paese e la sua classe politica sono ancora in larga parte razisti e omofobi, questo è vergognoso. Non ha senso parlare di quanto sia legittimo o illegittimo usare parole scorrette fino a quando non saremo in modo di evitare che gli omosessuali vengano menati e offesi e gli stranieri schiavizzati e lasciati annegare. Questa è la cosa difficile da dire, l’unica scorretta agli occhi di chi ci governa.

Lodo Guenzi ringrazia Fedez: "Questo Paese è ancora in larga parte omofobo e razzista, è vergognoso" - Lodo Guenzi 2 - Gay.it

Lodo Guenzi ringrazia Fedez: "Questo Paese è ancora in larga parte omofobo e razzista, è vergognoso" - Lodo Guenzi - Gay.it

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
Roberto Vannacci e Marco Mengoni a Sanremo con un pantalone di Fendi

Vannacci attacca il Pride e irride Marco Mengoni per la gonna che è un pantalone

News - Giuliano Federico 1.3.24
The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati - The History of Sound di Oliver Hermanus - Gay.it

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati

Cinema - Redazione 29.2.24
Eurovision 2024, Il Regno Unito vuole la vittoria con Dizzy di Olly Alexander. Il video ufficiale - olly alexander - Gay.it

Eurovision 2024, Il Regno Unito vuole la vittoria con Dizzy di Olly Alexander. Il video ufficiale

Culture - Redazione 1.3.24
stati-uniti-transfobia-omofobia-antisemitismo-e-suprematismo-bianco-dilagano-nelle-fila-del-partito-repubblicano (2)

Stati Uniti: transfobia, omofobia, antisemitismo e suprematismo bianco dilagano nel Partito Repubblicano

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Bledar Dedja sarebbe stato ucciso dopo aver incontrato un 17enne via Grindr

Perché il 17enne ha ucciso il 39enne Bledar Dedja adescato su Grindr e qual è il movente?

News - Redazione Milano 29.2.24

I nostri contenuti
sono diversi

L'estate italiana dell'omobitransfobia, Zan: "Il Governo Meloni è corresponsabile, chi lo nega è complice" - alessandro zan - Gay.it

L’estate italiana dell’omobitransfobia, Zan: “Il Governo Meloni è corresponsabile, chi lo nega è complice”

News - Federico Boni 8.9.23
Alessandro Zan intervistato da Report a proposito del suo ruolo nell'ambito dell'organizzazione del Padova Pride Village

Inchiesta di Report su Alessandro Zan e il Padova Pride Village

News - Redazione Milano 10.12.23