“Voglio sfondare come Mahmood”, la commovente storia di Feisal, 16 anni, su un barchino dalla Tunisia in Europa

Sulle sue storie Instagram parla di quando ha lasciato Sfax, la sua città tunisina, per avventurarsi nel Mediterraneo e raggiungere Lampedusa.

ascolta:
0:00
-
0:00
“Voglio sfondare come Mahmood”, la commovente storia di Feisal, 16 anni, su un barchino dalla Tunisia in Europa
“Voglio sfondare come Mahmood”, la commovente storia di Feisal, 16 anni, su un barchino dalla Tunisia in Europa
2 min. di lettura

Feisal ha 16 anni e fa il rapper. Ha attraversato il canale di Sicilia su un barchino per approdare in Europa, sognando di “sfondare come Mahmood“.  Sulle sue storie Instagram parla di quando ha lasciato Sfax, la sua città tunisina, per avventurarsi nel Mediterraneo e raggiungere Lampedusa. Secondo quanto riportato da Alessia Candito su Repubblica Palermo che l’ha intervistato, Feisal ha documentato con video e audio la traversata del Mare Nostrum. “Forse scriverò qualcosa su di esso, sono un rapper, sai?” dice Feisal a Candito. Ha avuto paura, Feisal, quando si è trovato in mezzo al mare.

Quando è arrivato a Lampedusa erano i giorni dell’ultima grande ondata di sbarchi, la piccola isola siciliana aveva accolto fino a 7.000 anime di rifugiati: “Sono sopravvissuto“, spiega oggi l’adolescente tunisino. Che racconta come ora in Tunisia la musica rap sia problematica. Nel paese del Nord Africa dal 2022 è stata ripristinata una carta costituzionale che accentra il potere nelle mani del presidente. L’Unione Europea ha espresso forte preoccupazione per la deriva autoritaria del Presidente Saied, con il quale invece Giorgia Meloni e il suo governo hanno tentato di stipulare un accordo per trattenere i migranti, proprio come avviene già oggi nei campi di concentramento della Libia.

Ma Feisal vuole arrivare a Milano, “Puoi dirmi come arrivare a Milano? Sono appassionato di musica e voglio fare carriera come tanti ragazzi lì” racconta a Repubblica Palermo. Il suo modello di riferimento è Mahmood, l’artista italiano che ce l’ha fatta, e che nell’immaginario di Feisal è la speranza che per tuttə esista una possibilità di autodeterminazione. Perché – come noto – Alessandro Mahmoud in arte Mahmood ha madre italiana e padre egiziano (quel padre problematico noto alla cronaca) e per questo giovane artista che dalla Tunisia non ha esitato a farsi trasportare da un barchino sulle coste siciliane e che oggi viene sballottolato da un hotspot a un centro d’accoglienza, raggiungere Milano e poter provare a “sfondare come Mahmood” è l’unica cosa che conta. È vero, Mahmood è nato in Italia, è italiano, non ha preso alcun barchino, al massimo il tram numero 15 tra Gratosoglio e Duomo. Ma, per qualche ragione che noi tuttə conosciamo benissimo, Feisal fa il nome di Mahmood come riferimento aspirazionale. Aggiunge, guarda caso, quello di Ghali.

Mahmood ha svelato solo pochi giorni fa una nuova traccia nella quale parla di un velo rosa e di una farfalla (VIDEO). La star italiana, che come autore ha scritto canzoni per i grandi nomi della musica italiana e ha vinto Sanremo già due volte con “Soldi” nel 2019 e con “Brividi” nel 2023 in duetto con Blanco, ha anche annunciato che sta lavorando a nuova musica e che presto avremo finalmente un nuovo album. L’ultimo album di Mahmood “Ghettolimpo” risale ormai al 2021. Chissà che un giorno Feisal non possa duettare proprio con Mahmood. Milano good vibes.

 

Continuo a fissare il mio riflesso
Con lo sguardo di un samurai
Sentirsi uno schifo non ha senso
Se a pagare sono sempre i tuoi
Milano sei un bellissimo deserto
Dammi solo un po’ di good vibes
Solo good vibes, solo good vibes, eh
Solo good vibes, solo good vibes
Tour vibes, solo good vibes, solo good vibes, eh
da “Milano Good Vibes” – Compositori: Alessandro Mahmoud / Francesco Fugazza / Marcello Grilli
testo: Alessandro Mahmoud – Copyright Universal

 

foto cover Foto di Adrian Dascal su Unsplash  + Mahmood IG

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24
Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO) - Due megattere maschi fanno sesso storico primo avvistamento alle Hawaii - Gay.it

Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO)

News - Redazione 1.3.24
stati-uniti-transfobia-omofobia-antisemitismo-e-suprematismo-bianco-dilagano-nelle-fila-del-partito-repubblicano (2)

Stati Uniti: transfobia, omofobia, antisemitismo e suprematismo bianco dilagano nel Partito Repubblicano

News - Francesca Di Feo 1.3.24
I SAW THE TV GLOW (2024)

I Saw The Tv Glow: guarda il trailer dell’attesissimo film horror trans* – VIDEO

Cinema - Redazione Milano 29.2.24
Andrea Bossi con la sua amica Serena - foto dal canale TikTok pubblico di Serena

Andrea Bossi, l’omicidio di un ragazzo queer, ucciso soltanto per un pugno di gioielli?

News - Giuliano Federico 2.3.24
Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard - Xavier Dolan - Gay.it

Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard

News - Federico Boni 1.3.24

Continua a leggere

africa-burundi-lapidare-omosessuali

Africa, il presidente del Burundi invita la popolazione a lapidare gli omosessuali

News - Francesca Di Feo 2.1.24
kenya ong gay lesbica Nglhrc kaluma

Kenya, l’ong LGBTQI+ può operare anche con le parole “gay” e “lesbica” nel suo nome: un flebile barlume di speranza

News - Giuliano Federico 15.9.23
ghana-disegno-di-legge-anti-lgbt-approvazione-marzo

Ghana, lo spietato disegno di legge anti-LGBTQIA+ verso l’approvazione a marzo

News - Francesca Di Feo 23.2.24
ghana-lgbt-repressione-niger

Ghana nel caos: repressione violenta, disegno di legge anti-LGBTQIA+ e il pericoloso fronte con il Niger

News - Francesca Di Feo 27.9.23
Bruce LaBruce The Visitor Berlinale - Gay.it

La rivoluzione queer è una liberazione, Bruce LaBruce con ‘The Visitor’ alla Berlinale

Cinema - Redazione Milano 21.2.24
nigeria matrimonio omosessale rilasciate 69 persone su cauzione - cover: The legend of the underground HBO

Nigeria, parteciparono a un matrimonio gay, 69 persone dovranno portare le prove della propria innocenza: rilasciate su cauzione

News - Redazione Milano 21.9.23
ghana-cardinale-contro-disegno-di-legge-omofobo

Ghana, il Cardinale Turkson contro la legge anti-LGBTQI+: “L’omosessualità andrebbe capita, non criminalizzata”

News - Francesca Di Feo 29.11.23
africa lgbt

Storia di un mondo al contrario, così i diritti LGBTIQ+ spaccano il mondo

News - Giuliano Federico 6.12.23