#MarchiniStaiSereno, Roma non avrà un sindaco omofobo e contro le leggi dello Stato

Condividiamo #MarchiniStaiSereno sui social contro le dichiarazioni del candidato sindaco di Roma: facciamogli sentire la nostra voce

#MarchiniStaiSereno, Roma non avrà un sindaco omofobo e contro le leggi dello Stato - marchini - Gay.it
2 min. di lettura

Alla vigilia della probabile (incrociamo le dita) approvazione della legge sulle Unioni Civili, su un dibattito dai toni tutto sommato abbastanza sommessi irrompono le incendiarie dichiarazioni omofobe di Alfio Marchini.

Divorziato con 5 figli, erede di una dinastia di facoltosi “palazzinari” parte integrante del tessuto di potere e politico Romano (“Calce e Martello“, detti così per la vicinanza al fu partito Comunista), nonchè candidato sindaco di Roma della componente di destra teoricamente moderata vicina a Forza Italia, vorrebbe presentarsi come candidato “nuovo” e indipendente, ma a giudicare da queste sue prime dichiarazione strizza l’occhio al più vecchio e decrepito conservatorismo .

Durante il forum all’Ansa Alfio Marchini, illustrando il suo programma politico, sulle unioni civili, ha affermato: “Non ho nulla contro il riconoscimento dei diritti civili, ma non è compito del sindaco fare queste cose per cui non celebrerò unioni gay se dovessi vincere le elezioni”.

Proprio mentre alla Camera prosegue il dibattito sul ddl Cirinnà  (qui per seguire la diretta streaming e qui per un riassunto della giornata di ieri), di cui si suppone che anche Alfione sia informato, lo sfidante di Raggi, Giachetti e Meloni non solo imbocca con decisione la strada dell’intolleranza, ma preannuncia anche di non voler adempiere a prerogative che nella legge in approvazione non sarebbero certo opzionali o facoltative: il Sindaco non potrà quindi sottrarsi alla celebrazione delle Unioni Civili, tutt’al più potrà delegare (come avviene per il matrimonio civile) un altro funzionario del Comune.

In una città in cui la piaga dell’illegalità è il cancro che ogni giorno rischia di segnare per sempre un patrimonio unico come quello della Città Eterna, dunque Marchini si mostra da subito, qualora ci fossero dubbi, totalmente inadatto a governare ed a rappresentare Roma e i Romani.

Roma non vuole e non avrà un sindaco omofobo. Per guardare al futuro i Romani non possono volere una figura come questa ancorata al passato e ad una concezione autocratica e conservatrice del potere a discapito del bene della comunità e del progresso. Per questo facciamoci sentire: pubblicate sui social foto di voi, di un bacio o di qualsiasi altro gesto che manifesti che l’amore tra due persone dello stesso sesso ha il diritto di essere riconosciuto, e inserite l’hashtag #MarchiniStaiSereno. Dimostriamogli che non è questo che vogliamo e che non sarà mai sindaco di Roma!

marchinistaisereno-hi

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Giovanni Di Colere 10.5.16 - 18:11

Per me è solo la conferma di ciò che diceva Pasolini e cioè che il partito comunista e la sinistra per anni si sono spacciati per gayfriendly ma sono sempre stati intrisi di cultura omofoba. Piuttosto chissà che cosa ne pensa la sorella Simona Marchini, se è d'accordo sull'omofobia del fratello.

Trending

pride di modena, terni e alessandria

Come sono andati i Pride di Alessandria, Terni e Modena il 25 maggio – GALLERY

News - Gio Arcuri 28.5.24
Elezioni europee: "Io Voto! E porto la comunità LGBTIQ+ al voto", la campagna di Arcigay

Elezioni europee: “Io Voto! E porto la comunità LGBTIQ+ al voto”, la campagna di Arcigay

News - Gay.it 28.5.24
Bingham Cup 2024, a Roma la prima gara internazionale di Rugby tra persone trans - Bingham Cup 2024 a Roma la prima gara internazionale di Rugby tra persone trans 5 - Gay.it

Bingham Cup 2024, a Roma la prima gara internazionale di Rugby tra persone trans

News - Redazione 29.5.24
Culattone, checca, finocchio e gli altri: origine e storia degli insulti contro i gay - cover insulti - Gay.it

Culattone, checca, finocchio e gli altri: origine e storia degli insulti contro i gay

News - Redazione 28.5.24
Elodie cover nuovo singolo

Elodie annuncia il nuovo singolo “Black Nirvana” e i fan la incoronano “regina del deserto”

Musica - Emanuele Corbo 29.5.24
Simona Fatima Cira Aiello

Chi è Simona Aiello donna trans candidata con Giorgia Meloni e Fratelli d’Italia alle comunali

News - Mandalina Di Biase 28.5.24

Leggere fa bene

Alessandro Cecchi Paone e Simone Antolini uniti civilmente: "Lanciamo un messaggio a tutto il Paese" - Alessandro Cecchi Paone e Simone Antolini 2 1 - Gay.it

Alessandro Cecchi Paone e Simone Antolini uniti civilmente: “Lanciamo un messaggio a tutto il Paese”

Culture - Redazione 29.12.23
Bastonate, fumogeni, scritte e insulti omofobi. Il branco all'assalto della sede Gay Center di Roma. VIDEO - Gay Center - Gay.it

Bastonate, fumogeni, scritte e insulti omofobi. Il branco all’assalto della sede Gay Center di Roma. VIDEO

News - Redazione 1.2.24
romania-unioni-civili

Romania in ritardo sul riconoscimento delle coppie omo, cresce l’estrema destra: l’allarme dellə attivistə

News - Francesca Di Feo 18.12.23
come costituire le unioni civili in italia

Polonia, il governo annuncia: “A breve un disegno di legge sulle unioni civili”

News - Redazione 28.12.23
Bari, il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme: "Solo l'amore conta" - Bari il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme - Gay.it

Bari, il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme: “Solo l’amore conta”

News - Redazione 24.5.24
romania-unione-civile-in-italia (1)

Denis e Gianluca, la loro unione sbeffeggiata dalla burocrazia romena: “Ci hanno riso in faccia” – INTERVISTA

News - Francesca Di Feo 9.1.24
Roberto Poletti parla per la prima volta della sua unione civile con Francesco: "18 anni insieme, non ho nulla da nascondere" - Roberto Poletti 2 - Gay.it

Roberto Poletti parla per la prima volta della sua unione civile con Francesco: “18 anni insieme, non ho nulla da nascondere”

Culture - Redazione 11.3.24
Calci e pugni per un bacio, è arrivata la sentenza. L'omofobia trattata come banale lite in un parcheggio - jean pierre moreno - Gay.it

Calci e pugni per un bacio, è arrivata la sentenza. L’omofobia trattata come banale lite in un parcheggio

News - Redazione 15.3.24