Maurizia Paradiso: “Non sopporto Malgioglio. Il Pride? Mai partecipato”

“Se si chiedono pari diritti e dignità non si può sfilare nudi in pieno giorno e far ridere i polli”.

L’ex attrice hard Maurizia Paradiso, nel corso di un’intervista rilasciata a Il Giorno, ha detto la sua su Cristiano Malgioglio e sui Pride.

La prima stoccata è per Cristiano Malgioglio, che all’interno della Casa del Grande Fratello Vip ha indossato una mascherina per proteggersi dai cattivi odori e dalla polvere: “Quella cosa mi ha ferita. Uno non può mettersi in mostra indossando a sproposito la mascherina dei malati oncologici. Non sopporto Malgioglio quando si dà delle arie, si chiama la regina e di aver scritto una poesia stupenta – e non stupenda – perché zoppica in italiano”.

Il paroliere, per Maurizia Paradiso, incarna quell’ideale da macchietta di omosessuale da rigettare: “Trovo poco dignitoso nei confronti del mondo omosessuale certe esibizioni da checca da caricatura. Mi ricorda la Maurizia di 40 anni fa, quando stavo insieme a tutti i travestiti del parco Ravizza”.

Parole dure anche contro il Pride: “Secondo me è il modo peggiore per manifestare qualsiasi tipo di orgoglio. Troppo folcloristico, troppo invadente. Due uomini con i baffi in mutandine e reggiseno che si baciano per strada in pieno giorno! Non si può far accettare una cosa del genere. Bisogna avere dignità. Se si chiedono pari diritti e dignità non si può sfilare nudi in pieno giorno e far ridere i polli. Io non ho mai partecipato a un Pride. E lo dice una che è stata partigiana della transessualità”.

Pride

Pride Month 2020: le parate non ci saranno, ma la nostra battaglia non si fermerà mai

Un Pride Month molto diverso, quello di quest’anno, ma il Covid-19 non ci impedirà di battagliare per i nostri diritti.

di Alessandro Bovo