Cirinnà, ultimo giorno da senatrice: “Contribuire alle unioni civili il privilegio più grande della mia vita politica”

"La gioia più grande è stata quella di poter contribuire a migliorare la vita delle persone, incidendo concretamente sulla loro felicità".

ascolta:
0:00
-
0:00
monica cirinnà dipartimento diritti
Si apre la strada a Monica Cirinnà prossima sindaca di Roma.
2 min. di lettura

Domani ha inizio la diciannovesima legislatura, quella con la maggioranza più a destra della storia della Repubblica, con Monica Cirinnà fuori dal Parlamento. L’ex senatrice dem non è stata rieletta, a causa anche dello stesso Partito Democratico che ha scelto di non blindarla, con un ultimo suo saluto via social che è presto stato travolto dai like e dai commenti.

Il mandato di Cirinnà da Senatrice della Repubblica termina ufficialmente oggi, con la madre delle unioni civili che ha rimarcato “l’onore” vissuto nel “servire le istituzioni come rappresentante delle italiane e degli italiani per nove anni bellissimi e intensi“.

“La gioia più grande è stata quella di poter contribuire a migliorare la vita delle persone, incidendo concretamente sulla loro felicità”, ha continuato sui social Cirinnà, inevitabilmente soffermatasi sulla legge che ancora oggi porta il suo nome. La legge sulle unioni civili: “contribuire alla sua approvazione è stato il privilegio più grande della mia vita politica”, ha confessato l’ex senatrice, battagliera al fianco della comunità LGBTQ per due legislature.

“Non c’è stato un solo giorno in cui mi sia sentita sola. Non solo perchè ho potuto sempre contare su tutte le persone competenti e appassionate che, in Senato e nel gruppo parlamentare, rendono possibile ed efficace il “mestiere” di senatrice: ringrazio ognuna e ognuno, con tutto il cuore. Non sono stata mai sola perchè ho sempre sentito, fortissimo, l’affetto e il sostegno di tutte e tutti voi, che mi seguite con passione”.

Anche se rimasta fuori dalle aule parlamentari, Cirinnà ha ribadito l’intenzione di non volersi fermare, nè allontanare dalla politica. “Continuerò ad esserci, in forme nuove, con tutta la mia determinazione e con tutto il coraggio di cui sono capace. La mia voce sarà a disposizione di ogni persona che lotta contro l’ingiustizia, le discriminazioni, le solitudini, di ogni persona che crede ancora che la politica – ovunque e comunque fatta – sia ancora l’unico strumento possibile di cambiamento. Ancora, per un’Italia sempre più libera, eguale, inclusiva e giusta, nel segno della Costituzione“.

Nel 1993 eletta in consiglio comunale a Roma per la Federazione dei Verdi a sostegno di Francesco Rutelli, Cirinnà è stata successivamente rieletta altre tre volte con i Verdi (1997, 2001, 2006) e infine nel 2008 per il Partito Democratico. 5 anni dopo l’addio al Campidoglio per sbarcare a Palazzo Madama, dove è rimasta 9 anni.

Voci come quella di Monica Cirinnà, all’interno del parlamento che domani prenderà forma per la prima volta, sarebbero state utili, per non dire necessarie, dinanzi ad una maggioranza apparentemente divisa su tutto se non al cospetto di un’indigeribile omotransfobia di Stato.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Billie Eilish, è uscito il nuovo album "Hit Me Hard and Soft"

Billie Eilish ritrova se stessa e plasma di nuovo il pop alla sua (gigante) maniera

Musica - Emanuele Corbo 21.5.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
iraq-donne-trans (2)

Iraq, la strage silenziosa delle donne trans, uccise dai loro familiari per “onore”

Corpi - Francesca Di Feo 20.5.24
Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
DDL Varchi, Alessia Crocini in commissione al Senato smonta le fake news sulla GPA: "Propaganda omofoba" - DDL Varchi Alessia Crocini in commissione al Senato smonta le fake news sulla GPA - Gay.it

DDL Varchi, Alessia Crocini in commissione al Senato smonta le fake news sulla GPA: “Propaganda omofoba”

News - Redazione 22.5.24

Continua a leggere

Scampia, omofobia di Pasqua. Sputi e sigarette spente addosso a 23enne: "Mi hanno chiamato r*cchiò" - omofobia - Gay.it

Scampia, omofobia di Pasqua. Sputi e sigarette spente addosso a 23enne: “Mi hanno chiamato r*cchiò”

News - Redazione 2.4.24
Gay.it Progress Pride Flag LGBTI

L’unione civile non sarà annullata con la rettifica anagrafica del genere, sentenza della Corte Costituzionale

News - Francesca Di Feo 24.4.24
Scalfarotto: "Ho chiesto di calendarizzare il disegno di legge sul matrimonio ugualitario. Nessuno mi ha seguito" - Ivan Scalfarotto e Matteo Renzi - Gay.it

Scalfarotto: “Ho chiesto di calendarizzare il disegno di legge sul matrimonio ugualitario. Nessuno mi ha seguito”

News - Redazione 13.3.24
francia-proteste-trans

Francia, oltre 10.000 persone in piazza contro il disegno di legge che vieterebbe le terapie affermative per l* minori trans

News - Francesca Di Feo 7.5.24
I repubblicani d'America presentano legge per bandire le atlete trans dalla squadra olimpica - Laurel Hubbard 1 - Gay.it

I repubblicani d’America presentano legge per bandire le atlete trans dalla squadra olimpica

News - Federico Boni 7.2.24
Careggi Transgender Triptorelina affermazione di genere Gasparri

Triptorelina, la malafede ideologica del governo italiano che fa propaganda sulla vita delle persone: anticipati i risultati dell’ispezione al Careggi di Firenze, ma qualcosa non quadra

Corpi - Francesca Di Feo 8.4.24
La Cassazione rigetta il ricorso di Pillon. Definitiva la condanna per diffamazione ai danni di un'associazione LGBTQIA+ - Simone Pillon - Gay.it

La Cassazione rigetta il ricorso di Pillon. Definitiva la condanna per diffamazione ai danni di un’associazione LGBTQIA+

News - Redazione 23.11.23
monza-mozione-famiglie-arcobaleno-pd

Monza, la giunta PD spiega perché ha bocciato la mozione a favore delle famiglie arcobaleno

News - Francesca Di Feo 5.1.24