Video

Barbera, presidente Corte Costituzionale, al Parlamento: “Serve una legge sui figli delle famiglie arcobaleno”

"Il silenzio del legislatore sta portando al disordinato e contraddittorio intervento dei Sindaci preposti ai registri dell’anagrafe”.

ascolta:
0:00
-
0:00
3 min. di lettura

Oggi 85enne, Augusto Barbera, Professore emerito di diritto costituzionale nell’Università di Bologna, ex Ministro per i rapporti con il Parlamento nel governo Ciampi e da fine 2023 giudice della Corte Costituzionale, ha bacchettato il parlamento, perché “a fronte di una persistente inerzia legislativa la Corte non può rinunciare al proprio ruolo di garanzia, che include anche il compito di accertare e dichiarare i diritti fondamentali reclamati da una ‘coscienza sociale’ in costante evoluzione

Per 5 legislature parlamentare, tra Pci prima e Pds poi, Barbera ha rimarcato i ritardi di una politica che sul piano dei diritti continua a rimandare, cavalcando il benaltrismo a favore di una discriminazione di Stato, nel corso  della Relazione annuale alla presenza del Capo dello Stato e delle più alte cariche.

Non si può non manifestare un certo rammarico per il fatto che nei casi più significativi il legislatore non sia intervenuto, rinunciando ad una prerogativa che ad esso compete, obbligando questa Corte a procedere con una propria e autonoma soluzione, inevitabile in forza dell’imperativo di osservare la Costituzione”, ha sottolineato Barbera (dal minuto 30, video in testa al post), che si è auspicato in tal senso un intervento del Governo che dia seguito alla sentenza Cappato 242 del 2019 sul fine vita, nonché un intervento che “tenga conto del monito relativo alla condizione anagrafica dei figli di coppie dello stesso sesso”, come già auspicato da ben due sentenze, la 32 e la 33 del 2021. “In entrambi i casi il silenzio del legislatore sta portando, nel primo caso, a numerose supplenze delle assemblee regionali; nel secondo caso, al disordinato e contraddittorio intervento dei Sindaci preposti ai registri dell’anagrafe”.

Non a caso da mesi assistiamo a sentenze discorsanti, da tribunale a tribunale, sui figli delle famiglie arcobaleno. Lo scorso maggio il tribunale di Milano ha riconosciuto il genitore intenzionale dopo la morte del papà biologico e obbligato la trascrizione del certificato. Sempre a Milano il Tribunale ha detto sì alle registrazioni di due mamme e no a quelle di due papà, così come il Tribunale di Roma ha detto sì alla trascrizione del certificato estero con due mamme. E se la Corte di Appello di Brescia ha decretato che i figli hanno il diritto a vedere riconosciuti entrambi i genitori, la Corte d’Appello di Milano ha dichiarato illegittime le trascrizioni dei figli delle coppie di donne e la Corte d’Appello di Torino ha sentenziato che le Mamme di due gemelli non possono essere riconosciute come madri legittime. Due settimane fa, infine, il Tribunale di Padova ha respinto il ricorso della Procura contro le famiglie arcobaleno, con il Ministro dell’Interno Matteo Piantedosi che ha impugnato la sentenza.

Anche Silvana Sciarra, ex presidente della Corte Costituzionale, aveva ricordato comela Costituzione tutela anche la famiglia delle formazioni sociali“.

Passati 7 mesi è arrivato il monito ancor più netto di Barbera al governo Meloni, all’interno di un lungo intervento in cui il nuovo Presidente ha affrontato anche il tema de “l’ordinamento costituzionale e del Parlamento”, affermando, tra l’altro, che la Corte deve rispettare l’ampia sfera di discrezionalità del legislatore nell’attuazione delle politiche delle quali il Parlamento risponde direttamente agli elettori, e può intervenire soltanto ad assicurare il rispetto dei limiti sostanziali fissati dalla Costituzione a quanto può essere deciso dalle maggioranze parlamentari.

In particolare, ha aggiunto il professor Barbera, “questa Corte è chiamata ad essere ‘custode della Costituzione’, ma è tenuta ad essere altrettanto attenta a non costruire, con i soli strumenti dell’interpretazione, una fragile ‘Costituzione dei custodi’”. E ciò soprattutto in riferimento a materie in cui le norme costituzionali sono oggetto di una evoluzione interpretativa, come i diritti civili. E in proposito vanno ricordate alcune innovazioni che nella storia della Repubblica, sono state proprio il “frutto di importanti pronunce della Corte a cui hanno fatto seguito non meno rilevanti decisioni legislative”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Mahmood: "Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi"

Mahmood: “Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi”

Musica - Emanuele Corbo 22.5.24
Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm - Block Pass - Gay.it

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm

Cinema - Federico Boni 17.5.24
Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri - Specchio Specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri

Culture - Redazione 23.5.24
triptorelina-famiglie-incatenate-sede-aifa

Triptorelina, le famiglie si incatenano sotto la sede dell’AIFA per protestare il tavolo tecnico e la sua composizione

News - Francesca Di Feo 24.5.24
L'artista marziale Bryce Mitchell istruirà suo figlio a casa perché "a scuola diventerebbe gay" (VIDEO) - Bryce Mitchell - Gay.it

L’artista marziale Bryce Mitchell istruirà suo figlio a casa perché “a scuola diventerebbe gay” (VIDEO)

Corpi - Redazione 24.5.24

Continua a leggere

Erika Hilton è la seconda deputata trans del Brasile.

“Avete il potenziale per cambiare”, così parla Erika Hilton, deputata trans* del Brasile

News - Redazione Milano 5.12.23
monza-mozione-famiglie-arcobaleno-pd

Monza, la giunta PD spiega perché ha bocciato la mozione a favore delle famiglie arcobaleno

News - Francesca Di Feo 5.1.24
Gabriel Attal: “Francesi vuol dire poter essere premier rivendicando apertamente la propria omosessualità” - VIDEO - Gabriel Attal 1 - Gay.it

Gabriel Attal: “Francesi vuol dire poter essere premier rivendicando apertamente la propria omosessualità” – VIDEO

News - Redazione 31.1.24
Gabriel Attal

Gabriel Attal, luci e ombre del Primo Ministro francese gay che piace alla destra

News - Lorenzo Ottanelli 11.1.24
Vittorio Sgarbi, selfie con due minorenni e insulto omofobo: "Non siete fin*cchi? W la f*ga" (VIDEO) - Vittorio Sgarbi 2 - Gay.it

Vittorio Sgarbi, selfie con due minorenni e insulto omofobo: “Non siete fin*cchi? W la f*ga” (VIDEO)

News - Redazione 12.4.24
Europee 2024, il Pd e Tarquinio. Lui insiste: "Il DDL Zan non mi piace, sulle unioni civili dico "a ciascuno si dia il suo"" - Marco Tarquinio - Gay.it

Europee 2024, il Pd e Tarquinio. Lui insiste: “Il DDL Zan non mi piace, sulle unioni civili dico “a ciascuno si dia il suo””

News - Federico Boni 5.4.24
meloni orban

Italia al 25° posto su 27 in Europa sui diritti. Peggio di noi solo Ungheria e Polonia. Il report sui singoli voti all’Europarlamento

News - Federico Boni 15.4.24
liz truss diritti lgbtq rights

Regno Unito, l’ex premier Liz Truss vuole vietare la transizione di genere ai minori di 18 anni

News - Redazione 4.12.23