Monica Cirinnà, il PD non vuole farla eleggere in Parlamento

Le liste saranno chiuse il 22 Agosto. Grillini: "un danno gravissimo per le battaglie che Monica porta avanti da anni".

ascolta:
0:00
-
0:00
monica cirinnà partito democratico elezioni 2022
monica cirinnà partito democratico elezioni 2022
2 min. di lettura

“C’è il fortissimo rischio che Monica Cirinnà non sia eletta nel prossimo Parlamento. Le è infatti stato proposto a Roma un collegio uninominale perdente. Non averla nel prossimo Parlamento sarebbe un danno gravissimo per le battaglie che Monica porta avanti da anni, per i diritti e le libertà di tutte e tutti. La destra sarà contenta.”

Sono le parole espresse su Instagram da Franco Grillini, storico padre nobile del movimento italiano per la liberazione delle persone LGBTQIA+.

Monica Cirinnà si avvia a concludere la sua seconda legislatura in Parlamento. Attualmente senatrice PD, madre nel 2016 della legge sulle Unioni Civili voluta dall’allora premier Matteo Renzi, nelle ultime settimane, dopo che anche Gay.it lo aveva pubblicamente chiesto al PD, Cirinnà  si era spesa per includere il matrimonio egualitario nel programma del Partito Democratico. Soltanto due giorni fa il segretario del PD Enrico Letta ha annunciato che il matrimonio egualitario sarà nel programma, insieme allo ius scholae.

La doccia gelata è arrivata nel tardo pomeriggio di ieri 14 Agosto. A lanciarla Simone Alliva dalla propria pagina personale di Facebook, dalla quale Alliva parla di una non candidatura.

“Il PD non candiderà Monica Cirinnà, la madrina delle Unioni civili e responsabile del Dipartimento Diritti del Partito Democratico. Una delle persone più vicine alla comunità Lgbt degli ultimi anni. Ma non era il partito dei diritti?” scrive Alliva, che aggiunge: “Così non ‘vincono le idee’ ma le correnti. La senatrice Cirinnà vittima di una delle care regole del partito: se sei di qualcuno ti attaccano ma se non sei di nessuno ti eliminano.”

Successivamente, nel corso delle ore, si apprende che non c’è una chiara intenzione di non candidare Cirinnà. In verità il PD pare intenzionato a posizionare Monica Cirinnà in un collegio fortemente a rischio, nel quale facilmente la senatrice madre delle Unioni Civili finirebbe per non essere eletta. Qualcuno dirà: il popolo è sovrano, se gli elettori vogliono Cirinnà in Parlamento, la eleggeranno anche in un collegio difficile. Ma le cose non stanno esattamente così. Per due motivi.

Il primo motivo è che Cirinnà è una figura carica di significato politico per una comunità di minoranza come quella LGBTQIA+. Questo significa che la sua candidatura raccoglie un forte consenso presso quella minoranza che, in quanto tale, esprime grandi numeri elettorali soltanto su base nazionale. Per semplificare: in qualsiasi collegio italiano, le persone e i temi LGBTQIA+ difficilmente raccoglieranno voti locali sufficienti per maturare un’elezione in quel collegio. È invece auspicabile che un grande partito che si faccia carico delle battaglie sui diritti civili protegga la candidatura di Cirinnà in un collegio sicuro, per garantire rappresentanza parlamentare alla minoranza di riferimento.

Il secondo motivo è che – in verità – questa legge elettorale per le politiche 2022 funziona attraverso un meccanismo misto e complicato, che lascia ai partiti piena titolarità di decidere chi finirà in Parlamento, e agli elettori non resta che la possibilità di scegliere il partito, senza praticamente alcun controllo sulle persone a cui dare il voto.

Nei prossimi giorni si chiuderanno le liste, che dovranno essere consegnate entro il 22 Agosto. Vedremo se il Partito Democratico saprà proteggere una candidatura importante per la comunità LGBTQIA+ italiana. Se così non fosse, sarebbe auspicabile che Cirinnà rinunci a una qualsiasi candidatura a rischio, o peggio ancora di furbizia da ripescaggio proporzionale. Dal PD ci aspettiamo che la candidatura di Cirinnà sia orgogliosamente posizionata in un collegio blindato. (gf)

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
valium 16.8.22 - 19:12

Le pasionarie non mi sono mai piaciute. Dopo i tira e molla delle ultime ore: mi candido non mi candido, accetto non accetto, un partito per bene l'avrebbe già espulsa.

Trending

Roma Pestaggio Coppia Gay Siti In

“Guarda sti fr*c*” non è omofobia? Sit-in mercoledì 24 e polemiche sul pestaggio alla coppia gay di Roma, dopo che gli indagati respingono l’accusa

News - Redazione 22.7.24
Tutti i coming out "vip" del 2024 - Coming Out 2024 - Gay.it

Tutti i coming out “vip” del 2024

News - Federico Boni 19.7.24
Claudia Pandolfi Giffoni

Claudia Pandolfi in lacrime a Giffoni per “Il ragazzo dai pantaloni rosa”: “Sento la responsabilità di questo film”

Cinema - Emanuele Corbo 23.7.24
spiagge gay italiane spiagge queer lgbtqia

Speciale Spiagge 2024: 100 spiagge gay in Italia da non perdere

Viaggi - Redazione 1.7.24
La nuova Forza Italia "liberal" voluta dai Berlusconi vuole dividere la comunità LGB da quella T?

Forza Italia vuole dividere la comunità LGBIAQ dalla comunità T, ma noi “Insieme siamo partite, insieme torneremo”

News - Giuliano Federico 22.7.24
Pestaggio Roma Coppia Gay - La difesa dei 4 presunti aggressori smentisce l'omofobia "Non sapevamo fossero gay"

Pestaggio coppia gay a Roma, gli aggressori “Non abbiamo usato insulti omofobi”

News - Redazione 22.7.24

Leggere fa bene

Europee 2024: il Pd candida Marco Tarquinio, ex direttore dell'Avvenire contrario al matrimonio egualitario? - Marco Tarquinio - Gay.it

Europee 2024: il Pd candida Marco Tarquinio, ex direttore dell’Avvenire contrario al matrimonio egualitario?

News - Federico Boni 28.3.24
polonia-stallo-legge-unioni-civili

Polonia, in stallo la legge sulle unioni civili: impossibile mettere daccordo la maggioranza di governo

News - Francesca Di Feo 18.7.24
forza-italia-matrimonio-egualitario

Dopo la mozione anti-trans, Stefano Benigni di Forza Italia parla di matrimonio egualitario

News - Francesca Di Feo 19.7.24
Europee 2024, Marco Tarquinio agita il Pd. Monica J. Romano: "Figura divisiva, sarebbe un errore candidarlo" - Europee 2024 Marco Tarquinio agita il Pd. Monica J. Romano - Gay.it

Europee 2024, Marco Tarquinio agita il Pd. Monica J. Romano: “Figura divisiva, sarebbe un errore candidarlo”

News - Federico Boni 2.4.24
Taiwan, faro di progresso LGBTQIA+ in Asia, di nuovo sotto minaccia militare cinese - taiwan intervista post elezioni 6 - Gay.it

Taiwan, faro di progresso LGBTQIA+ in Asia, di nuovo sotto minaccia militare cinese

News - Francesca Di Feo 8.7.24
Alessandro e Alec, due italiani per le prime nozze gay nello Spazio: "Un matrimonio galattico per normalizzare l'amore queer" - Alessandro Monterosso e Alec Sander si sposeranno a oltre 30mila metri - Gay.it

Alessandro e Alec, due italiani per le prime nozze gay nello Spazio: “Un matrimonio galattico per normalizzare l’amore queer”

News - Redazione 31.5.24
burocrazia unioni civili, guida alle top location per unioni civili in puglia

Il Liechtenstein ha legalizzato il matrimonio egualitario

News - Redazione 17.5.24
Nepal, finalmente riconosciuto il primo storico matrimonio tra due donne - Dipti Shrestha 33 anni e Suprita Gurung - Gay.it

Nepal, finalmente riconosciuto il primo storico matrimonio tra due donne

News - Redazione 15.2.24