MUNIZ: UN BACIO DI 3 MINUTI

Il bel Sergio sbaraglia ogni record con Francesca Neri nella miniserie 'La signora delle camelie' in onda su Canale 5 martedì 28 e mercoledì 29. Un dramma borghese dalla lunga storia.

MUNIZ: UN BACIO DI 3 MINUTI - muniz06 - Gay.it
3 min. di lettura

Dopo qualche slittamento di programmazione, ci dovremmo essere: è attesa per martedì 28 e mercoledì 29 novembre La signora delle camelie, la miniserie in due puntate, trasmessa da Canale 5. Il cast vede protagonisti la neoproduttrice (all’esordio con il film Melissa P.) Francesca Neri, già musa ispiratrice di Pedro Almodovar in Carne Tremula, e il non più naufrago Sergio Muniz che presto vedremo in costumi medievali nel film tv I Borgia.

MUNIZ: UN BACIO DI 3 MINUTI - muniz07 - Gay.it

La signora delle camelie è tratto dal romanzo omonimo di Alexandre Dumas figlio, un’opera letteraria simbolo del Romanticismo francese, alla quale hanno guardato con interesse il teatro, l’opera lirica, il cinema e ora anche la fiction televisiva. La prima trasposizione teatrale, di quattro anni successiva all’uscita del romanzo (1848), è quella dello stesso autore, con protagonista Sara Bernhardt. Ma la vera fortuna del soggetto la si deve soprattutto al melodramma di Giuseppe Verdi La traviata (libretto di Francesco Maria Piave). La traviata compone, assieme al Rigoletto e al Trovatore, la “trilogia popolare” del compositore. E proprio nella Milano risorgimentale è ambientata la miniserie Mediaset, girata da Lodovico Gasparini. Una produzione sfarzosa, costata sette milioni di euro, con oltre 600 costumi originali.
La storia racconta la passione travolgente fra Margherita Gauthier e Alfredo Germont (lei mantiene il nome che ha nel romanzo, lui prende quello dell’opera). Margherita, la cortigiana più in vista della Milano di metà Ottocento, è avvolta dal lusso dei salotti bene e prende spunto dalla figura realmente esistita di Marie Duplessis (vero nome Alphonsine Plessis), della quale si innamorò poco più che ventenne, Dumas. Una donna di mondo, amata da tutti ma mai innamorata, che fece invaghire anche il compositore Franz Liszt.
Alfredo è un giovane dell’alta borghesia, ostacolato nella sua relazione dal padre Giorgio che intende “salvare” la reputazione della famiglia e il buon nome della figlia, promessa sposa. I due innamorati subiranno il continuo frapporsi dell’ingombrante padre di Alfredo, finché Margherita non si sacrificherà, facendosi da parte.

MUNIZ: UN BACIO DI 3 MINUTI - muniz02 - Gay.it

Alfredo, dopo la fuga dell’amata, si distrarrà con Olimpia (Linda Batista, che pure rivedremo per I Borgia). Intanto Margherita, da tempo malata di tisi, si aggraverà ulteriormente. In punto di morte, potrà riabbracciare il suo Alfredo, nel frattempo informato dal padre sui reali motivi della separazione.
La signora delle camelie è un classico del dramma borghese ottocentesco, ripreso dal cinema in numerose versioni, come quelle del 1936 con Greta Garbo e del 1981 con Isabelle Huppert e Gian Maria Volonté nel ruolo del padre; e citato da altre pellicole di successo, su tutte, La signora senza camelie di Michelangelo Antonioni con Lucia Bosé e Pretty Woman con Julia Roberts. Senza dimenticare i film musicali La Traviata di Franco Zeffirelli (1982) e Moulin Rouge interpretato da Nicole Kidman e Ewan McGregor.
A teatro sono da ricordare la pièce recitata da Eleonora Duse, la messa in scena di Giuseppe Patroni Griffi del ’92 con protagonisti Lina Sastri e Luigi Lo Cascio e l’eccellente monologo di Lella Costa. Nella lirica il nome più altisonante è quello di Maria Callas, interprete della Traviata di Luchino Visconti nel 1955 diretta da Carlo Maria Giulini.

MUNIZ: UN BACIO DI 3 MINUTI - muniz08 - Gay.it

La protagonista della Traviata è un’icona anticonformista e antiborghese. La sua forza risiede nella capacità di superare ogni vincolo e ogni steccato perbenista per affermare con disperato pathos la superiorità dell’amore. Non a caso, sia Dumas sia Verdi furono all’epoca censurati. Il vero antagonista dell’opera non è tanto il barone corteggiatore di Margherita quanto il padre-padrone di Alfredo, cieco ai sentimenti del figlio, in grado solamente di tutelare la rispettabilità borghese della famiglia. Germont rappresenta l’ottusità e l’ipocrisia della società ottocentesca. Sembrerebbe anacronistico parlarne dopo 150 anni. Eppure, superati forse gli oscurantismi famigliari e sociali nelle relazioni eterosessuali, non si può ancora certo proclamare demodè la Traviata. Quanti omosessuali possono, in Italia, vivere liberamente i propri amori?
Insomma questa miniserie sembra promettere bene. D’altra parte l’alternativa è la Ventura con il galà dell’Isola. E poi, chi vuol perdersi il bacio record di 190 secondi fra la Neri e Muniz? Hanno superato persino Cary Grant e Ingrid Bergman in Notorius di Hitchcock.

MUNIZ: UN BACIO DI 3 MINUTI - muniz galleria - Gay.it

Clicca qui per discutere di questo argomento nel forum Televisione.

di Matteo Bandini

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24
Angelina Mango Marco Mengoni

Angelina Mango ha in serbo una nuova canzone con Marco Mengoni e annuncia l’album “poké melodrama” (Anteprima Gay.it)

Musica - Emanuele Corbo 18.4.24
Guglielmo Scilla, intervista: "Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima" - Guglielmo Scilla foto - Gay.it

Guglielmo Scilla, intervista: “Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima”

Culture - Federico Boni 18.4.24
free willy, locali gay amsterdam

“Free Willy”, il nuovo locale queer ad Amsterdam dedicato agli amanti del nudismo

News - Redazione 19.4.24
Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido "fr*cio di merd*" - Federico Fashion Style - Gay.it

Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido “fr*cio di merd*”

News - Redazione 19.4.24
Omosessualità Animali Gay

Animali gay, smettiamola di citare l’omosessualità in natura come sostegno alle nostre battaglie

Culture - Emanuele Bero 18.4.24

I nostri contenuti
sono diversi

Sanremo 2024, ecco chi canterà in Piazza Colombo. Concertone gratuito di Paola & Chiara - Paola e Chiara - Gay.it

Sanremo 2024, ecco chi canterà in Piazza Colombo. Concertone gratuito di Paola & Chiara

Culture - Redazione 11.1.24
Real Time, non solo Tommaso Zorzi. Tornano anche Enzo Miccio e Federico Fashion Style - Real Time non solo Tommaso Zorzi. Tornano anche Enzo Miccio e Federico Fashion Style 1 - Gay.it

Real Time, non solo Tommaso Zorzi. Tornano anche Enzo Miccio e Federico Fashion Style

Culture - Redazione 21.3.24
The Last of Us, Nick Offerman apre ad una serie prequel tutta dedicata a Bill e Frank - The Last of Us scena gay - Gay.it

The Last of Us, Nick Offerman apre ad una serie prequel tutta dedicata a Bill e Frank

Serie Tv - Redazione 9.1.24
Sarah Paulson: "Ryan Murphy mi ha dato una carriera, e ora è mio amico prima di ogni altra cosa" - Sarah Paulson AHS - Gay.it

Sarah Paulson: “Ryan Murphy mi ha dato una carriera, e ora è mio amico prima di ogni altra cosa”

News - Redazione 19.4.24
Sanremo 2024, 1a serata: Ecco l'ordine d'uscita dei 30 big in gara. Apre Clara, Mahmood tra Annalisa e Diodato - Marco Mengoni a Sanremo 2024 - Gay.it

Sanremo 2024, 1a serata: Ecco l’ordine d’uscita dei 30 big in gara. Apre Clara, Mahmood tra Annalisa e Diodato

Culture - Redazione 6.2.24
Peppi Nocera coming out La Badante shitstorm

Il coming out non è solo gay, Peppi Nocera travolto dalle polemiche dopo la nostra intervista

Culture - Redazione Milano 22.1.24
Andrea Gramiccia, La Caserma 2

La Caserma 2 apre le porte alla comunità LGBTQ+: in arrivo una storia d’amore gay?

Culture - Luca Diana 12.11.23
Sanremo Giovani 2024

Sanremo Giovani 2023, 49 nomi selezionati: chi si aggiudicherà la vittoria?

Musica - Luca Diana 29.10.23