Paola e Chiara, ecco perché non ne ho mai abbastanza di “Television”

Dal 23 febbraio per la prima volta in vinile nella versione spagnola, "Television" è il terzo disco di Paola e Chiara pubblicato nel 2000 e punto di svolta nella loro carriera (ma anche nella mia vita di amante di musica pop).

ascolta:
0:00
-
0:00
Paola e Chiara nel video di "Vamos a baila (Esta vida nueva)"
Paola e Chiara nel 2000
3 min. di lettura

Dovevo avere una decina d’anni quando leggendo Tutto Musica, la mia Bibbia di fine anni ’90, appresi quella che mi si stampò in testa come una regola della discografia: il terzo album, nella carriera di un artista, è quello della maturità. In certi casi assume una valenza ancora maggiore rispetto a un progetto di debutto, perché deve segnare uno spartiacque tra il prima e il dopo. Tutti si aspettano un cambio di passo (o un passo falso). Paola e Chiara non sfuggono a questo diktat, e nel 2000 si ripresentano al pubblico con l’opera numero 3, Television, di cui il 23 febbraio di quest’anno verrà pubblicata per la prima volta la versione spagnola in vinile.

"Television" è il terzo album di Paola e Chiara pubblicato nel 2000
“Television” è il terzo album di Paola e Chiara pubblicato nel 2000

All’alba del nuovo millennio le sorelle Iezzi hanno già conosciuto il successo ma anche le prime cadute. Grazie alla vittoria sanremese con Amici come prima e all’album Ci chiamano bambine aprono il concerto milanese di Michael Jackson, ma Giornata storica, secondo disco che vede la luce nel 1998, non ottiene il riscontro sperato. Per loro si spalancano le porte della tv con la conduzione di programmi musicali come So 90’s su MTV: c’è chi è pronto a scommettere che si ricicleranno in qualità di personaggi del piccolo schermo destinati a riempire le pagine dei giornali di gossip e a non comparire più nelle classifiche dei dischi. Ipotizziamo che loro per prime si sentano in un momento di impasse senza rendersi conto che in realtà stanno dando nuova linfa al proprio percorso. È un’altra legge non scritta: gli album migliori e più ispirati vengono partoriti con dolore. Senza momenti di difficoltà non si cresce, non ci si evolve e non si scoprono nuovi lati di sé.



Proprio di rinascita parla un brano a cui lavorano in quel periodo e che propongono per il Festival di Sanremo 2000. La canzone viene bocciata e la strada si preannuncia in salita per il terzo disco di inediti, quello con cui Paola e Chiara sono pronte a fare all in. Il fischio d’inizio per la partita più importante del duo è fissato per il 7 aprile, quando viene pubblicato Vamos a bailar (Esta vida nueva), questo il titolo del pezzo scartato al Festival. Un nuovo inizio per tanti motivi: a 26 e 27 anni le sorelle abbandonano il canto all’unisono, lasciano le influenze irlandesi e rock per abbracciare il pop latino e internazionale mostrandosi per quello che sono, due giovani donne che non hanno paura di affiancare l’immagine al contenuto. Anche se al posto delle sneakers e dei pantaloni a zampa ci sono scarpe col tacco e abiti griffatissimi, Paola e Chiara restano infatti due cantautrici che firmano testi e musiche di tutti i loro brani. In Italia, però, se sei donna e fai musica pop nessuno ci crede, e per molto tempo si trovano a fare i conti con i pregiudizi nei confronti del loro lavoro.

Poco male, perché Vamos, settimana dopo settimana, si fa largo in radio fino a esplodere con la stagione estiva diventando il tormentone incontrastato dell’anno. Il successo è tale da richiamare l’attenzione dei mercati esteri: il pezzo viene tradotto in spagnolo e in inglese, diventa una hit in Europa e lo suonano persino in America.



A beneficiarne è pure l’album Television, anch’esso adattato per i Paesi latini e anglofoni. Benché sulla copertina campeggi un televisore e nei ringraziamenti compaiano i nomi di molti volti noti del piccolo schermo, le due cantanti spiegano che il tubo catodico in sé non c’entra nulla (forse una provocazione nei confronti di chi le aveva prematuramente relegate a prezzemoline mediatiche?): il titolo va inteso nell’accezione di “visione da lontano”. Quale che sia il reale significato, l’unica cosa certa è che quel disco fa irruzione nella mia vita di 13enne senza chiedere permesso. In 60 minuti di musica – sì, c’è stato un tempo in cui gli album duravano più di una sveltina senza doversi piegare alle logiche di TikTok – ci sono tutti gli ingredienti per farmi capitolare: la capacità di esorcizzare le difficoltà dimenandosi sulla pista da ballo, parole e melodie perfettamente sintonizzate sulle mie frequenze più malinconiche (Anni Luce mi passa ancora oggi addosso con tutte e quattro le ruote), e quel pizzico di sfacciataggine che, dovendo rimanere sopita nella vita di tutti i giorni, trova una via di fuga in episodi più ambigui e coraggiosi come Arsenico.



L’ipotesi è piuttosto remota vista la mia riluttanza nei confronti della natura selvaggia, ma se dovessi ritrovarmi su un’isola deserta e potessi portare con me un solo disco è altamente probabile che quell’album sarebbe Television. P.s.: compagnie low cost non leggetemi altrimenti dalla prossima estate ci farete partire unicamente con un cd da riporre tra il sacchetto per il vomito e le istruzioni da seguire in caso di sciagura e via, enjoy your flight.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati - The History of Sound di Oliver Hermanus - Gay.it

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati

Cinema - Redazione 29.2.24
Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24
Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO) - Due megattere maschi fanno sesso storico primo avvistamento alle Hawaii - Gay.it

Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO)

News - Redazione 1.3.24
Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24
Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: "Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche" - Mary e George cover - Gay.it

Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: “Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche”

Serie Tv - Federico Boni 1.3.24

Hai già letto
queste storie?

Blue Phelix, Yosef e Schiuma in "Bandiera Bianca"

Bandiera Bianca, il nuovo singolo di Blue Phelix con Yosef e Schiuma: ascolta il brano

Musica - Luca Diana 1.12.23
Raffa In The Sky

“Raffa in the Sky”, pienone alle prime due date. Arrivano le prossime e il podcast!

Culture - Francesca Di Feo 6.10.23
Dan Reynolds: "Sono qui per combattere insieme alla comunità LGBTQIA+" - Scaled Image 2 12 - Gay.it

Dan Reynolds: “Sono qui per combattere insieme alla comunità LGBTQIA+”

Musica - Redazione 16.10.23
pascal e apollo

Pedro Pascal e Omar Apollo: amicizia o qualcosa di più?

Culture - Redazione Milano 30.10.23
Dolly Parton in difesa della comunità trans: "Siamo tuttə figli di Dio e il modo in cui siamo è ciò che siamo" - Dolly Parton - Gay.it

Dolly Parton in difesa della comunità trans: “Siamo tuttə figli di Dio e il modo in cui siamo è ciò che siamo”

Musica - Redazione 6.11.23
taylor-swift-persona-dell-anno-2023

Taylor Swift è la Persona dell’Anno per Time: un brindisi a un 2023 straordinario

Musica - Francesca Di Feo 7.12.23
timothee sul

Timothée Chalamet interpreta Troye Sivan al Saturday Night Live

Culture - Redazione Milano 13.11.23
foto: Beth Garrabrant

Taylor Swift è gay? Se ci credi c’è un campeggio per te

News - Redazione Milano 5.9.23