Ricatti a ragazzi gay su app dating e social a scopo di abuso, arrestato predatore seriale

Lunghe seduzioni via chat. Il fine ultimo era di arrivare a un incontro. Le indagini dei carabinieri.

Ricatti a ragazzi gay su app dating e social a scopo di abuso, arrestato predatore seriale - grindrGayit - Gay.it
Gay dating app Gay.it
2 min. di lettura

L’Aquila – E’ stato arrestato un giovane uomo di 31 anni dopo la denuncia di un suo coetaneo, che lo accusa di averlo minacciato di rivelare alla sua famiglia il suo orientamento sessuale. La vittima ha trovato il coraggio di denunciare alle autorità le minacce subite, dopo che il suo seduttore digitale, attraverso messaggi inviati in chat, gli aveva dimostrato di conoscere la sua famiglia. Secondo gli inquirenti, il molestatore aveva agitato la possibilità di recare danni anche alla famiglia stessa della vittima.
F.C., queste le iniziali del persecutore citate da Il Messaggero che riporta la notizia, sarebbe un predatore seriale. I carabinieri hanno iniziato ad indagare su di lui durante il mese di Agosto, proprio a seguito della denuncia sporta dalla vittima. Le prime indagini hanno da subito dimostrato che il giovane uomo – ora detenuto in un carcere fuori dalla provincia de L’Aquila – è recidivo nei suoi comportamenti persecutori. Il suo schema da predatore seriale prevedeva una lunga seduzione mediante social network e app per incontri, quindi l’apprendimento di notizie sulla vittima sufficienti a lanciare un’offensiva ricattatoria, al fine di organizzare incontri che – a quanto si apprende dal quotidiano romano – sfociavano spesso in “violenze di ogni genere”.
Dopo poche settimane di indagini, il pubblico ministero (Pm) ha chiesto al Giudice per le Indagini Preliminari (Gip) l’autorizzazione a procedere con l’arresto per interrompere la catena di violenze e abusi.

Nota: il narcisista seriale
Il narcisistica seriale è una persona affetta da una patologia che prevede l’ossessione della conquista, fa spesso utilizzo di app per incontri e social network. Non è interessato alla relazione, ma alla conquista, per questo motivo tende a collezionare vittime una dopo l’altra, in una catena compulsiva potenzialmente infinita. Le vittime del narcisista seriale tendono a ignorare completamente l’aspetto patologico del loro carnefice, che del resto sviluppa una acuta capacità di seduzione emotiva volta tuttavia unicamente al raggiungimento di un obiettivo di seduzione fine a se stesso. E’ comprovato che il profilo di narcisista seriale è sempre più largamente diffuso all’epoca dei social network e delle app di incontri ed è altrettanto provato che il passaggio dalla mera seduzione all’ossessione per le vittime e quindi alla successiva fase ricattatoria di minacce è facilmente possibile e persino probabile.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Anonimo 18.9.21 - 8:17

Non volevo certo mettere in discussione il tuo vissuto né quello di altre persone che come te hanno avuto problemi su Grindr, ci mancherebbe. Anche se non lo uso più da qualche anno, so benissimo che è potenzialmente un ambiente tossico, in cui è meglio muoversi con accortezza e giudizio. Semplicemente volevo aggiungere anche la mia storia per dire che gli stronzi e i narcisisti psicopatici si possono trovare ovunque, sia su Grindr sia in contesti che apparentemente si presentano e raccontano come "più inclusivi e sani". Al tempo stesso gli incontri con le persone giuste si possono fare anche online. Di sicuro non mi aspettavo di conoscere il mio compagno su Grindr, eppure è successo e mi ha cambiato in meglio la vita. Forse a volte è solo questione di fortuna e di saper scegliere bene.

Avatar
Anonimo 16.9.21 - 23:17

È proprio vero che per fortuna i vissuti sono tutti soggettivi e diversi tra loro. Per esempio io non ho mai incontrato questa fantomatica "comunità inclusiva e sana" di cui scrive burg333, anzi, ho frequentato associazioni e collettivi che si sono rivelate vere e proprie tane di lupi travestiti da agnelli. Al contrario, anni fa, ho conosciuto il mio compagno proprio su Grindr.

    Avatar
    burg333 17.9.21 - 20:26

    Menomale per te, però continuo a non consigliare a nessun novizio di cominciare per Grindr. Poi ognuno può vederla come gli pare, e appunto i vissuti sono tutti soggettivi. Quello che è fantomatico per te, non lo è stato per me. Mentre la comunità di Grindr a me ha causato tantissimi problemi, e non solo a me. Informati sul progetto Kindr, ci sarà un motivo se esiste.

Avatar
burg333 16.9.21 - 15:38

La riservatezza delle conversazioni epistolari digitali a sfondo sessuale crea il contesto perfetto per l'attività di narcisisti psicopatici e criminali che vogliono entrare in casa di estranei. Nel caso dei narcisisti l'aura di vergogna di chi vive la propria omosessualità di nascosto come su Grindr è l'elemento base per ottenere che la vittima occulti la violenza che subisce. La superficiale educazione emotiva che la società destina alle persone gay, per non riconoscerle e includerle né in famiglia né a scuola, agevola estremamente i predatori psicologici perché le vittime non capiscono di essere il bersaglio di un attacco psicologico subdolo (ma riconoscibile per chi ha veramente amor proprio). Nessuno ne è realmente immune oggi, e le persone vulnerabili rischiano molto di più e non è uno scherzo. Io sconsiglio vivamente di considerare Grindr un divertimento, specialmente a chi è da poco a conoscenza del proprio orientamento sessuale non conforme, per troppe ragioni non farà altro che peggiorarti la vita. Cercare alternative, con comunità più inclusive e sane, e lasciare azzardo e brivido del pericolo a qualche anno più avanti, se proprio interessasse. Grindr è l'app della vergogna e del pregiudizio, chi si scopre omosessuale o bisessuale ha bisogno di stare tra persone sane specialmente all'inizio. É il momento più delicato e l'occasione perfetta per narcisisti perversi. È come buttarsi a piedi in mezzo all'autostrada aspettando di farsi il meno male possibile.

Trending

Katy Perry video

“Ho visto le stelle”: tutte pazze per il vibratore di Katy Perry (un po’ meno per il suo singolo)

Musica - Emanuele Corbo 19.7.24
Jordan Bardella Gay.it Roberto Vannacci

Ai Patrioti piace così, Vannacci è troppo anti-gay,: l’omosessualità e le voci manipolatorie su Bardella gay

News - Mandalina Di Biase 21.7.24
Tutti i coming out "vip" del 2024 - Coming Out 2024 - Gay.it

Tutti i coming out “vip” del 2024

News - Federico Boni 19.7.24
Paola Turci e Francesca Pascale sarebbero in crisi

Francesca Pascale e l’addio a Paola Turci: “Un grande dolore, ho deciso io di allontanarmi. Berlusconi incancellabile”

News - Redazione 20.7.24
Storie queer oltre i nostri confini, Senegal, Marocco e Corea del Sud, ma anche Turchia e Iran - cover 1 - Gay.it

Storie queer oltre i nostri confini, Senegal, Marocco e Corea del Sud, ma anche Turchia e Iran

Culture - Federico Colombo 20.7.24
Selvaggia Lucarelli vs. Paolo Stella: "Ci sbatte in faccia il privilegio ottenuto senza alcun talento specifico" - Selvaggia Lucarelli vs. Paolo Stella - Gay.it

Selvaggia Lucarelli vs. Paolo Stella: “Ci sbatte in faccia il privilegio ottenuto senza alcun talento specifico”

Culture - Redazione 18.7.24

Continua a leggere

Ethan Alexander, il prete gay, palestrato e tatuato diventato virale su Instagram (VIDEO) - Ethan Alexander - Gay.it

Ethan Alexander, il prete gay, palestrato e tatuato diventato virale su Instagram (VIDEO)

News - Redazione 21.3.24
Chemsex testimonianza di Filippo

Sono un utilizzatore di chemsex, la testimonianza (VIDEO)

Corpi - Daniele Calzavara 23.4.24
Chi ha paura di un pene eretto? Polemiche UK per la serie Un Uomo Vero: "Porno di basso livello" - tom pelphrey b31035 - Gay.it

Chi ha paura di un pene eretto? Polemiche UK per la serie Un Uomo Vero: “Porno di basso livello”

News - Redazione 15.5.24
Le relazioni e il sesso come territorio ambiguo: "Di me non sai", intervista a Raffaele Cataldo - Sessp 41 - Gay.it

Le relazioni e il sesso come territorio ambiguo: “Di me non sai”, intervista a Raffaele Cataldo

Culture - Federico Colombo 19.3.24
locali gay in salento e queer friendly

Salento LGBTIQ+: guida 2024 ai locali e saune gay, serate queer friendly, festival e molto altro

News - Redazione 18.3.24
chat gay grindr

Grindr sotto accusa: avrebbe condiviso con terze parti lo status HIV di migliaia di utenti

News - Francesca Di Feo 22.4.24
House of the Dragon e il full frontal di Ewan Mitchell che ha sorpreso i fan: "Non era una protesi" - House of the Dragon e il full frontal di Ewan Mitchell che ha sorpreso i fan - Gay.it

House of the Dragon e il full frontal di Ewan Mitchell che ha sorpreso i fan: “Non era una protesi”

Serie Tv - Redazione 5.7.24
roma gay

Guida 2024 ai migliori locali gay di Roma

Viaggi - Redazione 1.3.24