Radclyffe Hall, la scrittrice che voleva essere un altro

Amava vestirsi da uomo, ha scritto per molti il primo romanzo apertamente lesbico, Fandango la sta ripubblicando ma è ancora tutta da scoprire: Radclyffe Hall.

Radclyffe Hall, la scrittrice che voleva essere un altro - Radclyffe Hall - Gay.it
by Howard Coster, half-plate film negative, 1932
3 min. di lettura
Radclyffe Hall, la scrittrice che voleva essere un altro - Radclyffe Hall - Gay.it
by Howard Coster, half-plate film negative, 1932

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Concedete anche a noi il diritto ad esistere!”

In Italia l’omosessualità non è mai stata reato non perché siamo all’avanguardia, com’è evidente, ma perché il legislatore, quando ha stilato il codice, si è ben guardato anche solo dal nominarla: non sia mai che usare una parola specifica per definire quella cosa significhi ammettere che quella stessa cosa esista e dunque far venire in mente a qualcuno di praticarla, se ha voglia.

In Inghilterra, invece, dove sono parimenti omofobi, tanto che hanno praticamente castrato il precursore dell’informatica, l’uomo che ha salvato loro e il mondo dal nazismo grazie alla decodifica di un codice segreto, ossia Alan Turing, emarginato Justin Fashanu, il primo calciatore di fama mondiale a dichiararsi gay, morto suicida impiccato in un garage di Londra ventuno anni fa, e compiuto innumerevoli altre ipocrite nefandezze, ma meno idioti, essere gay era reato eccome: ai sensi del Buggery Act del 1533, promulgato da quel sant’uomo di Enrico VIII e rimasto di fatto in vigore fino al 1967, si poteva anche finire al patibolo per sodomia.

Naturale, dunque, che Radclyffe Hall non fosse affatto vista di buon occhio.

Di lei, scrittrice raffinatissima, intensa, avvincente, interessante, profonda ma anche lieve, ironica, figlia del suo tempo, che si approccia all’omosessualità come a una malattia, e della mentalità patriarcale e oppressiva ma anche modernissima, dalla prosa intrisa dei fermenti che ribollivano all’epoca, a partire dagli studi sulla psicanalisi, Fandango sta ripubblicando già da tempo le opere.

Radclyffe Hall, la scrittrice che voleva essere un altro - 41aNl7QSWAL. SX347 BO1204203200 - Gay.itTra queste vi sono La vita del sabato, storia di una bambina diversa da tutte le altre, La sesta beatitudine, la vicenda di Hanna, giovane precocemente sfiorita ma sempre pronta ad aiutare gli altri, madre di tre figli avuti da tre uomini diversi, e soprattutto l’incompiuto e inedito Al mondo.

Nata da un’ottima famiglia – i cui beni le permisero di girare il mondo e anche di autopubblicarsi diversi volumi – a Bournemouth nel diciannovesimo secolo, sul finire della puritanissima età vittoriana, Radclyffe Hall, che amava vestire abiti maschili, morì di cancro nel 1943 a Londra.

Il decesso avvenne tra le braccia della sua compagna, la scultrice Una “Vincenzo” Troubridge, cui era legata da quasi trent’anni, da quando cioè aveva perduto il suo precedente amore, la cugina di Una, Mabel Veronica Label, colei che incoraggiò la Hall sulla strada dell’arte.

Il pozzo della solitudine, del 1928, è il suo più celebre romanzo, assai venduto, probabilmente pure grazie allo scandalo che ne è scaturito, anche all’estero: è considerato la prima opera in assoluto a tematica apertamente lesbica, anche se il termine in questione non è mai utilizzato. Si racconta, cosa che costò all’autrice, nonostante fosse sostenuta da personalità come G. B. Shaw e Virginia Woolf e fosse altresì piuttosto acclamata, avendo già vinto il James Tait Black Memorial Prize con La stirpe di Adamo, un processo per oscenità a trent’anni di distanza da quello contro Oscar Wilde, di cui certi personaggi ricordano alcuni tratti, la storia di un’aristocratica.

Radclyffe Hall, la scrittrice che voleva essere un altro - 51FqyXlI2dL. SX373 BO1204203200 - Gay.itChe si chiama Stephen (come il protagonista di Al mondo, già citato, volume che a sua volta narra di due esclusi dalla società, un uomo e una donna queer, un impiegato di banca che soffre perché l’asma non gli ha consentito di andare in guerra e una segretaria, Elinor, che vuole a tutti i costi l’indipendenza, in viaggio insieme in nave).

I genitori della protagonista del Pozzo infatti vogliono un maschio, e Stephen sembra davvero esserlo, in tutto e per tutto: la vediamo crescere, la seguiamo per tutta la vita, osserviamo in lei numerosi tratti caratteristici. E per il suo tramite ci accostiamo anche alla tesi che l’autrice propone, che l’omosessualità sia innata e che lo stigma della collettività costringa i gay alla solitudine e all’abiezione: temi che ancora oggi fanno riflettere.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
Nemo vincitore Eurovision 2024

Nemo dopo l’Eurovision vola alla conquista degli States, ma “The Code” (per ora) non fa il botto

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: "Ipocriti, scrivevano quanto fossi grassa" - Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni - Gay.it

Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: “Ipocriti, scrivevano quanto fossi grassa”

Culture - Redazione 22.5.24
Mahmood: "Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi"

Mahmood: “Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi”

Musica - Emanuele Corbo 22.5.24
iraq-donne-trans (2)

Iraq, la strage silenziosa delle donne trans, uccise dai loro familiari per “onore”

Corpi - Francesca Di Feo 20.5.24

Continua a leggere

Papa Francesco Dignitas Infinita - Chiesa Cattolica - Vaticano

Il documento del Vaticano che mette l’intera comunità LGBTI ai margini: teoria gender, surrogata, bambini e altre mistificazioni reazionarie

Culture - Giuliano Federico 8.4.24
Sanremo 2024, -5. Il PrimaFestival condotto da Paola & Chiara anticipa tutti e parte sabato 3 febbraio - PrimaFestival condotto da Paola e Chiara - Gay.it

Sanremo 2024, -5. Il PrimaFestival condotto da Paola & Chiara anticipa tutti e parte sabato 3 febbraio

Culture - Redazione 1.2.24
Disinformazione e Comunita LGBTIAQ - Distortə, la conferenza organizzata a Roma da EDGE e GayNet

Qual è l’impatto della disinformazione sulla vita delle persone LGBTIAQ+?

Culture - Francesca Di Feo 5.4.24
Dare la vita: il testamento queer di Michela Murgia - Sessp 18 - Gay.it

Dare la vita: il testamento queer di Michela Murgia

Culture - Federico Colombo 9.1.24
Federico Massaro e Ricky Martin

Ricky Martin ha iniziato a seguire Federico Massaro: l’amicizia speciale che nessuno si aspettava

Culture - Luca Diana 26.3.24
San Valentio Queer

San Valentino, “lascia che ci pensi io” è il “ti amo” scritto coi petali di rosa

Culture - Emanuele Bero 12.2.24
Luciana Littizzetto e la lettera a Maurizio Costanzo: "Grazie per aver parlato di diritti LGBT, per aver abbassato il provincialismo bigotto della nostra nazione" (VIDEO) - Luciana Littizzetto e Maria De Filippi - Gay.it

Luciana Littizzetto e la lettera a Maurizio Costanzo: “Grazie per aver parlato di diritti LGBT, per aver abbassato il provincialismo bigotto della nostra nazione” (VIDEO)

Culture - Federico Boni 21.2.24
George Michael, arriva la moneta da 5 sterline della zecca reale britannica - George Michael - Gay.it

George Michael, arriva la moneta da 5 sterline della zecca reale britannica

Culture - Redazione 28.2.24