Radio Maria è super finanziata dallo Stato: 2 milioni di euro in tre anni

Radio Maria trasmette grazie ai soldi pubblici. E non offre alcun servizio pubblico.

Radio Maria è super finanziata dallo Stato: 2 milioni di euro in tre anni - radio maria - Gay.it
2 min. di lettura
Radio Maria – recentemente travolta dalle polemiche per le affermazioni di padre Giovanni Cavalcoli, secondo il quale il terremoto del Centro Italia non sarebbe altro che un “castigo divino” per la legge sulle unioni civili – è la radio italiana che prende dallo Stato più soldi.
È infatti proprio lo Stato il finanziatore numero uno di Radio Maria e l’emittente religiosa è in cima alla lista delle radio che ricevono ogni anno un contributo pubblico. Negli ultimi 3 anni di cui si conoscono le cifre, l’emittente cattolica ha incassato 779 mila euro per il 2011, 730 mila per il 2012 e 581 mila per il 2013: ben 2 milioni e 90 mila euro nel triennio.
È bene notare che questi fondi non vengono erogati per un servizio pubblico, ma a titolo di “mero sostegno”, in base a una legge di 18 anni fa varata per sostenere le emittenti locali che però assicura a Radio Maria un trattamento privilegiato.
L’uscita sul terremoto dei giorni scorsi non è tra l’altro l’unico esempio dell’ingratitudine della radio verso lo Stato italiano che tanto generosamente la finanzia. Il 3 febbraio scorso il direttore di Radio Maria, don Livio Fanzaga, commentò la notizia dell’approvazione della legge sulle unioni civili paragonando Monica Cirinnà “alla donna del capitolo diciassettesimo dell’Apocalisse, la Babilonia”, ovvero a una prostituta, e le inviò anche un funesto augurio: “Signora Cirinnà, lei oggi brinda prosecco alla vittoria, ma arriverà anche il funerale, stia tranquilla. Glielo auguro il più lontano possibile, ma arriverà anche quello”. 
Perché quest’emittente che prende così vivacemente posizione contro le istituzioni gode di tali benefici statali ? La risposta è da cercare nella legge 448 del 1998 – al comma numero 190 dell’articolo 4, precisamente – che assegna il 10% dei contributi destinati alle radio locali alle “emittenti nazionali comunitarie”, dove per “comunitarie” si intende che non abbiano fini di lucro. In Italia le radio del genere sono due: Radio Maria e Radio Padania (che riceve infatti le stesse somme).
Per incassare il contributo statale queste due radio devono soddisfare nessun requisito? Niente affatto. Devono solo “essere in regola con il pagamento del canone, calcolato nella misura dell’1 per cento del fatturato annuo”. Ovvero possono mandare in onda i contenuti che vogliono.
È proprio il caso di dire: quando i nodi vengono al pettine. È giunto il momento che il Parlamento affronti finalmente il complesso tema del finanziamento pubblico alle emittenti private.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Giovanni Di Colere 7.11.16 - 14:20

Io li taglierei tutti i contributi pubblici ai quotidiani, siti e società di informazione. Ma chi lo decide cos'è servizio pubblico? Rimettiamo il ministero della cultura popolare? Comunque Radio Maria è molto molto gay... lo sanno anche i sassi che là dentro girano preti con tanto di fidanzato, è questione di punti di vista....

Trending

Leo Gullotta e l'amore per Fabio Grossi a Domenica In: "Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi" - Leo Gullotta - Gay.it

Leo Gullotta e l’amore per Fabio Grossi a Domenica In: “Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi”

News - Redazione 15.4.24
Angelina Mango Marco Mengoni

Angelina Mango ha in serbo una nuova canzone con Marco Mengoni e annuncia l’album “poké melodrama” (Anteprima Gay.it)

Musica - Emanuele Corbo 18.4.24
Svezia transizione 16 anni transgender

Svolta storica anche in Svezia, l’età per la transizione si abbassa a 16 anni, approvata la legge sull’autodeterminazione

News - Francesca Di Feo 18.4.24
Charli XCX e Troye Sivan partono in tour insieme

Charli XCX e Troye Sivan annunciano un tour insieme: “È l’evento gay della stagione”

Musica - Emanuele Corbo 18.4.24
Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24
Sandokan, c'è anche Samuele Segreto nella serie Rai con Can Yaman, Ed Westwick e Alessandro Preziosi - Sandokan - Gay.it

Sandokan, c’è anche Samuele Segreto nella serie Rai con Can Yaman, Ed Westwick e Alessandro Preziosi

Serie Tv - Redazione 18.4.24

Continua a leggere

il-presepe-arcobaleno-di-don-vitaliano

Il presepe di Don Vitaliano avrà due mamme: “Le famiglie arcobaleno colpite da critiche e condanne disumane e antievangeliche”

Culture - Francesca Di Feo 19.12.23
Papa Francesco approva benedizione di coppie omosessuali in Chiesa

Coppie omosessuali, Papa Francesco approva le benedizioni in chiesa: ne avevamo bisogno?

News - Redazione Milano 18.12.23
teen-star-educazione-affettiva-sessuale

Teen Star, infiltrazioni di integralismo cattolico nella scuola italiana, i genitori ritirano i figli

News - Francesca Di Feo 19.2.24
papa francesco e comunità lgbtq

Papa Francesco: “L’ideologia gender è il pericolo più brutto del nostro tempo”

News - Redazione 1.3.24
Papa Francesco ha invitato a pranzo in Vaticano un gruppo di donne trans: “La gente spesso si dimentica di noi”. VIDEO - Papa Francesco ha invitato a pranzo in Vaticano un gruppo di donne trans - Gay.it

Papa Francesco ha invitato a pranzo in Vaticano un gruppo di donne trans: “La gente spesso si dimentica di noi”. VIDEO

News - Redazione 21.11.23
elia bonci papa francesco

Elia Bonci attivista transgender attacca Papa Francesco: “con le tue parole mi ci pulisco il c…”

News - Redazione Milano 9.11.23
Ethan Alexander, il prete gay, palestrato e tatuato diventato virale su Instagram (VIDEO) - Ethan Alexander - Gay.it

Ethan Alexander, il prete gay, palestrato e tatuato diventato virale su Instagram (VIDEO)

News - Redazione 21.3.24
Sinodo, la Chiesa Cattolica glissa ancora una volta la questione LGBTQIA+ - sinodo comunita lgbtqia - Gay.it

Sinodo, la Chiesa Cattolica glissa ancora una volta la questione LGBTQIA+

News - Francesca Di Feo 2.11.23