SISSI, L’ARTE FEMMINA

Una performance della originale artista bolognese il 6 giugno al Macro di Roma. Dalla indagine del proprio corpo, alla scoperta di un linguaggio dell'identità femminile.

SISSI, L'ARTE FEMMINA - sissi01 - Gay.it
2 min. di lettura

ROMA – Il 6 giugno 2003, insieme alla mostre di Tony Cragg, Simon Starling e Cecily Brown, il MACRO, Museo d’Arte Contemporanea di Roma, presenta, nella galleria vetrata, la performance ‘T‘ dell’artista Sissi.
Si tratta della rappresentazione in cui l’artista si muove all’interno di un corpo cavo di gommapiuma rosa imprimendo un movimento alternato con l’intento di creare flussi interrotti e deviati. Una sorta di grande tappo, un ring di gommapiuma, all’esterno strappato a piccoli pezzi, come da morsi, che si colloca tra le due ali del Museo, come un nodo in gola. Sempre il lavoro di Sissi si impone per la durata della singola azione; poi rimane la fotografia e il guscio vuoto dei suoi apparati, testimonianza del transito e dell’animazione di cui gli oggetti sono stati partecipi.
Sissi si è imposta nel panorama dei giovani artisti italiani utilizzando il linguaggio dell’identità femminile quale potenziatore della capacità di usare gli stereotipi culturali ibridandoli e riducendoli a metafore. Partendo dall’indagine del proprio corpo, come misurazione delle sensazioni e dello stare al mondo, i suoi lavori hanno progressivamente giocato con il senso della mutazione, della circolarità del tempo, della dilatazione della visione e della transizione e contaminazione tra mondo animale e vegetale. Questa flessibilità e libertà di movimento si riverbera nella sue creazioni affidate a progetti e a materiali sempre differenti come per gli abiti fiore da cui sboccia (Aerea, 2001) o per le sculture lavorate a maglia di scoubidu (La di Piano, 2002). La dimensione narrativa dei suoi atti creativi spiega inoltre la predilezione per la performance e la fotografia ai quali l’oggetto è sempre subordinato.
Sissi nasce nel 1977 a Bologna, dove vive e lavora. Nel 2002, con l’opera La di Piano vince il Premio Querini Stampalia – Furla per l’Arte. Alestisce poi diverse mostre personali: Interstice/Double Impact, doppia personale Sissi/Ian Kiaer, W139, Amsterdam, 2003; Foresta, Biagiotti Arte Contemporanea, Firenze, 2002.
Le principali mostre collettive: Phantom of Desire, Neue galerie am Landesmuseum Joanneum, Graz, 2002; Verso il Futuro. Identità nell’arte italiana. 1990-2002, Museo del Corso, Roma, 2002; Nuovo spazio italiano, MART, Palazzo delle Albere, Trento, 2002
Inaugurazione delle mostre:
Venerdì 6 giugno 2003, ore 18.30
NOTIZIE UTILI:
Durata mostre: 7 giugno – 7 settembre 2003
Orario del Macro: da martedì a domenica 9.00 – 19.00; festività 9.00 -14.00; (lunedì chiuso)
Biglietto d’ingresso cumulativo: intero euro 5,20 ridotto euro 4,20. Gratuito fino ai 18 anni e oltre i 65.
Informazioni: 06-67107900 – Fax: 06-8554090
Servizi al pubblico: bookshop, caffetteria, mediateca, postazioni multimediali.
Macro Museo d’Arte Contemporanea
Via Reggio Emilia 54 – 00198 Roma

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Calciatori Gay Italia Nazionale Europei 2024

“Uno o due calciatori gay nella Nazionale italiana agli Europei di Germania 2024”

Lifestyle - Redazione Milano 18.6.24
11 sportivi lgbt

Sport e comunità LGBTIQ+: 14 storie che devi conoscere

News - Gio Arcuri 18.6.24
Foggia Sit In Omofobia Giugno 2024

Foggia reagisce all’aggressione di Alessandro: “Se questa terra non ci ama, noi la ameremo ancora più forte”

News - Francesca Di Feo 20.6.24
Stonewall Inn, oltre 150 bandiere arcobaleno vandalizzate: "Non riuscirete ad intimidirci" - Stonewall Inn oltre 150 bandiere arcobaleno vandalizzate - Gay.it

Stonewall Inn, oltre 150 bandiere arcobaleno vandalizzate: “Non riuscirete ad intimidirci”

News - Redazione 19.6.24
Mahmood per Paper Magazine

Mahmood apre il dibattito: “Sputo o lubrificante?”, e i fan si scatenano. I commenti più divertenti

Musica - Emanuele Corbo 19.6.24
X Factor 2024

X Factor 2024 è una bomba, abbiamo visto le audition: le nostre prime impressioni

Culture - Luca Diana 19.6.24

Hai già letto
queste storie?

Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
Miranda July (Vogue, 2020)

Miranda July, amarsi senza cadere a pezzi – intervista

Culture - Riccardo Conte 4.3.24
Corita Kent Padiglione Vaticano Biennale 2024

Biennale di Venezia, Papa Francesco omaggerà Corita Kent, la suora queer che fuggì con la sua amante

Culture - Mandalina Di Biase 14.3.24
ARIA! di Margherita Vicario

Mani in ARIA! insieme a Margherita Vicario, ascolta il nuovo singolo dal film GLORIA! – VIDEO

Musica - Redazione Milano 28.3.24
Safffo, a Roma la 3a edizione del Festival che promuove l’espressione artistica LGBTQIA+ indipendente - SAFFFO 2024 - Gay.it

Safffo, a Roma la 3a edizione del Festival che promuove l’espressione artistica LGBTQIA+ indipendente

Culture - Redazione 15.5.24
Candy Darling, 1971. © Jack Mitchell.

Chi era Candy Darling, l’icona trans* degli anni ’70

Culture - Riccardo Conte 27.4.24
Resistenza, malattia e vita: abbiamo intervistato Ivonne Capece, a teatro con Thinking Blind - Matteo B Bianchi 2 - Gay.it

Resistenza, malattia e vita: abbiamo intervistato Ivonne Capece, a teatro con Thinking Blind

Culture - Federico Colombo 20.4.24
Foto: Matteo Gerbaudo

Giada Biaggi non si sente più in colpa: ‘Abbi l’audacia di un maschio bianco’, l’intervista

Culture - Riccardo Conte 18.3.24