Grande Fratello 16, appello a Barbara D’Urso: stop all’inquisizione gay

Da settimane, oramai, Michael Terlizzi viene ‘velatamente’ accusato di mentire sulla propria eterosessualità. Ieri sera si è raschiato il fondo.

Negli ultimi anni Barbara D’Urso ha più volte indossato lo scettro di ‘paladina LGBT’ del piccolo schermo. Le piace da matti dirselo addosso, le piace ancor di più sentirselo a dire. A buon ragione, va detto, perché nel corso delle sue infinite trasmissioni ha più volte trattato temi a noi vicini, difendendo con le unghie e con i denti i nostri diritti. Se fino a pochi anni fa cedeva esageratamente spazio a conclamati omofobi, lasciando loro la possibilità di vomitare odio e castronerie varie, nel corso del tempo si è fatta ancor più battagliera, colpendoli al fianco o molto più semplicemente limitando le loro comparsate.

Ecco perché stona, e lascia onestamente basiti, quanto sta capitando da settimane all’interno del suo Grande Fratello ‘nip’. A Cinecittà, da un mese circa, ha preso vita un insulso dibattito sull’orientamento sessuale di Michael Terlizzi, volto noto dei suoi Pomeriggi Cinque, ‘velatamente’ accusato in più occasioni da Cristian Imparato, gay dichiarato, di essere ‘represso’. Ovvero di non essere ‘eterosessuale’, di mentire, di indossare una maschera, di aver paura di uscire allo scoperto, di vivere un disagio. Terlizzi, praticamente un giorno sì e l’altro pure, ha negato di essere gay, ribadendo la propria eterosessualità, eppure il circo è proseguito, persino quando Imparato è stato eliminato dalla Casa di Canale 5. Domenica scorsa, nel corso della sua diretta pomeridiana, la D’Urso ha incredibilmente rinvigorito la ‘polemica’ invitando Edoardo Ercole, figlio dichiaratamente gay di Serena Grandi, che ha rivelato una confessione fatta a lui da Gianmarco Onestini, inquilino della Casa che a suo dire gli avrebbe detto come Michael, ai tempi in cui i due erano ‘tentatori’ di Temptation Island, ci provò con lui. Ne è seguito l’ennesimo scontro in diretta, con Imparato sempre presente e Franco Terlizzi, padre di Michael ai tempi dell’Isola dei Famosi accusato di omofobia, in difesa del figlio.

Un teatrino da telenovela di quart’ordine che ieri sera, incredibile ma vero, ha raggiunto livelli di autentica insostenibilità. All’interno della casa Terlizzi e Onestini sono stari raggiunti da Ercole, che ha ribadito loro quanto raccontato nel corso di Domenica Live, parlando addirittura di chat, foto e ulteriori rumor che riguarderebbero la presunta omosessualità di Michael. Barbara D’Urso, conduttrice nonché corresponsabile di tutta questa tristissima pantomima, ha voluto precisare che loro credono all’eterosessualità di Terlizzi e che se anche Michael fosse gay, non fregherebbe niente a nessuno.

E allora perché continuare a parlarne? Perché costruirci un intero palinsesto, che quotidianamente si alimenta tra pomeriggi e sfiancanti dirette? Perché cedere spazio ad una “inquisizione gay” che a tutti i costi vorrebbe far fare coming out a un 30enne che continua a professarsi etero? Cosa dovrebbe fare costui per essere creduto, portare prove che attestino il proprio amore per il sesso femminile? Possibile che la D’Urso, conduttrice capace e intelligente, non capisca come questa immotivata ‘caccia all’omosessuale’ in diretta tv sia controproducente e insostenibile? Possibile che i gay dichiarati che attivamente vi hanno partecipato, vedi Imparato ed Ercole, non si rendano conto che per un pugno di visibilità in più stanno tramutando l’importanza dell’accettazione in una triste paginetta di gossip di scarsissimo interesse e ai limiti del bullismo?  Che sia omosessuale, bisessuale o eterosessuale, Terlizzi, che ha saputo mantenere un certo autocontrollo nel corso di quest’ultimo mese, molto probabilmente vincerà il Gf 16, ma è chiaro che ad uscirne sconfitto, ancora una volta, sia il reality Mediaset, mai come quest’anno pollaio catodico.