Mara Venier, ‘vorrei vivere in un paese dove non si parli più di gay ed etero, siamo persone’

di

Nel corso del confronto/scontro tra Franco e Craig, Mara Venier sottolinea in diretta tv la pericolosità dell'omofobia.

CONDIVIDI
1.6k Condivisioni Facebook 1.6k Twitter Google WhatsApp
14095 0

Prima serata Mediaset a parlare di omofobia, ieri sera su Canale 5, a causa dello scontro Franco-Craig all’Isola dei Famosi.

Il sensitivo Warwick, gay dichiarato e da oltre 20 anni fidanzato, appena tornato in Italia ha denunciato un presunto insulto omofobo ricevuto da Terlizzi, ex pugile ‘non famoso’ arrivato in Honduras grazie al web-reality ‘Saranno Isolani’.

‘Sei gay, fai schifo’, avrebbe detto Franco a Craig, senza un riscontro video e/o conferme da parte degli altri naufraghi. Dopo due settimane di dibattito ‘a distanza’, i due si sono potuti confrontare in diretta, su Canale 5, con Franco pronto a denunciare Craig smentendo categoricamente di averlo insultato in alcun modo. Warwick, dal canto suo, ha confermato quanto detto sia a Verissimo che a Domenica Live, senza però trovare aiuto in quelle telecamere che a sentire gli autori avrebbero perso il presunto scontro.

Nel corso del dibattito, andato avanti per circa mezz’ora, le parole più sensate sono state pronunciate da Mara Venier, da sempre icona LGBT che ha rimarcato la pericolosità e l’assurdità dell’omofobia.

L’omofobia è una cosa seria, ho visto tanti ragazzi disperarsi a causa dell’omofobia. Vorrei vivere in un Paese in cui non ci si identifica più come omosessuali ed etero, siamo tutti persone, esseri umani. Non vorrei più sentire la parola gay‘.

Craig e Franco, al termine del dibattito, hanno relativamente ‘fatto pace’ scusandosi a vicenda per l’apparente incomprensione, per poi promettersi di ritrovarsi e confrontarsi faccia a faccia una volta tornati entrambi in Italia.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...