Tornano i nudi gay di Michael Breyett con “Seasons of Love”

L'artista statunitense pubblica una nuova antologia di opere omoerotiche edite da Gmuender. L'amore gay in tutte le stagioni, nudo a mare o bagnato dalla pioggia autunnale, pensa anche ai diritti.

Tornano i nudi gay di Michael Breyett con "Seasons of Love" - seasonsBASE - Gay.it
4 min. di lettura

Tornano i nudi gay di Michael Breyett con "Seasons of Love" - seasonsF1 - Gay.it

Anche quest’anno a giugno si è celebrato il Gay Pride. Tuttavia, se in Italia il Gay Pride è soprattutto un occasione per farsi sentire e reclamare dei diritti che sono ancora assenti, in altre nazioni può essere anche un occasione per festeggiare le mete raggiunte e i traguardi a cui si è arrivati negli ultimi quarant’anni, anche a livello artistico e culturale. Negli ultimi decenni, ad esempio, è cresciuto il numero di artisti che riescono a vivere unicamente grazie ai loro dipinti omoerotici.

Tornano i nudi gay di Michael Breyett con "Seasons of Love" - seasonsF - Gay.it

Sembra una considerazione banale, ma se non ci fosse stato un progressivo sdoganamento della condizione omosessuale e una conseguente emancipazione della comunità gay tutto questo non sarebbe potuto accadere. A riprova di questa constatazione vale la pena sottolineare che in Italia, dove la condizione omosessuale ha fatto progressi, ma è ben lungi dall’essere stata sdoganata, non esiste ancora un vero e proprio mercato per l’arte omoerotica.

Tornano i nudi gay di Michael Breyett con "Seasons of Love" - seasonsF4 - Gay.it

Un po’ perchè è lo stesso mondo dell’arte (galleristi in primis) ad avere pregiudizi, e un po’ perchè buona parte dei potenziali clienti si fanno ancora problemi ad acquistare certe cose e magari a tenerle in bella vista in salotto. Non bisogna poi dimenticare che spesso sono proprio le istituzioni a boicottare le iniziative che potrebbero contribuire a smuovere le acque (come successe a Milano qualche anno fa), mentre per una congiunzione socio economica particolarmente sfavorevole tantissimi gay italiani si ritrovano a vivere in famiglia anche dopo i trent’anni, con una serie di ripercussioni a cascata anche sulla loro libertà di acquistare o meno certe opere d’arte.

Tornano i nudi gay di Michael Breyett con "Seasons of Love" - seasonsF3 - Gay.it

É abbastanza ironico che proprio nel paese di Michelangelo, e di tanti altri artisti che nei secoli sono riusciti a piazzare temi omoerotici praticamente ovunque, oggi venga a mancare una scuola di arte omoerotica vera e propria. Ed è altrettanto ironico che dalle nostre parti suoni ancora così strano che ci siano artisti che scelgono di abbandonare un lavoro sicuro per realizzarsi come artisti omoerotici e vivere agiatamente solo grazie alle loro opere. Artisti come il newyorkese Michael Breyette, ad esempio, a cui la Gmuender ha appena dedicato una seconda antologia, dal titolo "Seasons of Love". Come già nell’antologia precedente i lavori di questo artista si distinguono per una sensualità composta e delicata, mai volgare e ostentata, che utilizza il corpo maschile e la sua carica erotica come una metafora dei traguardi e delle aspirazioni degli omosessuali di oggi. Volti estremamente sereni e composti, corpi ben costruiti mostrati con naturalezza e disinvoltura, momenti di quotidiana libertà sessuale e di consapevole intimità.

Tornano i nudi gay di Michael Breyett con "Seasons of Love" - seasonsF5 - Gay.it

Il tutto dipinto con colori tenui e una luce soffusa, quasi a voler cogliere il valore simbolico delle situazioni e dei soggetti che vengono raffigurati. C’è da notare che Michael Breyette non punta unicamente sull’erotismo esplicito: in molti dei suoi dipinti non arriva nemmeno al nudo integrale, ma cerca di coinvolgere lo spettatore nella sensualità delle situazioni in quanto tali. In particolare in questa antologia punta molto sui ritratti di coppie colte nei loro momenti di intesa o nei loro giochi di seduzione, anche se non mancano i soggetti un po’ sopra le righe, che sfociano quasi nel fantasy. Un’altra particolarità che distingue questo volume del precedente è che, invece di raccogliere esclusivamente dipinti con un’ambientazione estiva, mette insieme opere che si collocano sullo sfondo di tutte le stagioni (da qui il titolo), ma anche di tutte le ore del giorno e della notte.

Tornano i nudi gay di Michael Breyett con "Seasons of Love" - seasonsF2 - Gay.it

Il risultato è una raccolta di lavori molto eterogenea, ma al tempo stesso legata dal filo rosso che contraddistingue l’arte di Michael Breyette, sempre molto raffinata ed elegante. Come non perdersi negli sguardi luminosi e seducenti dei suoi soggetti? Certo dispiace sapere che, per un Michael Breyette che ha successo negli Usa, ci sono tanti potenziali "Michael Breyette" italiani che non hanno sbocchi, ma forse anche questo può essere uno stimolo per continuare a portare avanti la causa gay nel nostro paese.

Potete vedere le opere di Michel Breyette visitando il suo sito 

Per maggiori informazioni si Season Of Love, visitate il sito di Bruno Gmuender

di Valeriano Elfodiluce

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Da sinistra: Douglas Carolo (foto da TikTok), Andrea Bossi (foto SKYtg24) e Michele Caglioni (foto Instagram)

Perché Andrea Bossi sarebbe stato ucciso da Douglas Carolo e Michele Caglioni?

News - Redazione Milano 29.2.24
Roberto Vannacci Paola Egonu Matteo Salvini

Vannacci sospeso dall’Esercito Italiano, Egonu lo querela, Salvini lo difende

News - Giuliano Federico 28.2.24
Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard - Xavier Dolan - Gay.it

Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard

News - Federico Boni 1.3.24
Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24

Leggere fa bene

Cate Blanchett insieme a Coco Francini e la Dott.ssa Stacy L. Smith (Good Morning America)

Cate Blanchett a sostegno dellə cineastə donne, trans, e non binary

Cinema - Redazione Milano 19.12.23
L'arte di Mar Coyol nel Messico LGBTQI+ tra oppressione coloniale, razzismo e odio omobitransfobico - intervista - FORMATO COVER 2 - Gay.it

L’arte di Mar Coyol nel Messico LGBTQI+ tra oppressione coloniale, razzismo e odio omobitransfobico – intervista

Culture - Luca Cantarelli 5.9.23
Transatlantic bridges: Corrado Cagli, 1938-1948

Corrado Cagli, l’artista queer che voltò le spalle al regime fascista, in mostra a New York – GALLERY

Culture - Redazione Milano 9.11.23
Biennale Arte Venezia 2024 - Foreign Everywhere by Adriano Pedrosa

Siamo ovunque: cosa aspettarci dalla Biennale queer e decolonizzata di Adriano Pedrosa

Culture - Redazione Milano 2.2.24
(variety)

Emerald Fennell vuole provocarci (senza farci vergognare)

Cinema - Riccardo Conte 16.11.23
Photograph: EPA (THE GUARDIAN)

Patti Smith su sessualità e genere: “Non importano le etichette, quello che conta è la libertà”

Musica - Redazione Milano 3.10.23
i want you to know my story di Jess Dugan

Tra nuovi sguardi e corpi fuori dagli schemi: benvenutə al Gender Bender 2023!

Culture - Riccardo Conte 24.10.23
Max Peiffer Watenphul. Dal Bauhaus all'Italia

Max Peiffer Watenphul e la scena queer mai più dimenticata della scuola Bauhaus

Culture - Redazione Milano 30.11.23