5 anni di unioni civili, aspettando il matrimonio egualitario e una classe politica più civile e meno prona al Vaticano

5 anni fa la legge sulle unioni civili diventava realtà anche in Italia.

5 anni di unioni civili, aspettando il matrimonio egualitario e una classe politica più civile e meno prona al Vaticano - unioni civili milano - Gay.it
3 min. di lettura

5 anni di unioni civili, aspettando il matrimonio egualitario e una classe politica più civile e meno prona al Vaticano - unioni civili approvazione 1 - Gay.it

372 voti a favore, 51 contrari e 99 astenuti, la Camera dei Deputati approva.

L’11 maggio del 2016 le unioni civili diventavano realtà anche in Italia, dopo un’interminabile confronto parlamentare che vide la stepchild adoption sacrificata sull’altare del governo Renzi, sorretto anche dai voti di Angelino Alfano.  Dopo mesi di battaglia, Monica Cirinnà portò a casa una legge che l’Europa ci aveva chiesto a gran voce, e in più occasioni, con il Vaticano dichiaratamente contrario e sceso in campo con tanto di Family Day e scomuniche varie. A votare contro furono parte di Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia. Il Movimento 5 Stelle, che si rese protagonista di uno storico e mai dimenticato voltagabbana, si astenne, insieme a Possibile di Filippo Civati, che considerava la legge non solo arretrata ma anche discriminatoria. Il 20 maggio il presidente Sergio Mattarella la promulgò, il 21 venne pubblicata in Gazzetta Ufficiale e il 5 giugno entrò in vigore.

unioni_civili_sit_in_montecitorio

5 anni dopo, incredibile ma vero, l’Italia è ancora al suo posto, la razza umana non si è estinta, la famiglia del Mulino Bianco non è stata divorata da un’orda barbarica di omosessuali assetati di sangue e dal cielo non sono mai piovute rane assassine. Tutto ciò che era stato predetto, o quasi, per portare discredito ad una legge di civiltà, non si è ovviamente verificato. Lo scrittore Piergiorgio Paterlini e il giornalista Marco Sotgiu sono stati i primi ad unirsi civilmente in Italia, a Reggio Emilia, il 1° agosto del 2016. Dati ufficiali sul numero di unioni civili celebrate nel Bel Paese da quell’agosto del 2016 ce ne sono, ma sono limitati a tutto il 2019.

unioni_civili_foto_da_instagram

Dati Istat, come riportato dall’Espresso, si parla di 2.336 unioni civili in quella seconda parte di 2016; 4.376 unioni civili nel 2017, 2.808 nel 2018 e 2.297 nel 2019. Pallottoliere alla mano, 11.817 unioni civili in 1247 giorni conteggiati, ovvero 3 anni, 5 mesi e due giorni. Volendo fare una media, 9.4 unioni civili al giorno, ovvero circa 20 persone LGBT meravigliosamente felici ogni 24 ore, finalmente in grado di coronare il loro sogno di amore. Se ampliamo poi la platea chiamata “felicità” ad amici, parenti e conoscenti, andiamo incontro ad un trionfo fino al 2016 tristemente impossibile, negato e ostinatamente osteggiato da parte di quella politica e da quel Vaticano che ancora oggi semina bugie, diffama e sbandiera surreali previsioni pur di affossare la legge contro l’omotransfobia, misoginia e abilismo.

5 anni dopo, in sostanza, nulla è cambiato. Anzi, perché quanto detto e scritto negli ultimi mesi è ancor più esagerato e menzognero di quanto scritto e detto nel 2016. Cinque anni dopo l’opzione “matrimonio egualitario” è di fatto scomparsa dall’agenda politica nazionale, così come i tribunali sono ancora costretti a dover intervenire per certificare paternità e maternità nei confronti di bambini e genitori che la politica italiana continua a discriminare. Anche per questo motivo, checché ne dicano i Pio e Amedeo d’Italia, i Pride sono ancora necessari, per rivendicare diritti negati, per far capire a chi siede nel “palazzo” che noi esistiamo, paghiamo le tasse come qualsiasi persona eterosessuale, pretendiamo rispetto e vogliamo TUTTO quel che ci spetta.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Franzc Dereck 11.5.21 - 9:51

Di recente in Olanda è stata celebrata la ventesima ricorrenza del matrimonio per tutti , come ben ricordavate in un articolo precedente . Le dighe non sono cedute e nessuna estinzione umana è stata rilevata. , in Olanda , almeno.

Trending

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati - The History of Sound di Oliver Hermanus - Gay.it

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati

Cinema - Redazione 29.2.24
Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24
Eurovision 2024, Il Regno Unito vuole la vittoria con Dizzy di Olly Alexander. Il video ufficiale - olly alexander - Gay.it

Eurovision 2024, Il Regno Unito vuole la vittoria con Dizzy di Olly Alexander. Il video ufficiale

Culture - Redazione 1.3.24
Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO) - Due megattere maschi fanno sesso storico primo avvistamento alle Hawaii - Gay.it

Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO)

News - Redazione 1.3.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
Bledar Dedja sarebbe stato ucciso dopo aver incontrato un 17enne via Grindr

Perché il 17enne ha ucciso il 39enne Bledar Dedja adescato su Grindr e qual è il movente?

News - Redazione Milano 29.2.24

Continua a leggere

eredita berlusconi marta fascina unioni civili

Eredità Berlusconi, con l’unione civile Marta Fascina può restare ad Arcore ma Silvio voleva cancellare la legge Cirinnà

News - Redazione Milano 20.11.23
governo-sunak-lgbtqia

Regno Unito: come la destra del governo Sunak distrugge decenni di progressi LGBTIQ+

News - Francesca Di Feo 23.10.23
foto: il fatto quotidiano

Trans Lives Matter: il movimento trans* si fa sentire ancora più forte

News - Redazione Milano 20.11.23
Romania, il premier Ciolacu chiude alle unioni civili: "La nostra società non è pronta" - Marcel Ciolacu - Gay.it

Romania, il premier Ciolacu chiude alle unioni civili: “La nostra società non è pronta”

News - Redazione 24.11.23
Foto di Önder Örtel su Unsplash

Sanità pubblica e comunità LGBTQIA+, cosa dice il nuovo vademecum dell’ISS – Istituto Superiore di Sanità

Corpi - Francesca Di Feo 7.10.23
united4diversity-bruxelles

A Bruxelles “United4Diversity” contro populisti, anti-gender e anti-LGBTQIA+: la tre giorni organizzata da Forbidden Colours

News - Francesca Di Feo 3.10.23
montenegro-diritti-lgbt

Il Montenegro candidato all’ingresso UE tra “sterilizzazione forzata” delle persone trans e linguaggio d’odio rampante

News - Francesca Di Feo 18.1.24
giornata-mondiale-consapevolezza-intersex

Intersex, giornata della consapevolezza: a che punto siamo con regolamenti e tutele a livello globale?

News - Francesca Di Feo 25.10.23