Vladimir Luxuria: “La mia biografia, l’addio al Gay Village, il vitalizio e il Tamakeri”

Il nuovo libro, le delusioni, il desiderio più grande, ma anche il cambio di sesso mai fatto.

Vladimir Luxuria: "La mia biografia, l'addio al Gay Village, il vitalizio e il Tamakeri" - luxuria 1 - Gay.it
5 min. di lettura

«Tutti transitiamo in questo mondo e l’unica cosa certa è che non siamo immortali e che quella cosa che chiamiamo vita, non è altro che un transito racchiuso nel tempo d’un sogno. Siamo tutti un po’ trans…» Da questa provocazione parte Il coraggio di essere una farfalla, il nuovo libro di Vladimir Luxuria, uscito pochi giorni fa per Piemme editore e già in classifica tra i libri più acquistati.

«Si cambia per opportunismo, per sopravvivenza, per autentica convinzione, ma sono ancora pochi quelli che hanno il coraggio di indossare il proprio vestito, infischiandosene dell’opinione dominante» mi confida l’ex parlamentare di Rifondazione Comunista. Conscia di aver affrontato temi molto importanti in questa nuova biografia, Vladimir Luxuria si racconta in esclusiva a Gay.it tra passato, presente e futuro spiegando anche il perché non sarà più al Gay Village di Roma.

Più che una novità, direi un gradito ritorno in libreria…

Sì, questo è il mio quinto libro. Stavolta, però, ho cambiato casa editrice.

Il coraggio di essere una farfalla è il titolo della tua nuova fatica. Perché proprio una farfalla e non un pesce Falco o Anthias, noti per la loro continua transizione?

A dire il vero anche la farfalla è sinonimo di cambiamento. Nasce bruco e la sua successiva trasformazione è la crisalide, che possiamo paragonare un po’ alla nostra storia. È un invito alla libertà, a vivere la vita con leggerezza senza nascondersi e, soprattutto, a posarsi liberamente sui fiori che la natura ci offre. Del resto, cosa possiamo volere di più dalla vita?

Vladimir Luxuria: "La mia biografia, l'addio al Gay Village, il vitalizio e il Tamakeri" - cover - Gay.it

Una biografia a tratti struggente. Cosa ti ha spinta a raccontarti di nuovo sulle pagine di un libro?

Credo che parlare della mia vita possa servire a tutti gli ignoranti in materia, ma anche a coloro che ancora non capiscono, o non voglio capire, certe cose. Vorrei che servisse anche a chi, come me, nonostante i propri limiti e i numerosi periodi down, alla fine ce l’ha fatta a risollevarsi. 

A chi sono dedicate queste 252 pagine?

Ti confesso che la mia dedica è molto particolare. Infatti ho scritto: “Mai sentirsi al sicuro da chi è troppo sicuro di sé!”

E perché questa frase?

Perché non mi sono mai piaciute le persone che non si mettono mai in discussione e che rimangono granitiche sulle proprie convinzioni. Credo, invece, che autocriticarsi sia una grande forza.

In un vecchio libro scritto da Eugenia Romanelli hai parlato di un tuo periodo difficilissimo che è stato poi usato, dai tuoi detrattori, per ferirti. In questo nuovo libri parli anche di quel passato lì?

Il mio è un libro autobiografico, in cui parlo di quello che sono e di quello che conosco. Racconto anche di come son riuscita a fare tesoro dei brutti momenti vissuti in passato. Ovviamente in alcune pagine descrivo le difficoltà di quel periodo lì, ma la gran parte del libro è dedicata alla descrizione del rapporto mente-corpo e a come i giovani si approcciano a questo binomio.

Su cosa ti sei concentrata?

Ho preferito dedicarmi a temi più attuali. Ad esempio, anziché indagare su argomenti più discussi, come i luoghi d’incontro per i gay – che altro non fanno che strumentalizzare la diffusa idea che i gay siano tutti zozzoni – ho deciso di concentrarmi sulle pratiche sessuali più fantasiose degli etero. Ho scoperto, infatti, l’esistenza di una pratica giapponese chiamata Tamakeri, che vede protagonisti degli uomini che amano farsi prendere a calci nelle parti intime da donne che indossano tacchi a spillo e calze a rete.

Vladimir Luxuria: "La mia biografia, l'addio al Gay Village, il vitalizio e il Tamakeri" - Gay.it

Tu non hai mai fatto segreto sull’operazione finale. Posso chiederti cosa ti ha frenata a non spingerti mai oltre?

Ognuno di noi ha il diritto di sentirsi in equilibrio con il proprio corpo. Credo molto nel diritto dell’autodeterminazione, secondo cui ogni essere umano ha il diritto di decidere cosa fare del proprio corpo. C’è chi decide di arrivare all’adeguamento dei genitali e chi, come me, convive serenamente con i propri genitali d’origine.

Nella biografia racconti tanti passaggi. Posso chiederti qual è stato il più difficile da scrivere?

In realtà non ho avuto alcun problema a raccontare aneddoti della mia vita. Ho parlato sia dei momenti più felici, che di quelli meno entusiasmanti. Anche i periodi bui, se non ti sopraffanno, posso essere una bellissima formazione.

Raccontarsi in un libro sembra essere terapeutico. Per te è stato così?

Si, e ti dirò di più: son stata molto contenta di aver avuto l’occasione di affrontare, con termini semplici e comprensibili da tutti, alcuni temi molto difficili, come quello dell’identità di genere, che molto spesso sono spiegati con un linguaggio tecnico. Ho fatto un raffronto molto interessante tra la transessualità e l’arte, l’antropologia e la storia.

C’è qualcosa che ti manca?

Ho un grande letto matrimoniale e vorrei proprio provare il desiderio di dare un calcio a chi mi sta vicino, perché magari mi ha rubato le coperte! 

Vladimir Luxuria: "La mia biografia, l'addio al Gay Village, il vitalizio e il Tamakeri" - 14438182 large - Gay.it

L’idea di un bambino non ti sfiora più?

No, ormai ho cinquantuno anni e non ci penso davvero più.

Se guardi verso il futuro, cosa vedi?

Mi auguro moltissimi viaggi, di non essere sola e perché no: di continuare a fare questo bellissimo lavoro.

E per il nostro Paese che futuro vedi?

Spero che l’Italia non faccia mai la fine degli Stati Uniti, con un Presidente che sperpera soldi pubblici per acquistare le armi. Non vorrei mai un leader che dica: “Sono qui per vincere le guerre”, ma uno che dica: “Io sono qui per evitare le guerre!”

Ogni personaggio nasconde infinite leggende. Ne conosci almeno una sul tuo conto?

Una sì: si racconta che io percepisca la pensione da parlamentare. Notizia assolutamente falsa. Tu ne conosci qualcun’altra?

Leggenda metropolitana vuole che tu sia molto oculata. Verità o chiacchiericcio?

Altroché! Io non spendo soldi per cose inutili. Ad esempio: se i mezzi pubblici son più veloci ed efficienti di un taxi, io non ci penserei due volte a prenderli. Così come non vado nei ristoranti extra lusso. Quello che risparmio preferisco darlo a chi ne ha più bisogno. Credimi.

Invece, hanno fatto chiacchierare le tue dimissioni dal Gay Village. Non sarà mica per colpa del tuo ruolo di opinionista nei confronti della Grimaldi, vero?

Questa pensiero così crudo solo una mente scaltra come la tua avrebbe potuto partorirlo! Inizialmente sì, mi son posta anche io il dubbio del conflitto di interessi, visto il mio rapporto con Imma Battaglia e la sua amicizia con Eva, però, allo stesso tempo, confermo di avere la coscienza a posto. La verità è che ho altri progetti in cantiere.

Vladimir Luxuria: "La mia biografia, l'addio al Gay Village, il vitalizio e il Tamakeri" - 13233131 1056356731098397 1244986687115555381 n - Gay.it

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
Andrew Scott per Quinn (2024)

Andrew Scott presta la voce ad un’app di racconti erotici

Culture - Redazione Milano 16.5.24
Rainbow Map 2024, l'Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT - rainbowmap - Gay.it

Rainbow Map 2024, l’Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT

News - Federico Boni 15.5.24
Sara Drago

Sara Drago: “La realtà è piena di diversità, sarebbe bellissimo interpretare un uomo” – intervista

Cinema - Luca Diana 11.5.24
Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: "La risposta è l'educazione alle diversità" - INTERVISTA - riccardo vannetti - Gay.it

Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: “La risposta è l’educazione alle diversità” – INTERVISTA

News - Francesca Di Feo 17.5.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24

Leggere fa bene

X-Men '97: Disney ha licenziato il creatore Beau DeMayo, gay dichiarato, a causa di un profilo OnlyFans? - Beau DeMayo - Gay.it

X-Men ’97: Disney ha licenziato il creatore Beau DeMayo, gay dichiarato, a causa di un profilo OnlyFans?

Serie Tv - Federico Boni 13.3.24
Sugo-Gate a Belve, Antonella Clerici fa il nome di Ligabue che smentisce: "Mai detta una cosa del genere" (VIDEO) - Sugo Gate a Belve Antonella Clerici fa il nome di Ligabue che smentisce - Gay.it

Sugo-Gate a Belve, Antonella Clerici fa il nome di Ligabue che smentisce: “Mai detta una cosa del genere” (VIDEO)

Culture - Redazione 24.4.24
FEUD 2: Capote Vs. The Swans arriva su Disney+. La data d'uscita della serie di Ryan Murphy e Gus Van Sant - Feud Capote vs. The Swans - Gay.it

FEUD 2: Capote Vs. The Swans arriva su Disney+. La data d’uscita della serie di Ryan Murphy e Gus Van Sant

Serie Tv - Redazione 19.4.24
C'è Posta per Te e l'ostinata omofobia di una mamma che non accetta l'omosessualità di sua figlia - VIDEO - ce posta per te - Gay.it

C’è Posta per Te e l’ostinata omofobia di una mamma che non accetta l’omosessualità di sua figlia – VIDEO

Culture - Federico Boni 14.1.24
Mara Maionchi a Belve: "Tiziano Ferro irriconoscente" (VIDEO) - Mara Maionchi a Belve - Gay.it

Mara Maionchi a Belve: “Tiziano Ferro irriconoscente” (VIDEO)

Culture - Redazione 29.4.24
Nicolas Maupas e Domenico Cuomo, Un professore

Un Professore, la rivoluzione gentile sul piccolo schermo: l’amore non ha più tabù

Serie Tv - Luca Diana 22.12.23
Sara Drago, Call My Agent

Sara Drago, chi è l’attrice sulla bocca di tuttə?

Culture - Luca Diana 19.3.24
Mahmood outing gay Grande Fratello

Outing a Mahmood “Lui è gay” dice Stefano Miele al Grande Fratello

Musica - Redazione Milano 30.1.24