ALATO: VESTIRE GIOVANE

di

Una giovane firma di t-shirt aperta ai gay.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


E’ giovane, spigliata, dalla prorompente simpatia, e ha tante ottime idee per la testa. Fa parte della nuova generazione degli imprenditori italiani, informali, aperti, giovanili, capaci di aprire la mente verso tutte le frontiere, non ultima quella del mercato gay.

E’ Valentina Giulianelli, titolare della Alato, la nuova marca di t-shirt che invaderà i vostri negozi di fiducia a partire da settembre. E si può scommettere che sarà un’invasione che non passerà inosservata: le idee che sono dietro le maglie della Alato sono forti, innovative ma anche molto fashion, capaci di piacere ai giovanissimi ma anche a chi ama la ricercatezza nel vestire. In poche parole, guai a chiamarle semplici t-shirt! Sono veri oggetti d’abbigliamento di culto, capi per comunicare e per divertirsi, come ci spiega la stessa Valentina Giulianelli.

Qual è la filosofia che sta dietro l’Alato?

La filosofia è in parte contenuta nel nome: "Alato" ricorda l’idea della libertà del volare, di raggiungere nuovi orizzonti, riguarda quelle persone che da un certo punto di vista non crescono. Possiamo dire che ci rifacciamo alla filosofia della sindrome di Peter Pan (ride). Insomma, la nostra filosofia è quella di fare moda, ma divertendoci.

I disegni che abbiamo creato li potete vedere. Ma oltre a quelli, abbiamo pensato, per il futuro, a t-shirt per giocare, per divertirsi, t-shirt con delle penne dentro per scrivere, o con magneti per giocare a tris sulla felpa. Io, con la collaborazione della mia stilista Chiara Acquarelli, avevo l’intenzione di fare un prodotto particolare, un regalo comunicativo, e anche di culto, ma comunque fashion, per avvicinarsi in questo modo a quello che è il mondo dell’abbigliamento e del glamour..

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...