10 emozioni che solo i gay provano

Dalla Principessitudine alla Sensualansia, passando per la Bipolaricizia alla Sindrome dello Spogliatoio: 10 emozioni tipicamente gay che sicuramente almeno una volta nella vita avrete provato.

10 emozioni che solo i gay provano - emozioni - Gay.it
3 min. di lettura

Ispirati da The Book of Human Emotionspubblicato dalla psicologa Tiffany Watt Smith, abbiamo provato a stilare una lista delle 10 emozioni che solo i gay provano. Smith nel suo lavoro ha esplorato 154 parole delle lingue di tutto il mondo che corrispondono ad altrettante emozioni molto specifiche, che probabilmente non sapevamo neanche di provare. Ma la sua lista non contiene queste dieci emozioni squisitamente gay.

Eccovele.

Bipolaricizia 

È l’stinto peculiare a infierire sfacciati sulla propria fag hag. È il benessere che dà lo sfogo sull’amica frociara. Un’amicizia bipolare. Con l’amica-dei-gay ci si confida e si sparla, ma pure ci si libera dallo stress pigliandola per il culo ogni pie’ sospinto. ‘Na specie di punchball, insomma. All’inizio lei se la prende, fa l’offesa, poi si abitua. Alla fine a queste ragazze insegniamo l’autoironia.

Iconofilia

Amore e adorazione incondizionata, incomparabile a nessun altro rapporto al mondo verso, la propria icona gay. Che sia Gaga, Madonna o Arisa è lo stesso. Conta solo il sentimento di esser destinati ad amare lei e solo lei nell’intero regno delle cose visibili e invisibili. Quando compare sullo schermo o la si sente in radio l’iconofilia irrompe e tutto il resto tace.

Splendidismo

È la fierezza massima nel mostrare il nuovo outfit agli amici, atteso dall’ordine online o arraffato per un pelo ai saldi e, ovviamente, preparato dopo ore allo specchio. La coda pavonata svetta al cielo, ci si sente imbattibili, l’asfalto è velluto rosso, lo splendidismo è a palla.

Principessitudine

È il senso di totale impotenza verso i lavori manuali. Montare mobili, lavori di idraulica, intervenire su circuiti elettrici: è un rifiuto del corpo prima che della mente. La paura è tanta, si teme di rimetterci la vita. Un senso di totale impreparazione, due mondi – io vengo dall’altro. Si chiama il papà, l’ex straight-like o l’amministratore.

Slalom-mood

Come cagnetti nelle gare di agility, si vive quest’emozione specifica sotto la raffica di domande dei parenti lontani, incontrati a Natale o in altre feste comandate. È insofferenza mista a concentrazione massima per non contraddirsi, per dare la risposta giusta, per dosare detto e non detto. “Allora, la fidanzata? Sei un bel ragazzo, non hai nessuna?”. Si schiva, si devia, sperando che passi in fretta.

Schizofrenia oculare da club

È l’assetto da guerra di quando si va per locali. Tutta un’allerta di sguardi, occhiate, monitoraggio dei flussi. Che sia aperitivo o dancefloor poco importa. È la smania di vedere tutti, di controllare chi c’è, di catalogare, scannerizzare i presenti per riconoscere i noti e dare un voto agli ignoti. Che non si sa mai.

Sensualansia

È il vortice emotivo di ansia e imbarazzo della scelta tipico dell’uso delle app per il sex dating. Le notifiche arrivano ma non sono quelle giuste. Quello che hai puntato non risponde. Passa il tempo, si fa tardi. All’inizio si è selettivi, poi sotto la spinta della foga si piglia a scrivere a caso. Si sfanculano i propri standard, basta concludere. Ovviamente poi ci si pente.

La Sindrome dello Spogliatoio

A chi non è successo: spogliatoio, un sacco di carne calda attorno, grandi smutandamenti, tutto in vista. Madonna-del-Carmelo. La paura di perdere il controllo e di finire in durezza è tantissima. Si guarda altrove ma l’occhio batte dove lo slip manca. Al massimo, se l’apparato ci tradisce, ci si copre e si fugge via.

Coming out-feeling

Il momento più importante per ogni gay della pianeta: quando ci si dichiara, soprattutto se si hanno di fronte i propri genitori. Si vive un misto di estrema paura del giudizio e impellenza a liberarsi. È un’emozione tipicamente gay, per la quale sono state coniate tante parole e espressioni. Tutte per raccontare come ci si sente a dover spiegare chi si è a un uditorio un po’ prevenuto.

Infine, l’ultima emozione non ha nome, perché nessuno vuole stare troppo a pensarci per trovarglielo. Ma descriverla è facile: è il senso di sgomento che si prova quando si viene insultati per il semplice fatto di esistere. Un’esperienza che si vive dall’infanzia, a cui ci si abitua presto senza abituarsi mai. È una forma di shock speciale, perché non serve aver fatto qualcosa, basta mettere la mano nel modo sbagliato, avere un tono di voce troppo acuto o vestire colori troppo accesi. La più difficile da dimenticare tra le emozioni che solo i gay provano.

Jonathan Bazzi

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Jezekael 18.3.17 - 17:26

Piuttosto che ascoltare Madonna e Lady Gaga, o come cavolo si chiama, preferirei farmi asportare i timpani. L'amica frociarola poi...mai avuta, solo amici maschi, non vedo cosa dovrei farci con l'amica donna che usa i gay come accessorio....

Avatar
Alberto Reale 28.12.16 - 0:08

C'è anche la eteritudine, la sensazione di volere un pisello pur restando completamente etero, tipica di represse e "riservatissimi".

Avatar
Angelo 4.7.16 - 10:27

Vogliamo parlare del brainwashing/mind control (manipolazione mentale con induzione di sogni, sessualità indotta, ultrasuoni innescati nei quartieri di città') a cui tanti sono sottoposti? Che emozioni si provano? Oltre che quella meramente omofoba....

Avatar
Giovanni Di Colere 3.7.16 - 8:28

Non ne provo neanche una, Non ho un'amica fag, non vado nei locali, non ho idoli canori, mai stato a un concerto, per me anche cinque persone in una piazza rappresentano folla, non uso le app, mai avuta sindrome dello spogliatorio pur giocando a calcio fino alla serie C, mai negato nulla a parenti vicini e lontani. Però a pensarci bene dal titolo il concetto non era che TUTTI i gay provano, ma che SOLO chi è gay (e non tutti i gay) può provare queste cose. Ebbene mi sento di smentire, perché conosco degli etero che tormentano amiche in tutto simili alle frociarole, che sono negati per i lavori manuali, che riguardo al matrimonio e a far figli sono peggio dei gay, tanto da organizzare o sognare ridicole cerimonie a Las Vagas o nella spiaggia di Grottammare celebrata da qualche buddista con delega dell'ufficiale dello Stato civile, che passano il tempo a frequentare app gay non perchè bisessuali, ma perché invidiosi di certi giochini di seduzione che con le donne non riescono a fare. PS: ok lo ammetto ho mentito. Le app le uso, mi diverto così tanto a perdere tempo e a farlo perdere, ma come si fa a resistere? Altro che abbonamento a SKY (che consiglio di disdire dopo che l'Editore Murdoch ha distrutto con i suoi tabloid brexit razzisti e populisti il futuro dell'europa dei giovani), è più divertente di una commedia degli equivoci un'app! Volete mettere gli psicolabili che nelle bio parlano con il "voi" come se fossero da solo contro il mondo (ci sono loro al singolare io... io.. io... e tutto il genere umano coalizzato tipo psicopatologia paradoide alla "Josh Nash di beautiful mind" e meglio ancora Truman Show), quelli che ti chiedono solo se cerchi marito (mi ricorda un episodio anni '70 raccontato da un amico gay libraio che mi raccontò della sua prima esperienza in un luogo che si diceva di incontro gay, la stazione di Sesto San Giovanni, con lui, ragazzo di 21 anni, che chiede a un uomo sui trenta: "scusi la domanda: Lei è omosessuale?") foto improbabili, gente con foto palesemente datate... di tutto! Non ci si annoia mai!

Avatar
Mauro Magoelite Casotti 2.7.16 - 13:08

titolo sbagliato. "Dieci emozioni che solo le sfrante provano". Dettagli.

Avatar
Personcina 2.7.16 - 6:33

Hai dimenticato l'emozione di avere un gravissimo difetto: essere avanti con l'età.

Trending

Tom Daley e Stefano Belotti

Chi è Stefano Belotti, il tuffatore azzurro che augura buon compleanno a Tom Daley

Lifestyle - Mandalina Di Biase 22.5.24
10 anni fa Xavier Dolan travolgeva e incantava Cannes con Mommy - ecnv mommy - Gay.it

10 anni fa Xavier Dolan travolgeva e incantava Cannes con Mommy

Cinema - Federico Boni 24.5.24
Queer Palm 2024, vince Three Kilometers until the End of the World. Karla Sofía Gascón prima attrice trans in trionfo a Cannes - Trei kilometri pana la capatul lumii - Gay.it

Queer Palm 2024, vince Three Kilometers until the End of the World. Karla Sofía Gascón prima attrice trans in trionfo a Cannes

Cinema - Federico Boni 27.5.24
"È importante votare, e non accettare le altrui decisioni come accade in Cina": storia di unə rifugiatə LGBTQIA+ scappatə dalle persecuzioni del governo di Xi Jinping - cina intervista rifugiat lgbtqia 1 - Gay.it

“È importante votare, e non accettare le altrui decisioni come accade in Cina”: storia di unə rifugiatə LGBTQIA+ scappatə dalle persecuzioni del governo di Xi Jinping

News - Francesca Di Feo 24.5.24
10 attori e attrici trans ad hollywood

10 star della comunità trans* che stanno rivoluzionando Hollywood

Cinema - Gio Arcuri 23.5.24
Sabrina Salerno, Ruby Sinclair e Milly Carlucci, L'Acchiappa Talenti

La Drag Queen Ruby Sinclair conquista il palco de “L’Acchiappa Talenti”

Culture - Luca Diana 25.5.24

Hai già letto
queste storie?

Ricky Martin, fu suo padre a spingerlo a fare coming out: "Cosa insegnerai ai tuoi figli, a mentire?" - Ricky Martin - Gay.it

Ricky Martin, fu suo padre a spingerlo a fare coming out: “Cosa insegnerai ai tuoi figli, a mentire?”

News - Redazione 25.3.24
Sean Gunn, il nuotatore olimpico fa coming out. "Mai stato così felice" - Sean Gunn - Gay.it

Sean Gunn, il nuotatore olimpico fa coming out. “Mai stato così felice”

Corpi - Redazione 20.3.24
Karan Brar, l'ex stellina Disney tra salute mentale e coming out: "Sono bisessuale, vi racconto come mi sono trovato" - Karan Brar 2 - Gay.it

Karan Brar, l’ex stellina Disney tra salute mentale e coming out: “Sono bisessuale, vi racconto come mi sono trovato”

Culture - Redazione 1.12.23
Jack Chambers, ministro irlandese fa coming out: “Con orgoglio dico che sono gay” - Jack Chambers 1 - Gay.it

Jack Chambers, ministro irlandese fa coming out: “Con orgoglio dico che sono gay”

News - Redazione 16.1.24
"Restiamo amici?" Quando un amore si spegne, l'amicizia dove va a finire? - COPERTINA ARTICOLO 1 - Gay.it

“Restiamo amici?” Quando un amore si spegne, l’amicizia dove va a finire?

News - Emanuele Bero 25.1.24
coming out più famosi della storia

I 30 coming out che hanno fatto la storia

News - Redazione 4.12.23
20 saggi queer usciti nel 2023 da regalare a Natale - Sessp 6 - Gay.it

20 saggi queer usciti nel 2023 da regalare a Natale

Culture - Federico Colombo 18.12.23
Libri LGBTI aprile 2024

Marinai e cowboy, gatti magici e creature degli abissi, serpenti, donne, uomini e bambini: le novità LGBTI+ in libreria

Culture - Federico Colombo 27.3.24