Video

30 anni fa Sinéad O’Connor strappava la foto del Papa in diretta tv ponendo fine alla sua carriera – VIDEO

Un attacco alla Chiesa cattolica che fece clamore in tutto il mondo, anticipando di quasi un decennio lo scandalo dei preti pedofli negli USA.

ascolta:
0:00
-
0:00
2 min. di lettura

Oggi 55enne, Sinéad O’Connor è stata una delle voci simboli degli anni ’80, con due album entrati nell’immaginario collettivo. The Lion and the Cobra, folgorante esordio del 1987, e soprattutto I Do Not Want What I Haven’t Got, capolavoro inserito nella classifica di Rolling Stone dei 500 migliori album di tutti i tempi alla posizione numero 406, con l’iconica Nothing Compares 2 U a segnare il 1990.

Vinto il Grammy Award al miglior album di musica alternativa nel 1991, con Sinéad che si rifiuta di ritirare il premio, O’Connor va lentamente incontro ad una prima crisi, alle prime polemiche, con immancabile e irreversibile stop produttivo e commerciale.

Nel 1992 pubblica il suo terzo album Am I Not Your Girl?, che non ottiene certamente il medesimo successo dei due precedenti dischi, ma è il 3 ottobre del 1992 che Sinéad osa fare l’inosabile. In diretta al Saturday Night Live, O’Connor cambia inaspettatamente le ultime parole di War di Bob Marley per riferirsi esplicitamente al problema della pedofilia che sta travolgendo alcuni esponenti della Chiesa cattolica negli Stati Uniti d’America.

Al termine della canzone Sinéad strappa davanti alle telecamere una foto di Papa Giovanni Paolo II, dicendo con fermezza “combatti il vero nemico” (Fight the real enemy). Quella sera, checché se ne dica, la carriera di O’Connor va incontro alla sua anticipata conclusione. Due settimane dopo Sinéad partecipa ad un concerto dedicato ai trent’anni di carriera di Bob Dylan e viene insultata dal pubblico presente al Madison Square Garden. Successivamente, purtroppo, non c’è mai stata una concreta inversione di tendenza. Ordinata prete da un movimento cattolico indipendente, decidendo di farsi chiamare Madre Bernadette Mary, O’Connor annuncia l’intenzione di abbandonare l’industria discografica nel 2003, per poi pubblicare quattro dischi. L’ultimo dei quali, I’m Not Bossy, I’m the Boss, nel 2017.

Tentato il suicidio nel 2017, nel 2018 si converte all’Islam adottando il nome di Shuhada’ Davitt. Nel 2021 esce la sua autobiografia Rememberings, mentre il 7 gennaio del 2022 viene ritrovato morto il figlio Shane, di soli 17 anni, avuto da una relazione col cantante folk Donal Lunny. Il ragazzo era scomparso da due giorni, dopo essere scappato da un centro psichiatrico dove era ricoverato per aver manifestato tendenze suicide.

Esattamente 30 anni fa Sinéad o’Connor andava incontro alla fine della propria carriera per aver denunciato ciò che il mondo scoprì drammaticamente solo successivamente. Lo scandalo dei preti pedofili all’interno della Chiesa cattolica, deflagrato a Boston nel 2002, ovvero nove anni dopo la denuncia fatta da Sinéad in diretta tv. Tre decenni dopo quel memorabile live, nessuno le ha ancora mai realmente chiesto scusa.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Angelica Schiatti e Morgan

“Insulti, minacce e revenge porn”: la vicenda tra Angelica e Morgan, Calcutta attacca Warner, terremoto nel mondo della musica

Musica - Emanuele Corbo 10.7.24
Kim Kardashian

Kim Kardashian ha provato lo sperma di salmone (e non è l’unica)

Corpi - Emanuele Corbo 12.7.24
Il murales queer dedicato a Michela Murgia realizzato da Laika per il progetto "Ricordatemi come vi pare" curato da Pietro Turano di Arcigay

“Ricordatemi come vi pare”, non è ancora completato, e il murales queer dedicato a Michela Murgia fa infuriare la destra

Culture - Redazione Milano 7.7.24
Roberto Bolle in vacanza con l'amato Daniel Lee e la sua famiglia - Roberto Bolle in vacanza con Daniel Lee e la sua famiglia - Gay.it

Roberto Bolle in vacanza con l’amato Daniel Lee e la sua famiglia

Culture - Redazione 11.7.24
Intervista a Laika, autrice del gigantesco murale dedicato a Michela Murgia: "Per guardare al futuro insieme a lei" - Laika e Michela Murgia - Gay.it

Intervista a Laika, autrice del gigantesco murale dedicato a Michela Murgia: “Per guardare al futuro insieme a lei”

Culture - Federico Boni 11.7.24
Il matrimonio del mio migliore amico (1997)

Il tuo fruity boyfriend non ti salverà

Lifestyle - Riccardo Conte 12.7.24

Continua a leggere

Annalisa e Nada, Amore disperato

Annalisa e Nada cantano insieme “Amore disperato” al Forum di Assago: guarda il video

Musica - Luca Diana 11.4.24
Rose Villain Miley Cyrus

Rose Villain, Miley Cyrus e il gossip a tre

Musica - Mandalina Di Biase 6.5.24
Corita Kent Padiglione Vaticano Biennale 2024

Biennale di Venezia, Papa Francesco omaggerà Corita Kent, la suora queer che fuggì con la sua amante

Culture - Mandalina Di Biase 14.3.24
Sanremo 2024 domina Spotify, Annalisa da record ma nessuno batte Geolier. La top30 - Sanremo 2024 domina Spotify Annalisa da record ma nessuno batte Geolier. La top30 - Gay.it

Sanremo 2024 domina Spotify, Annalisa da record ma nessuno batte Geolier. La top30

Musica - Redazione 8.2.24
Chi condurrà Sanremo 2025? Si autocandidano Gigi D'Alessio, Cattelan, Morgan e Michelle Hunziker - Sanremo 2025 - Gay.it

Chi condurrà Sanremo 2025? Si autocandidano Gigi D’Alessio, Cattelan, Morgan e Michelle Hunziker

Culture - Redazione 6.3.24
Paola e Chiara nel video di "Vamos a baila (Esta vida nueva)"

Paola e Chiara, ecco perché non ne ho mai abbastanza di “Television”

Musica - Emanuele Corbo 24.1.24
Credit:Pooneh Ghana

La curiosità psichedelica di Cassandra Jenkins, intervista

Musica - Riccardo Conte 9.7.24
Amadeus in fuga dalla Rai perché stanco delle pressioni. Volevano imporgli Povia a Sanremo - Amadeus - Gay.it

Amadeus in fuga dalla Rai perché stanco delle pressioni. Volevano imporgli Povia a Sanremo

Culture - Federico Boni 12.4.24