Addio a Marcella Di Folco, la sua vita tra cinema e lotta

Scompare la leader dei diritti trans. Dalla politica alla presidenza del Movimento Identità Transessuale fino alle partecipazioni nei film di Fellini e Rossellini, una vita sempre in prima linea.

Addio a Marcella Di Folco, la sua vita tra cinema e lotta - marcella di folco BS - Gay.it
3 min. di lettura

Addio a Marcella Di Folco, la sua vita tra cinema e lotta - addio marcellaF1 - Gay.it

E’ morta pochi minuti fa Marcella Di Folco, storica rappresentante del movimento transessuale italiano. Nata a Roma il 7 marzo del 1943, viveva a Bologna da moltissimi anni. Marcella ha dedicato la sua vita alla politica e ai diritti delle trans e delle persone lgbt in generale. E’ stata la prima trans eletta al mondo quando, nel 1995 divenne consigliere comunale di Bologna, incarico che ricoprì fino al 1999. Era presidente del Mit e vicepresidente dell’Onig. E’ stata portavoce del Bologna Pride del 2008.

Addio a Marcella Di Folco, la sua vita tra cinema e lotta - addio marcellaF2 - Gay.it

Quando era ancora Marcello recitò la parte del principe Umberto di Savoia in “Amarcord” di Fellini e quello del protagonista in “L’età di Cosimo de’ Medici di Roberto Rossellini.
Tra le sue apparizioni cinematografiche vanno ricordate, tra le altre, anche le partecipazioni a “In nome del popolo italiano” di Dino Risi, “Decameron No. 2 – Le altre novelle del Boccaccio” di Mino Guerrini, “Finché c’è guerra c’è speranza” di Alberto Sordi, “Todo modo” di Elio Petri e “La città delle donne” di Federico Fellini.
Marcella era malata da tempo. Nelle ultime ore le sue condizioni si erano notevolmente aggravate fino a portarla al coma. Pochi minuti fa si è diffusa la notizia della sua morte.

Addio a Marcella Di Folco, la sua vita tra cinema e lotta - addio marcellaF4 - Gay.it

Così la ricorda il Mit sul suo sito web:
Marcellona ci ha lasciati. Non è facile annunciare la perdita di una grande persona e non è semplice comunicare il vuoto che lascia. Le parole e i discorsi hanno un loro limite, affidiamo ai pensieri, alle emozioni, ai ricordi tutto quello che è stata Marcella Di Folco. Compagna, amica, sorella, mamma di tutte/i noi, il MIT perde la leader maxima, la sua traccia essenziale resta indelebile nella storia della nostra Associazione e del movimento tutto. Il coraggio con cui ha dedicato la sua intera vita alla dignità e ai diritti di tutte e tutti indistintamente, rende difficile l’elaborazione della sua perdita. Il MIT, il Movimento GLBT, la politica e la cultura tutta perdono oggi una loro parte importante.
Ciao Marcella
“.

A Marcella va il pensiero di tutto lo staff di Gay.it.

 

Addio a Marcella Di Folco, la sua vita tra cinema e lotta - addio marcellaF5 - Gay.it

Il cordoglio del mondo lgbtq Il cordoglio del mondo lgbtq
“Profonda commozione” da parte di Arcigay, Agedo, Arcilesbica e Famiglie Arcobaleno. “Se ne va un pezzo importante della storia, delle battaglie, dei sogni di giustizia, delle rivendicazioni di tutte le minoranze – si legge in un comunicato congiunto delle associazioni-. Marcella è stata un fiume in piena che ha attraversato la vita con l’impeto e la passione civile di chi doveva lasciare un’impronta indelebile. Scompare una  grande combattente per la Libertà a cui rivolgiamo il nostro tributo di riconoscenza, di amore, e già da ora, di grande nostalgia”.
“Il movimento lgbt perde una delle sue leader storiche – si legge in una nota firmata da Rossana Praitano -, il Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli anche l’amica di una vita, una donna di spessore, culturale, umano”.

Sergio Rovasio, segretario dell’associazione Certi Diritti, ricorda tutte le battaglie condotte insieme, a cominciare alla legge per il cambio di sesso, fino all’ultima Giornata Mondiale contro l’omofobia e all’incontro con Napolitano: “Era bellissimo vedere Marcella camminare per quei corridoi, con in testa un grande cappello rosso, davanti a tutti i Corazzieri schierati in fila sull’attenti. Disse qualcosa anche a loro…”.
“Con lei scompare uno spirito libero, una voce costantemente fuori dal coro, la madre di tutte le trans italiane” ha dichiarato l’onorevole Paola Concia che ha richiamato alla mente l’incontro con Napolitano. “La ricordo felice di essere lì – ha concluso Concia – al posto giusto, nel momento giusto, in un’occasione storica, e sono contenta di poter conservare di lei questo ricordo tanto speciale”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Tutti i coming out "vip" del 2024 - Coming Out 2024 - Gay.it

Tutti i coming out “vip” del 2024

News - Federico Boni 19.7.24
Lewis Hamilton elogia Ralf Schumacher per il coming out: "Un messaggio di libertà, che tutti possano fare lo stesso" - Lewis Hamilton elogia Ralf Schumacher per il coming out - Gay.it

Lewis Hamilton elogia Ralf Schumacher per il coming out: “Un messaggio di libertà, che tutti possano fare lo stesso”

News - Redazione 19.7.24
Vladimir Luxuria Isola dei Famosi 2024

Palinsesti Mediaset 2024/2025. Vladimir Luxuria non condurrà più l’Isola dei Famosi. Verissimo incontra Amici

Culture - Redazione 17.7.24
Katy Perry video

“Ho visto le stelle”: tutte pazze per il vibratore di Katy Perry (un po’ meno per il suo singolo)

Musica - Emanuele Corbo 19.7.24
Maria De Filippi e Amadeus, Festival di Sanremo

“Festival di Sanremo” cercasi: su Canale 5 arriva “Amici-Verissimo”, sul Nove “Suzuki Music Party”

Culture - Luca Diana 18.7.24
Roma, pestaggio choc a coppia gay. Frustate, calci e pugni. Lo sconvolgente video. "Appello per riconoscere gli aggressori" - Roma pestaggio choc a coppia gay. Frustate e pugni. Lo sconvolgente video - Gay.it

Roma, pestaggio choc a coppia gay. Frustate, calci e pugni. Lo sconvolgente video. “Appello per riconoscere gli aggressori”

News - Redazione 19.7.24

Leggere fa bene

Elliot Page: "Hollywood è tossica. La comunità LGBTQIA+ non è una nicchia" - close to you 01 - Gay.it

Elliot Page: “Hollywood è tossica. La comunità LGBTQIA+ non è una nicchia”

Cinema - Redazione 19.3.24
Intervista a Paul B Preciado - My Biographie Politique

Lə infinitə Orlando che ci donano il caos non binario, utopico e liberatorio: intervista a Paul B. Preciado

Cinema - Giuliano Federico 27.3.24
stati-uniti-carolina-del-sud-terapie-affermative-minori

Triptorelina, prima di accedervi bisognerà sottoporsi a una terapia riparativa?

Corpi - Francesca Di Feo 17.4.24
Consumo di contenuti p0rn0 con persone trans nel mondo - dati forniti da Pornhub

L’Italia è la nazione che guarda più p0rn0 con persone trans*

News - Redazione Milano 20.4.24
iraq-donne-trans (2)

Iraq, la strage silenziosa delle donne trans, uccise dai loro familiari per “onore”

Corpi - Francesca Di Feo 20.5.24
La Vita che Volevi, intervista a Ivan Cotroneo: "Raccontare storie di persone trans è un atto civile e politico" - La Vita che Volevi VITTORIASCHISANO IVANCOTRONEO - Gay.it

La Vita che Volevi, intervista a Ivan Cotroneo: “Raccontare storie di persone trans è un atto civile e politico”

Serie Tv - Federico Boni 28.5.24
Lia Thomas trascina in tribunale World Aquatics. È una donna trans e vuole nuotare a livello agonistico - Lia Thomas - Gay.it

Lia Thomas trascina in tribunale World Aquatics. È una donna trans e vuole nuotare a livello agonistico

Corpi - Federico Boni 26.1.24
star-t-trans-visibility-night-torino (5)

Star.T, le stelle della visibilità trans* illuminano il Cinema Massimo di Torino alla Trans Visibility Night

News - Francesca Di Feo 25.3.24