Hunter Schafer diventa protagonista del videogioco horror di Jordan Peele e Hideo Kojima

L'attrice Hunter Schafer (Euphoria) è tra i personaggi principali del videogioco horror OD di Hideo Kojima e Jordan Peele (Scappa - Get Out).

ascolta:
0:00
-
0:00
L'attrice transgenere Hunter Schafer e lo sviluppatore di videogiochi Hideo Kojima di Kojima Productions, con cui collabora per il videogioco horror OD realizzato insieme al regista Jordan Peele
3 min. di lettura

L’attrice transgenere Hunter Schafer, Jules Vaughn nella serie televisiva Euphoria, e l’attore Udo Kier, da sempre apertamente omosessuale, saranno i protagonisti di un videogioco horror realizzato con la collaborazione del regista Jordan Peele, che ha diretto i film dell’orrore Scappa – Get Out, Noi e Nope. Si tratta di OD, nuova opera dello studio Kojima Productions di Hideo Kojima, e ne è stato distribuito un primo teaser.

L'attrice transgenere Hunter Schafer protagonista del videogioco OD realizzato in collaborazione con il regista Jordan Peele e annunciato a The Game Awards

OD, il videogioco horror di Jordan Peele con Hunter Schafer

È nota la passione per il cinema dello sviluppatore giapponese Hideo Kojima, creatore della serie Metal Gear (e poi Metal Gear Solid) per Konami. E a partire soprattutto dal suo ultimo videogioco, Death Stranding, Kojima ha deciso di avere personaggi basati su attorǝ, in gran parte statunitensi. Infatti, grazie a tecniche di scansione tridimensionale, che permettono di fotografare una persona da ogni angolazione, motion capture per riprodurne i movimenti e doppiaggio, attorǝ notǝ per film e serie TV vengono riprodottǝ con un’accuratezza quasi fotorealistica e diventano protagonistǝ dei videogiochi di Kojima. È un po’ come se recitassero in questi ruoli. Per intenderci, protagonista di Death Stranding è Norman Reedus, Daryl Dixon della serie TV The Walking Dead, e coprotagonista è Léa Seydoux, Emma ne La vita di Adele. I personaggi principali di OD saranno invece interpretati, per quello che ne sappiamo al momento, da Sophia Lillis (Beverly Marsh da giovane in It) e, appunto, Hunter Schafer e Udo Kier.

Il breve teaser mostra pochissimo del videogioco, dedicato a “tutte le persone che giocano e urlano di terrore” (“for all the players and screamers”) e incentrato sul mettere alla prova i propri timori fino ad arrivare a una overdose (“OD”) di paura. Ma negli anni Kojima si è fatto conoscere proprio per le sue tattiche di marketing spericolate e per i suoi trailer misteriosi. Nel teaser, Lillis, Schafer e Kier recitano un pangramma, una frase che contiene tutte le lettere dell’alfabeto, mentre i loro movimenti vengono registrati. L’inquadratura alterna i loro volti. Sentiamo dei passi, una porta che si apre, vediamo Lillis spaventata. Un urlo, e fine.



OD, il videogioco con Hunter Schafer annunciato a The Game Awards

Il videogioco è stato presentato a un evento chiamato The Game Awards, organizzato dall’ex giornalista videoludico Geoff Keighley con il supporto della grande industria videoludica e della stampa specializzata mainstream. A The Game Awards vengono premiati i migliori videogiochi dell’anno con quelli che, secondo le intenzioni dell’organizzazione, sarebbero i premi Oscar del videogioco. Ma, più che per i premi, The Game Awards è seguito per gli annunci di nuovi videogiochi, come appunto il teaser di OD con Hunter Schafer. Come se i premi Oscar fossero principalmente seguiti perché tra un premio e l’altro proiettano trailer di nuovi film. Durante l’ultima edizione sono stati annunciati 61 videogiochi, e gli annunci hanno occupato, secondo la testata specializzata IGN, l’82% del tempo della lunga diretta. Proprio l’intervento di Hideo Kojima e Jordan Peele per la presentazione del teaser di OD è stato fortemente criticato per la sua lunghezza: mentre veniva dato spazio a personalità del cinema, tra cui Peele, le persone che hanno ritirato i premi hanno dovuto affrettare e tagliare i loro discorsi di ringraziamento perché si potesse arrivare rapidamente al successivo video promozionale. Il videogioco pur essendo la prima industria dell’intrattenimento per incassi e pur raggiungendo tre miliardi di persone al mondo continua a soffrire di un grave complesso di inferiorità rispetto al cinema.

The Game Awards è stato criticato anche per non aver neanche accennato al fatto che il 2023 sia stato un anno difficilissimo per chi lavora nell’industria videoludica a causa di grandi e numerosi licenziamenti, per esempio da parte dello sviluppatore di Fortnite, Epic Games. L’evento ha inoltre ignorato una lettera aperta firmata pure da parte de The Game Awards Future Class, un gruppo di membri dell’industria videoludica che secondo proprio The Game Awards rappresenterebbero il futuro del medium. La lettera chiedeva che The Game Awards portasse all’attenzione l’attuale crisi umanitaria legata all’invasione israeliana della regione palestinese di Gaza.

OD è realizzato in collaborazione con Xbox Games Studios di Microsoft, di cui sfrutterà le tecnologie cloud, e non è ancora nota una data di uscita.

Immagine di copertina: Hunter Schafer e Hideo Kojima nella sede di Kojima Productions. Immagine dall’account ufficiale di Hideo Kojima (@HIDEO_KOJIMA_EN) su X.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming

News - Federico Boni 26.2.24
Rosso, bianco e sangue blu 2? Taylor Zakhar Perez alimenta le speranze di un sequel - Rosso bianco e sangue blu - Gay.it

Rosso, bianco e sangue blu 2? Taylor Zakhar Perez alimenta le speranze di un sequel

Cinema - Redazione 26.2.24
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
FOTO: LUKE GILFORD

Kim Petras risponde ai commenti sessisti e transfobici: “Siete la piaga del pianeta”

Musica - Redazione Milano 26.2.24
Sentenza Bari due mamme Gay.it

Tribunale di Roma, sì alla trascrizione del certificato estero con due mamme

News - Redazione 26.2.24
Lewsi Hamilton rainbow

F1, il Bahrain vuole vietare la bandiera LGBTI+, cosa farà Hamilton in Ferrari?

Lifestyle - Redazione Milano 26.2.24

I nostri contenuti
sono diversi

Tanatosi, nuovo singolo estratto dall'album "Dru" per Drusilla Foer. Il video ufficiale - Drusilla Foer TANATOSI - Gay.it

Tanatosi, nuovo singolo estratto dall’album “Dru” per Drusilla Foer. Il video ufficiale

Musica - Redazione 6.9.23
papa-francesco-persone-trans

Papa Francesco: “Sì al battesimo per i figli di coppie gay e lesbiche. Le persone trans possono essere madrine, padrini e testimoni di nozze”

News - Redazione 8.11.23
A Norma, storia di una sex worker trans peruviana tra desideri, aspettative e pregiudizi - Carlotta Cosmai a norma 2 - Gay.it

A Norma, storia di una sex worker trans peruviana tra desideri, aspettative e pregiudizi

Cinema - Federico Boni 21.11.23
Cher e la storica faida con Madonna: "Abbiamo seppellito l'ascia di guerra, mi ha perdonata" - cher e madonna - Gay.it

Cher e la storica faida con Madonna: “Abbiamo seppellito l’ascia di guerra, mi ha perdonata”

Musica - Redazione 23.10.23
Madonna, le prove del Celebration Tour preoccupano i fan. Le foto social - Madonna ginocchio - Gay.it

Madonna, le prove del Celebration Tour preoccupano i fan. Le foto social

Musica - Redazione 7.9.23
ELODIE IN VALENTINO

Orgogliosamente e meravigliosamente libera, si chiama Elodie e si legge popstar

Musica - Federico Boni 28.11.23
Will & Harper, il doc on the road con Will Ferrell che racconta la transizione della sua amica Harper Steele - Will ill e Harper - Gay.it

Will & Harper, il doc on the road con Will Ferrell che racconta la transizione della sua amica Harper Steele

Cinema - Redazione 22.1.24
Annette Bening, orgogliosa mamma di un figlio trans: "La transfobia ha invaso l'America, è vergognoso e doloroso" - annette bening figlio trans Stephen Ira - Gay.it

Annette Bening, orgogliosa mamma di un figlio trans: “La transfobia ha invaso l’America, è vergognoso e doloroso”

Cinema - Redazione 2.11.23